Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Come promuovere un libro online

Libri“Daniele, ma tu non hai mai pubblicato un libro!” direte voi. Sì, è vero, ma da oltre un decennio ho accumulato parecchia esperienza nel web, dal web design al blogging, dal mondo seo al web marketing alla scrittura per il web.

Per essere più precisi, allora, in questo articolo dirò cosa farei io per promuovere un libro online. Prendeteli come consigli da seguire o confutare in base alla vostra esperienza personale o al vostro intuito.

Sito dell’autore

Chiunque voglia porsi al pubblico come scrittore deve avere un proprio sito. La moderna tecnologia ci consente di creare un ibrido, un misto fra sito e blog. Questa soluzione, secondo me, è l’ideale. Permette di avere pagine interne informative sull’autore, come una biografia, un elenco delle opere pubblicate, una pagina per i contatti, ecc. In più, consente all’autore di pubblicare articoli sul suo mondo, come nuove pubblicazioni in atto, presentazioni, eventi a cui parteciperà, articoli sulla scrittura, ecc.

Il sito deve essere professionale. Quello che vedo sui nuovi autori, invece, è un sito fai-da-te, troppo spesso rozzo, pesante, non curato nella grafica. Ricco di contenuti, sì, ma assolutamente non valorizzati.

Non è questo il luogo adatto per parlare di web design, usabilità e accessibilità, ma un sito rappresenta il vostro biglietto da visita online. Capite che più è presentabile e meglio è.

Come dovrà chiamarsi il sito di uno scrittore? Il quesito è già stato sollevato e ci sono pareri discordanti. La logica ci viene in aiuto. Uno scrittore è conosciuto col suo nome e cognome.

Sito dedicato al libro

In alcuni casi può essere necessario, e divertente, creare un sito apposito per il proprio libro. Naturalmente si farà una scelta del genere soltanto in casi particolari.

Avete scritto una bella saga fantasy, per esempio. E sapete, e sperate, di continuare a scrivere romanzi su quella saga. Oppure avete scritto un’opera che si presterà a essere discussa e ampliata. Ecco il momento di creare un sito dedicato a quel libro, o a quella saga.

Il risultato è un ampliamento delle risorse sull’autore, una maggiore fidelizzazione dei lettori, che troveranno nel sito materiale sulla loro saga preferita (immagini, video, sfondi, ecc.) o articoli di approfondimento sull’opera.

Comunicati stampa

Avete pubblicato un libro? Bene, fatelo sapere al mondo intero. Come? Attraverso la scrittura e la divulgazione di un comunicato stampa online.

In realtà a questo dovrebbe pensare la casa editrice o il suo ufficio marketing. La casa editrice, credo, penserà a spedire il proprio comunicato ai principali quotidiani e alle riviste di settore.

Gestendo un sito di comunicati stampa, vi posso assicurare che molto raramente ho visto annunciare l’uscita di un libro, eppure quanti ne escono ogni mese? Inviando il vostro comunicato a qualche decina di circuiti di comunicati, aumenterete le possibilità di vendita del libro.

Estratto del libro nel proprio sito

Ormai molte case editrici hanno adottato questo simpatico mezzo per far conoscere le proprie pubblicazioni. Offrire nel sito un estratto del libro in pdf, di solito i primi capitoli, permette al lettore di assaggiare l’opera comodamente da casa e rendersi conto immediatamente se gradisce lo stile di scrittura e la storia.

La tecnologia esiste, dunque va sfruttata. L’autore stesso dovrebbe rendere disponibile nel proprio sito questo estratto e permetterne la diffusione.

Dialogo fra autore e lettori

Fra autore e lettori dovrebbe potersi instaurare un dialogo. Con un blog questo è possibile. Creare all’interno del proprio blog una categoria dedicata a ognuna delle vostre pubblicazioni permetterà ai lettori di porre domande direttamente allo scrittore.

Un tempo questo era possibile soltanto durante le presentazioni e gli eventi e a un ristretto numero di persone, ma adesso si può gestire da casa e il numero di persone coinvolte non ha limiti.

Book trailer del libro

Che cosa è un book trailer? Ormai se ne vedono in giro, sono la risposta letteraria ai trailer cinematografici. Un breve video in cui viene condensato il libro, con immagini e testi ben studiati.

