Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

3 parole per il 2017

Siamo ormai al sesto anno consecutivo con l’appuntamento del gioco delle 3 parole, ideato da Chris Brogan anni fa. È un modo per creare una linea da seguire per l’anno appena iniziato.

Qui ne parlo sempre dal punto di vista della scrittura, ma nessuno vi vieta di trovare le vostre 3 parole su argomenti più generici, sulla vostra vita, il vostro lavoro, ecc.

Le mie 3 parole negli ultimi 5 anni sono state:

  1. 2012: sfida, focus, austerità
  2. 2013: costanza, traguardi, esperimenti
  3. 2014: specializzazione, determinazione, innovazione
  4. 2015: cambiamento, condivisione, consapevolezza
  5. 2016: risoluzione, autorialità, indipendenza

Ovviamente non sono riuscito a raggiungere tutti e 3 i traguardi che mi ero ripromesso. Com’è andata? Male, direi.

Della risoluzione neanche l’ombra, per esempio. Dell’autorialità idem. Ho persino abbandonato il progetto del fumetto online di cui ho disegnato una ventina di strisce. Non sono nemmeno un autore indipendente, perché finora ho solo una pubblicazione con un editore e il self-publishing è accantonato per mancanza di fondi.

Insomma, un 2016 da cestinare. Ma non perdiamoci d’animo.

Trovate le vostre 3 parole per quest’anno

Volete accettare la sfida delle 3 parole? Scegliete allora le vostre per il 2017. Come trovarle? Tempo fa Chris suggeriva di considerare questi 3 “ambienti”:

  1. desideri
  2. amici e famiglia
  3. lavoro

Quale traguardo volete raggiungere? Cosa non ha funzionato? Dove volete arrivare? Guardate al 2017 come a un percorso, un lungo cammino per arrivare a fine anno soddisfatti della propria vita, che sia quella letteraria, lavorativa o la semplice esistenza non importa.

Scegliete le 3 parole anche su uno solo dei 3 ambienti, c’è piena libertà in questo. Le 3 parole sono vostre.

Le mie 3 parole per il 2017

Ripensando ai vari obiettivi che m’ero prefissato negli anni passati – e soprattutto ai vari insuccessi – ho deciso di puntare su 3 traguardi forse più fattibili. L’idea è di raggiungerne almeno 2 e essere a buon punto con il terzo.

Continuità

  1. Scrivere narrativa con più continuità: il romanzo di fantascienza iniziato e i racconti che vorrei proporre a un editore. Ma anche quelli per il blog. Un autore deve scrivere continuamente narrativa – e non solo – per acquisire maggior sicurezza e padronanza nella scrittura.
  2. Pubblicare con continuità: un autore non deve far trascorrere molto tempo fra una pubblicazione e l’altra, altrimenti rischia di essere dimenticato. Certo, è più semplice scrivere che pubblicare in modo continuativo, ma non ho certo scritto di pubblicare un’opera al mese.

Valore

Ho rinunciato a un progetto di self-publishing perché quel racconto era di nessun valore. Non ho spedito un racconto di fantascienza all’editore per lo stesso motivo.

Il mio pensiero è questo: non possiamo pubblicare un’opera tanto per dire che abbiamo pubblicato qualcosa. I nostri standard qualitativi devono essere alti. Sempre più alti.

Intendo quindi “dare alle stampe” soltanto ciò che mi soddisferà appieno. Ciò che per me ha valore.

Impegno

Un maggior impegno nella scrittura. Scrivere quindi con una consapevolezza diversa, con un atteggiamento più professionale. Scrivere come se fosse il mio unico lavoro.

Impegno è anche scrivere il più possibile, scrivere per concludere. Scrivere per lasciarsi alle spalle un progetto editoriale e iniziarne un altro.

E le vostre 3 parole per il 2017?

Avete voglia di guardarvi dentro e scegliere le 3 parole che vi accompagneranno per i prossimi 12 mesi? Io ho scelto le mie, ora tocca a voi fare le vostre scelte.