La diffusione dei book trailer aumenta il “brusio” attorno al libro in questione, genera curiosità e invoglia a leggerlo. È uno strumento di promozione, come ogni video dedicato a un prodotto. E un libro è un prodotto.

Guest post

Siete scrittori? Amate scrivere? Non limitatevi a scribacchiare soltanto nel vostro blog. La rete è piena di siti, blog, portali di settore che accoglieranno i vostri articoli. Imparate a far girare il vostro nome nel grande panorama che è il web.

Il guadagno è da ambo le parti. Quei siti avranno contenuti gratuiti a disposizione e voi avrete pubblicità gratuita. Il guest posting è una tecnica molto usata fra i blogger anglosassoni, ma anche in Italia si sta sviluppando.

Fatevi ospitare, dunque, preparate articoli sui vostri temi preferiti e proponeteli a blog e siti.

Article marketing

L’article marketing è una tecnica di web marketing americana, che consiste nello scrivere articoli attinenti alla propria professione o ai propri prodotti e pubblicarli in apposite directory, dove chiunque può prelevarli e ripubblicarli nel proprio sito, blog, forum, web magazine, newsletter, ecc.

Ogni articolo sarà firmato dall’autore. La firma è l’elemento su cui dovete puntare per pubblicizzare la vostra attività.

Nel nostro caso, quindi, voi potrete scrivere articoli sulla scrittura, sulla narrazione, sui libri, potete scrivere articoli su uno scrittore, i temi sono tanti. E la firma sarà l’area in cui pubblicizzerete il vostro libro.

La firma è importante perché farà conoscere al lettore chi ha scritto quell’articolo, porterà traffico al sito dell’autore e farà circolare il titolo del vostro romanzo.

Firma nei forum

Non sottovalutate i forum di discussione. I giovani autori li frequentano, e vedo con piacere che nelle loro firme compaiono banner e informazioni sui loro libri.

Destate la curiosità del lettore con un banner accattivante e con una didascalia che colpisca.

Facebook: poteva mancare?

Avete un profilo su Facebook? Ebbene, condividete la scheda del vostro libro. Meglio ancora, create suspense accennando a una vostra imminente pubblicazione. Create rumore attorno al vostro libro.

È uscito il vostro romanzo? Bene, create una fan page dedicata. Vi servirà anche a misurare quanti lettori, amici a parte, hanno gradito il vostro libro.

Newsletter

Avete una newsletter nel vostro sito? No? È tempo di averla, allora. Indubbiamente la casa editrice avviserà gli iscritti delle sue uscite, ma anche voi, autori, potete fare lo stesso. Quindi attivate la vostra newsletter molto prima dell’uscita del libro, in modo da acquisire un buon numero di iscritti.

Non limitatevi ad avvisare gli utenti dell’uscita del libro, ma anche di tutto ciò che ruoterà attorno a quel libro, come interviste, recensioni, eventi, book trailer, ecc.

Email

No, non parlerò di spam. Quello è da evitare. Ma abbiamo tutti quanti una firma personalizzata nelle email che inviamo. Bene. È venuto il momento di apportare una piccola modifica a quella firma.

Basta una piccola didascalia. Siete scrittori, dunque non avrete difficoltà a scrivere due righe per pubblicizzare il vostro libro nella firma. Un testo che stuzzichi la curiosità del lettore. E ovviamente un link alla scheda del libro o al sito dedicato al libro.

Ogni volta che scriverete a qualcuno, ogni volta che risponderete a un’email, il vostro libro si diffonderà.

Avete già pubblicato un vostro libro? Come lo state promuovendo? Avete altre idee in merito?

34 Commenti

  1. Come promuovere un libro online
    11 gennaio 2011 alle 13:36 Rispondi

    […] Per approfondire consulta articolo originale: Come promuovere un libro online […]

  2. Michela
    11 gennaio 2011 alle 20:00 Rispondi

    Capperi, ottimo questo… Ci sono un sacco di idee a cui non avevo mai pensato!
    Direi che al momento il problema non mi riguarda, ma me lo tengo per buono, la speranza è l’ultima a morire :)
    Il meccanismo della promozione è applicabile anche a prodotti editoriali differenti… Dovrò riadattare qualche idea per il blog.

  3. Daniele Imperi
    11 gennaio 2011 alle 20:58 Rispondi

    Grazie :)

    Sì, qualche suggerimento si può adattare per il blog ;)

  4. Come NON promuovere un libro online
    25 gennaio 2011 alle 11:34 Rispondi

    […] già parlato dei vari metodi per promuovere un libro online, elencandone addirittura dodici. Metodi che se ben seguiti daranno i loro frutti e permetteranno di […]

  5. Come promuovere un libro online | Certi_racconti_sono_un_tiro_mancino
    28 gennaio 2011 alle 08:02 Rispondi

    […] qualcuno si è perso il post, ecco l’occasione per leggerlo. A questo, è bene poi associare quello su come NON promuovere un libro […]

  6. Il meglio di Penna Blu – Gennaio 2011
    10 febbraio 2011 alle 17:28 Rispondi

    […] Continua a leggere Come promuovere un libro online. […]

  7. Blog tour: porta il tuo libro in giro per il web
    16 marzo 2011 alle 05:03 Rispondi

    […] altro articolo in merito alla promozione di un libro online. Quest’idea viene dagli Stati Uniti, che – va detto – su questioni di marketing ci sanno […]

  8. Vanessa Valentinuzzi
    27 marzo 2011 alle 13:33 Rispondi

    Ma quanti utilissimi consigli! Io scrivo ed ho un Blog che aiuta anche nei primi passi nel mondo editoriale, e ho trovato molti utilissimi consigli..anche perchè presto uscirà il mio libro quindi vanno applicati tutti assolutamente!!

  9. Article marketing per scrittori
    5 aprile 2011 alle 05:04 Rispondi

    […] Tratto da Come promuovere un libro online. […]

  10. Risorse per autori emergenti
    2 giugno 2011 alle 10:09 Rispondi

    […] Continua a leggere Come promuovere un libro online. […]

  11. Romina
    30 luglio 2011 alle 11:48 Rispondi

    Buongiorno!
    Sono una giovane autrice esordiente, molto esordiente. Fino ad ora ho pubblicato solo due libri e sto disperatamente cercando un nuovo editore per il terzo. Senza aver letto questo articolo ho seguito molti di questi consigli, forse perchè per me un autore esordiente deve essere il primo promotore di se stesso. Questo articolo mi ha chiarito le idee su alcuni punti e volevo ringraziarvi. Se avete consigli li accetto veramente volentieri. Ho un blog, aperto da poco, ma non riesco ad attirare la gente in una discussione… vorrei ricevere dei commenti da chi non mi conosce direttamente per avere dei giudizi non di parte. Secondo voi come potrei fare? Avevo pensato di inserire dei brani letti dei miei libri (dato che sono per bambini e io faccio anche animazioni nelle biblioteche), può essere una buona idea?
    Grazie per l’attenzione, a presto.

  12. Come promuovere un libro nel proprio sito
    12 settembre 2011 alle 05:02 Rispondi

    […] tanti modi per promuovere un libro online e tanti altri per non promuoverlo correttamente. Oggi parlo di come uno scrittore può […]

  13. Alessia
    14 settembre 2011 alle 21:06 Rispondi

    Cari scrittori solidali, ho pubblicato con una nota casa editrice siciliana ma che opera a livello nazionale, il mio libro che parla di sicurezza stradale. Doveva essere in tutte le librerie nazionali da gennaio 2011, risultato nessuno, e nessuna vendita, nessuna pubblicità. Ho già fatto varie lezioni al comando dei vigili urbani di una cittadina catanese…..non mi vergogno a dirlo tutti lo vogliono…….ma regalato! Purtroppo io non ho la forza economica per promuoverlo, ne tanto meno di regalarlo, perchè “per metterlo su” ho dovuto pagare tutto quello che ruota attorno ad una pubblicazione nonchè al vignettista/disegnatore che ha fatto un lavoro encomiabile. Spero che questi consigli di Daniele Imperi possano aiutarmi.

    • Daniele Imperi
      14 settembre 2011 alle 21:35 Rispondi

      Alessia, non spettava a te pagare il disegnatore… ma è una casa editrice a pagamento?