I contributi saranno inseriti qui a fine post. Chi non ha un blog scriverà nei commenti le sue parole.

Buona riflessione, dunque, e buon anno :)

Contributi dei lettori

  1. 3 parole per il 2017 di Silvia Algerino
  2. 3 parole per il 2017 di Giuseppe Marino
  3. Tre parole per il 2017 di Chiara Solerio
  4. Tre parole per il 2017 dal dizionarietto di De Mauro di Giuseppe Vitale
  5. Tre parole per una rotta di Barbara Businaro

53 Commenti

  1. Roberto
    3 gennaio 2017 alle 08:42 Rispondi

    ispirazione
    serenità
    tenacia

    • Daniele Imperi
      4 gennaio 2017 alle 14:08 Rispondi

      Ottimo, auguri per le tue parole :)

  2. maela
    3 gennaio 2017 alle 09:01 Rispondi

    Per il 2017 mi propongo di essere meno drammatica. Non dico di passare al comico ma di far sorridere in po’.
    Divertirsi nello scrivere sarà il mio motto

    • Daniele Imperi
      4 gennaio 2017 alle 14:09 Rispondi

      Io invece non penso di riuscire a essere meno drammatico :)
      Auguri per il tuo progetto, allora.

  3. Silvia
    3 gennaio 2017 alle 09:25 Rispondi

    Mi ricordavo dei tuoi post degli anni scorsi con le 3 parole. L’anno scorso avevo partecipato anch’io.
    E proprio oggi ho scritto lo stesso post, prevedendo che l’avresti fatto anche tu. ;)

    • Daniele Imperi
      4 gennaio 2017 alle 14:09 Rispondi

      Ho appena visto (sono a letto con influenza da 3 giorni…), poi me lo leggo con calma :)

  4. Barbara
    3 gennaio 2017 alle 09:34 Rispondi

    Le mie 3 parole per 1 rotta arrivano tra qualche giorno. Devo dire di essermi sorpresa a rivedere quelle del 2016, perchè nel corso dell’anno me le ero anche dimenticate, eppure le ho seguite lo stesso, ed è andata molto bene. Certo è che non dipendevano da fattori esterni, ma solo da me. Vedremo con le prossime.

    • Daniele Imperi
      4 gennaio 2017 alle 14:10 Rispondi

      Bene, fammi sapere quando sarà pronto il post.

      • Barbara
        7 gennaio 2017 alle 17:11 Rispondi

        Pubblicato! Con ritardo (sto aggiornando i motori, e qualche problemino di inizio anno con i social… :/ )

  5. MikiMoz
    3 gennaio 2017 alle 09:37 Rispondi

    Ti auguro un 2017 dove realizzare sia i concetti dietro le tue tre parole, sia di realizzare anche quelli che non hai realizzato nel 2016.
    Anche per me il 2016 è da archiviare sottola voce “schifo”, però la mia vita è ripresa a pieno ritmo da novembre, sia sul lato personale che come blogging.

    Le tre parole per il mio blog 2017:
    -community
    -(ancora) crossmedialità
    -crescita

    Le tre parole per la mia vita 2017:
    -no panic! (ossia basta perdere tempo dietro a paure)
    -ricchezza&fama (ahah :p)
    -calore umano

    Moz-

    • Daniele Imperi
      4 gennaio 2017 alle 14:11 Rispondi

      Tutta sta carne al fuoco, Moz?
      Tanti, ma tanti auguri per le tue :D

  6. Andrea Torti
    3 gennaio 2017 alle 11:11 Rispondi

    Vediamo un po’:

    1 – Sperimentazione (nuovi ambienti, nuovi approcci, nuove relazioni);

    2 – Selezione (lasciar andare ciò che non serve più)

    3 – Ottimismo (serve sempre :D)

    • Elena
      3 gennaio 2017 alle 12:23 Rispondi

      Ciao Michè, quoto :)

      • Daniele Imperi
        4 gennaio 2017 alle 14:11 Rispondi

        Non penserai di cavartela così? :D

    • Daniele Imperi
      4 gennaio 2017 alle 14:11 Rispondi

      Ottime parole, complimenti e auguri :)