  14. Come promuovere un libro online | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
    15 settembre 2011 alle 12:06 Rispondi

    […] Come promuovere un libro online […]

  15. fabrizio manneschi
    23 ottobre 2011 alle 22:52 Rispondi

    Il mio primo libro “TUTTO MI PARLA DI TE”
    edizioni mediterranee, uscirà a novembre 2011
    credo anch’io che la casa editrice, http://www.edizionimediterranee.net
    pensi ai comunicati stampa. Grazie dei suggerimenti che possono
    essere utili x aumentare la diffusione del libro.
    fabrizio

  16. 7 links projects
    31 dicembre 2011 alle 12:02 Rispondi

    […] scrivo articoli inutili. Al limite possono non interessare i racconti. Forse quello su come promuovere un libro online, ha avuto oltre 70000 visite. O quello in cui ho lanciato il corso di scrittura per il […]

  17. Paolo Amoruso
    19 luglio 2012 alle 16:59 Rispondi

    Salve!
    Mi chiamo Paolo Amoruso. Ho visto venire alla luce il mio esordio letterario nel gennaio del 2011 “Piccole Storie Indaco” inserito nella collana editoriale “Scintille” della casa editrice Edizioni La Gru di Padova.
    Solo ora ho letto questo articolo ben scritto, ben strutturato ma soprattutto abbastanza utile, in modo particolare agli scrittori esordienti.
    Ho già messo in atto molti dei consigli nell’articolo segnalati e descritti, e la maggior parte delle volte questi si sono rilevati davvero tanto importanti per la promozione di “Piccole Storie Indaco”, ma ringrazio comunque Danieli Imperi per l’opportunità di commentare il suo articolo e quindi sfruttare anche questo spazio di commento per la promozione della mia silloge poetica.
    Come da Daniele consigliato anche io ho realizzato una pagina online interamente dedicata al libro, dove ho inserito immagini relative a presentazioni, reading poetici ed eventi letterari – culturali dedicati allo stesso libro. Difatti penso che uno dei modi migliori, forse quello che dovrebbe essere collocato al primo posto è proprio la possiblità di organizzare presentazioni e manifestazioni al libro dedicate, presso librerie, caffé letterari, spazi culturali offerti dal comune referente e all’autore del libro legato, o magari anche la possibilità di inserire la presentazione del proprio libro in manifestazioni culturali della propria città. Ovviamento per quanto riguarda la presentazione di un libro ci vule un grande impegno promozionale sia da parte dell’autore che dal titolare di una libreria, locale letterario ecc. questo perché la promozione, quindi la fase che precede la giornata di presentazione del libro è estremamente importante. Io ho presentato più volte il mio libro e continuerò a presentarlo anche se dalla sua uscita ufficiale è passato già un anno, e ogni volta con il prezioso appoggio dei miei fantastici editori ho stampato locandine e inviti portandoli io personalmente in giro per la città, fissandoli sulle bacheche delle università, dandole ai negozi, oppure creando un bell’evento su facebook, e penso anche che questa fase che precede la presentazione del libro debba essere svolta almeno due settimane prima del giorno in cui si terrà l’evento. Ognuna delle presentazioni che sono state svolte per la promozione e la vendita di “Piccole Storie Indaco” sono andate abbastanza bene. Mi sono sempre sentito soddisfatto, appagato e felice in maniera assoluta, subito dopo una presentazione al mio libro dedicata, e questo perché ho avuto la preziosa possibilità di parlare del mio libro a tanta gente, confrontarmi con i lettori, rispondere a delle domande e curiosità nei confronti del mio libro da parte del pubblico, e arricchirmi insieme al mio libro sempre più.
    Io reputo il mio libro una stupenda creatura, per me é come un figlio e non lo lascerei mai solo. Questo significa anche che non potrei lasciare fermo il mio libro e che da parte mia, è un obbligo portarlo avanti.

    “Piccole Storie Indaco” è venuto alla luce il 20/01/2011. E’ una raccolta poetica contenente 38 poesie, dedicata alla grande poetessa Alda Merini e accolta dal noto giornalista del Corriere Della Sera Andrea Salvataci che è stato un caro amico di Alda Merini. Ho deciso di dedicare “Piccole Storie Indaco” ad Alda perché lei per me è la primissima musa ispiratrice, perché proprio grazie a lei, alle sue parole scritte, alla sua voce scritta ho conosciuto la bellezza unica e l’energia radiosa della scrittura, quindi della Poesia.
    Le “Piccole Storie Indaco” sono nate durante l’approccio alla vita adolescenziale, e hanno l’obbiettivo di trasmettere speranza ed emozioni genuine al lettore.
    Per chi vorrebbe saperne di più può andare qui: http://www.edizionilagru.com (sito casa editrice), cliccando nella voce catalogo e andando nella sezione “Scintille” troverà una scheda editoriale dedicata al libro, con presentazione descrittiva, recensioni e articoli sparsi in rete e pubblicati su cartaceo e potrà anche visionare un estratto del libro in formato PDF.