  7. Miché Miché
    3 gennaio 2017 alle 11:25 Rispondi

    Difficile mantenere i buoni propositi quando hai ben chiari i sacrifici, da fare ora, nel presente, mentre i benefici sono astratti e lontani nel tempo e nello spazio. E vogliamo parlare di tutti i fattori esterni che nel bene e nel male finiscono regolarmente per metterci a soqquadro i piani? xD
    Infatti dall’ultimo commento sono passati pochi giorni e ho già rivoluzionato i piani di lettura. Ah, la pia illusione di aver tutto sotto controllo. D:

    Le 3 utopiche parole che mi accompagneranno per tutto il 2017: sperimentazione(random), prospettivismo e socializzazione.

    P.S. Daniele, quando leggerai Essere originali. Come gli anticonformisti cambiano il mondo di Adam Grant, secondo me sugli standard qualitativi potresti cambiare idea. Soprattutto la parte secondo cui gli scrittori(e gli artisti in generale) sono dei portenti a stroncare le proprie opere, potenziali best seller, e a lodare invece le patacche. E anche quella che a fare la differenza non è la qualità ma la quantità. xD
    Scrittore avvisato… U_U

    • Miché Miché
      3 gennaio 2017 alle 11:27 Rispondi

      Pardon, sono in stato confusionale a causa del cioccolato fondente. xD

    • Daniele Imperi
      4 gennaio 2017 alle 14:12 Rispondi

      Belle parole. Spiegami che intendi per prospettivismo.
      Mi segno quel libro e vedrò di leggerlo al più presto. ;)

      • Miché Miché
        5 gennaio 2017 alle 11:03 Rispondi

        Ecco, la tua domanda è la dimostrazione perfetta di quel che intendo per prospettivismo. Non hai dato un tuo significato a quella parola ma, conscio o meno che esistono solo interpretazioni prettamente soggettive, mi hai chiesto il significato che gli do.
        Io avrei fatto esattamente l’opposto, dandogli un senso senza chiedere.
        Quello che mi auguro per il 2017, e per il resto della vita, è di prendere pienamente consapevolezza che le mie convinzioni, le mie interpretazioni, la mia visione del mondo, sono per l’appunto mie, oppugnabili perché soggettive.
        Quando ci riuscirò sarò meno estremista e più aperto ai punti di vista altrui, guadagnandoci. Però per me è più facile a dirsi che a farsi. xD

        Per farti un’idea puoi dare una letta veloce alle recensioni su Amazon USA: Originals: How Non-Conformists Move the World. :P

  8. Elisa
    3 gennaio 2017 alle 12:12 Rispondi

    – rischio (in amore, carriera e cura della persona)
    – self control (verso certi colleghi)
    – accettazione (verso ciò che posso fare per come lo posso fare e verso ciò che non posso fare o avere, dopo aver cercato di conquistarlo)

    • Daniele Imperi
      4 gennaio 2017 alle 14:13 Rispondi

      Il rischio in amore c’è sempre :D
      Auguri per le tue.

      • Elisa
        4 gennaio 2017 alle 14:59 Rispondi

        è vero, ma quello che intendo io è un rischio che coinvolge amore e lavoro assieme. Inoltre la mia dolce meta deve lottare contro… la propria natura.
        A lui mi sono ispirata per il mio racconto che voglio presentare ad un concorso. Vado a scriverlo… la scadenza è il 31/03 e visti i miei tempi sono in ritardo ;)

  9. Andrea
    3 gennaio 2017 alle 13:19 Rispondi

    – Melodie
    – Romanzi
    – Energia (vitale)

    • Daniele Imperi
      4 gennaio 2017 alle 14:14 Rispondi

      Buone anche le tue, auguri per tutte :)

  10. Marco Mameli
    3 gennaio 2017 alle 15:23 Rispondi

    Ciao Daniele,
    e un ciao anche a tutti voi che, vedo numerosi, fate parte di questa community :)
    Questo è il primo commento che scrivo sul tuo Blog, Daniele, ma ti seguo già da più di due anni. Leggere i tuoi post è diventata quasi una dipendenza per me, aspetto sempre con ansia che tu ne scriva di nuovi xD
    Bene ora che mi sono presentato, posso esprimere la mia.
    Partendo dal presupposto che la vita cerca di stravolgere di continuo le nostre decisioni e i nostri obbiettivi – per quanto saldi essi possano essere – ho deciso di mantenere un profilo tutt’altro che basso xD

    -desideri= continuità, perché come te Daniele mi pongo l’obbiettivo di scrivere, leggere e cantare( questo vale per me) ogni giorno.
    -amici e famiglia=mantenimento, perchè sono giunto, con immane fatica, ad un equilibrio nei rapporti con le persone che amo e intendo preservarlo ad ogni costo.
    -lavoro= traguardi, perché, da eterno indeciso quale sono, fino a poco tempo fa cambiavo facoltà e storie a cui lavoravo come le mie mutande e la prospettiva di non finire nemmeno un lavoro di narrativa o di non dare nemmeno un esame mi deprime moltissimo xD
    E non è tutto, un altro traguardo sarà quello di affacciarmi alle community di scrittura, commentare attivamente i post altrui e aprire un mio Blog.
    Si, lo so, è un programma tutt’altro che semplice, ma scrivendo questo commento ho posto il mio primo mattone, adesso bisogna solo continuare un mattone alla volta. ;)

    • Daniele Imperi
      4 gennaio 2017 alle 14:15 Rispondi

      Ciao Marco, benvenuto nel blog. Buoni propositi, ti auguro di realizzarli tutti :)
      Un mattone alla volta significa iniziare col piede giusto.

  11. andrea graziano
    3 gennaio 2017 alle 15:52 Rispondi

    direi 2017

    rinascita, motivazione, intraprendenza

    p.s.un refuso nel tuo scritto “Dell’autorialià ” ;)

    • Daniele Imperi
      4 gennaio 2017 alle 14:16 Rispondi

      Grazie della segnalazione, quanto odio i refusi!
      Mi piacciono anche le tue parole, auguri anche a te :)

  12. Serena
    3 gennaio 2017 alle 16:07 Rispondi

    Io sarà un mesetto che rifletto e programmo per il 2017, tre parole non mi bastano! Però l’idea mi è sempre piaciuta.
    Buon Anno, Daniele :-)

    • Daniele Imperi
      4 gennaio 2017 alle 14:17 Rispondi

      Buon anno Serena, potresti raggruppare tante parole in 3 sezioni :D

  13. giuseppina
    3 gennaio 2017 alle 16:55 Rispondi

    Grazie! Ottimo! Buon Anno!

    • Daniele Imperi
      4 gennaio 2017 alle 14:17 Rispondi

      Le tue 3 parole sono quindi grazie, ottimo e buon anno? :)

  14. Brunilde
    3 gennaio 2017 alle 18:03 Rispondi

    Buon anno a tutti!
    Sono blupennuta soltanto da qualche mese, e questo è il mio primo intervento.
    Ho sempre fatto i buoni propositi per l’anno nuovo, ed ora, la sintesi .
    Le mie tre parole 2017:
    leggerezza ( prendo sempre tutto troppo sul serio )
    selettività ( sul lavoro, nelle letture, ed anche nei rapporti umani )
    scrittura ( …! )

    • Daniele Imperi
      4 gennaio 2017 alle 14:18 Rispondi

      Ciao Brunilde, benvenuta nel blog. Belle parole anche stavolta. Auguri per le tue :)

  15. Nuccio
    4 gennaio 2017 alle 08:42 Rispondi

    Perché spezzettare la vita? È un continuum, che sia vuoto o meno. I programmi servono a poco. Buon inizio di anno.

    • Daniele Imperi
      4 gennaio 2017 alle 14:18 Rispondi

      3 parole non spezzettano la vita. Non ho parlato di spezzettamenti.