    Ringrazio tutti per il tempo dedicatomi.
    Buon proseguimento e augurono per i vostri successi letterari!

    Con stima,

    Paolo Amoruso.

  18. Domenico
    8 aprile 2013 alle 10:47 Rispondi

    Ciao Daniele,

    complimenti per il sito a cui sto attingendo per avere idee per la promozione del mio romanzo d’esordio prossimo alla pubblicazione.
    Ho una domanda da farti. La casa editrice mi farà avere 50 copie del libro. Ci tengo a precisare che non pago nulla per queste copie, sono molto contrario alle case editrici a pagamento.Secondo te, è utile utilizzare questa scorta di volumi per donare una copia del romanzo a chi può essere utile per aumentare la protezione del libro.? E se sì, a chi dovrei indirizzarmi?

    Ti ringrazio per i suggerimenti che potrai darmi.

    domenico

    • Daniele Imperi
      8 aprile 2013 alle 11:09 Rispondi

      Ciao Domenico,
      non ho capito che intendi: “donare una copia del romanzo a chi può essere utile per aumentare la protezione del libro”.

      • Domenico
        8 aprile 2013 alle 11:54 Rispondi

        scusami Daniele, intendevo la promozione.
        Che strano lapsus:)

        • Daniele Imperi
          8 aprile 2013 alle 12:01 Rispondi

          Sì, puoi usare quei libri senza dubbio per la promozione. Puoi creare dei givewaway. Se non hai un sito, ci sono siti che li organizzano. Oppure inviarne qualcuno a qualche biblioteca o giornale.

  19. Domenico
    8 aprile 2013 alle 12:22 Rispondi

    grazie mille!

  20. Come riscrivere un vecchio post
    1 maggio 2013 alle 08:09 Rispondi

    […] Come promuovere un libro online dell’11 gennaio 2011: è al 1° posto. […]

  21. Ulisse Di Bartolomei
    25 febbraio 2014 alle 11:05 Rispondi

    Salve Daniele
    in questi ultimi giorni mi sono “accorto” che ho pubblicato in internet e che i titoli dei libri vengono indicizzati… Di conseguenza i titoli altisonanti valgono poco, se poi occorrono cento parole per spiegarne il contenuto.
    Di fatto i titoli semplici ma esplicativi si vendono meglio e quelli che credevo un capolavoro di sintesi o di astrazione concettuale, rimangono al palo… Come ben sai, con la pubblicazione “on line” si guadagna subito ma soltanto se ci si attiene alle regole dei motori di ricerca, altrimenti si viene ignorati. Ho tentato con la pubblicità di Google ma i costi sono eccessivi e non credo che nel mio caso sia efficace. In sostanza ho deciso che in almeno un testo è meglio scorporare dei contenuti e proporli con un titolo adeguato, magari evidenziando nella sinossi che si tratta di un estratto di un altro libro. Non sarebbe un pasticcio poiché si tratta di centrare su un personaggio molto popolare sul quale esistono migliaia di libri. Gradirei qualche consiglio in tale questione.

    Grazie e buona giornata.
    Ulisse

    • Daniele Imperi
      25 febbraio 2014 alle 11:11 Rispondi

      Ciao Ulisse,
      puoi spiegarmi meglio? Non riesco a capire il “pasticcio” di cui parli né la questione sull’indicizzazione dei libri…

  22. Ulisse Di Bartolomei
    25 febbraio 2014 alle 12:36 Rispondi

    Ciao Daniele
    l’indicizzazione è la presenza di una frase e il valore di popolarità assegnatogli dai motori di ricerca (automatici) e che rimangono nella memoria di google. In concreto se il titolo del mio libro è costituito da una frase o definizione molto usata e qualcuno ne cerca l’argomento con gli stessi o simili vocaboli, digitandoli sulla stringa di google, i motori di ricerca lo indirizzano anche al mio libro. Il mio problema sta che un titolo come “I protagonisti della diaspora suprema” significa quasi nulla per i motori di ricerca, che non riescono a collegarlo ad un preciso argomento, mentre “L’ambiguità di Giovanni il Battista” che ne costituisce la metà del contenuto, indica di già di che si tratta. Vorrei dunque copiare quel contenuto in un nuovo libro e intitolarlo in modo che chiunque sia interessato al ruolo di Giovanni il B. nella vita di Gesù e lo digita su google, si trova davanti l’indirizzo a quel libro. Usare bene i motori di ricerca significa farsi fare la pubblicità da loro… gratis!
    Ovviamente questo non si può fare per un romanzo, ma nella saggistica il titolo deve essere tecnico… Il punto è: avere due libri pubblicati in contemporanea, di cui uno è una parte dell’altro, è buono? La questione va anche valutata, considerando che con Amazon è impossibile cancellare un libro o un titolo.

    • Daniele Imperi
      25 febbraio 2014 alle 12:53 Rispondi

      Non mi sono spiegato bene :)
      So che cos’è l’indicizzazione. Ma non capivo appunto il collegamento col tuo libro.

      Essendo un saggio allora la questione cambia. Pensavo fosse un romanzo. “I protagonisti della diaspora suprema” non significa nulla, infatti, non solo per i motori di ricerca, ma credo anche per i lettori… o almeno per me.

      Di cosa parla il tuo saggio? Crea un titolo che racchiuda l’argomento, in modo che leggendolo si capisca.

    • Daniele Imperi
      25 febbraio 2014 alle 12:54 Rispondi

      PS: quella di cui parli non si chiama indicizzazione, ma posizionamento della pagina del libro sui motori di ricerca.

  23. Ulisse Di Bartolomei
    25 febbraio 2014 alle 13:57 Rispondi

    Hai ragione! E’ il posizionamento. Il libro espone il ruolo delle figure mistiche fondamentali, astratte o storicamente rilevabili, del misticismo abramitico. Da Dio fino a Barabba e degli archetipi che ne saranno ispirati. Giovanni il B è il personaggio fondamentale dopo Gesù in quanto con il suo comportamento defilato (secondo le sacre scritture lui doveva riconoscere Gesù e accreditarlo al popolo… ovvero agli altri sacerdoti!) cagiona dei conflitti interpretativi che implicheranno gravemente sulle estrapolazioni filosofiche future e le diramazioni dogmatiche cristiane. Il titolo lo scelsi tre anni fa quando ancora la questione di Giovanni non era adeguatamente sviluppata e la “diaspora suprema” sta a significare l’ingarbugliamento mistico che spinge spesso le persone riflessive ad allontanarsi dalla religione, come accadde agli ebrei che non riuscendo a districarsi dalla questione “Gesù” caddero nella disgregazione demografica e subirono poi la dispersione fuori dalla loro terra. La diaspora appunto! Il successivo approfondimento ha ovviamente mutato l’originario scopo “panoramico” sul monoteismo e divenire un percorso filologico sugli stereotipi suggeriti da quegli eventi. Ecco che il titolo non calza più. Non posso però semplicemente cambiare il titolo poiché anche le altre figure sono integrate in un questionario più ampio e quindi pensavo ad un compendio dedicato a Giovanni che faccia anche da rischiamo argomentale per il libro primario.

  24. L'arte del riciclo nel content marketing
    2 aprile 2014 alle 07:01 Rispondi

    […] Penna blu ho pubblicato un articolo su come promuovere un libro online e due settimane dopo ho scritto l’esatto opposto, cioè come NON promuovere un libro […]

  25. Sabrina biancu
    20 agosto 2015 alle 16:30 Rispondi

    Salve,
    Ho pubblicato da poco con del buccia editorie il mio libro di racconti fantastici, il mondo dell’altrove, e questi consigli mi saranno davvero utili!
    Voglio fare il possibile per farmi conoscere.
    Quindi grazie di cuore! :-)

  26. Sabrina biancu
    20 agosto 2015 alle 16:31 Rispondi

    Scusate,
    Marco Del Bucchia editore!

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.