  16. eli
    4 gennaio 2017 alle 11:25 Rispondi

    Buon anno!!
    Le mie parole sono: ordine; curiosità; costanza. Nella mia vita da pigrona sono elementi mancanti ultimamente, devo porre rimedio!

    • Daniele Imperi
      4 gennaio 2017 alle 14:19 Rispondi

      Buon anno Eli. Auguri per le tue parole :)

  17. Giuseppe
    4 gennaio 2017 alle 15:06 Rispondi

    E finalmente anche io aderisco per la prima volta. Le mie tre parole si possono leggere sul mio blog.

    • Daniele Imperi
      6 gennaio 2017 alle 15:43 Rispondi

      Grazie per aver partecipato, ora mi leggo le tue :)

  18. Nani
    5 gennaio 2017 alle 02:36 Rispondi

    Buon anno, anche se in molto ritardo, a tutti quanti!
    Io non amo le tre parole, ma amo pormi degli obiettivi precisi. E ricordo che l’anno scorso, proprio qui da qualche parte sul tuo blog, li dichiarai, un po’ per gioco, un po’ sul serio. Siccome farlo mi porto’ davvero fortuna, io ci riprovo e, andando fuori tema, elenchero’ i miei obiettivi per il 2017:
    – finire il secondo romanzo gia’ iniziato l’anno scorso (finire il primo fu l’obiettivo del 2016: obiettivo quasi centrato);
    – scrivere piu’ racconti finalizzati alla pubblicazione (l’anno scorso avevo programmato di mandare i racconti in giro per il mondo in cerca di pubblicazione e sembra che il tentativo abbia portato un primo frutto);
    – aprire finalmente il blog (l’anno scorso avevo lo stesso obiettivo, realizzato solo in parte: ho pronto tutto, ma ancora fatico a trovare tempo ed energie per renderlo pubblico).
    Grazie Daniele, perche’ alcuni degli scorsi traguardi li ho raggiunti grazie a te :)

    • Daniele Imperi
      5 gennaio 2017 alle 15:22 Rispondi

      Bene, 3 obiettivi anziché 3 parole :)
      Io smanio per vedere questo blog, sbrigati. Poi mi dirai quali traguardi hai raggiunto grazie a me…

  19. Chiara (Appunti a Margine)
    5 gennaio 2017 alle 09:29 Rispondi

    Sto preparando anch’io questo post, che grazie a te è diventato un rituale da quando ho aperto il blog. Oltre alle tre parole nuove (che troverai online probabilmente stasera, o al più tardi domattina) ho deciso di recuperarne una dello scorso anno e una di due anni fa su cui devo ancora lavorare. :)

    • Daniele Imperi
      5 gennaio 2017 alle 15:24 Rispondi

      Aspetto di leggere il tuo post, allora :)

  20. luisa
    5 gennaio 2017 alle 20:14 Rispondi

    costanza ( portare a termine i progetti)
    fiducia ( dare più fiducia alle nuove amicizie)
    azione ( mettere in moto ciò che si vuole veramente)
    per me sono tre belle sfide :-)

    Ciao Daniele -un toccasana in questo periodo? Rosa canina (vitamina c) soluzione idroalcolica (se trovi la marca l’orto del centauro è più efficace) in erboristerie qualificate

    • Daniele Imperi
      6 gennaio 2017 alle 16:03 Rispondi

      Auguri per le tue parole e grazie per i consigli naturali :)
      Ho un liquore alla rosa canina, dici che va bene lo stesso? :P

      • luisa
        6 gennaio 2017 alle 18:59 Rispondi

        Dipende… anche il vin brulè specialmente durante i raffreddori fa bene ;-) ( La rosa canina è per non avere ricadute influenzali )

  21. Giuseppe Vitale
    7 gennaio 2017 alle 14:37 Rispondi

    Caro Daniele, le tre parole che hai scelto quest’anno mi sembrano efficaci, alla tua portata, ispiranti. Quindi sono sicuro che ci lavorerai con costanza e che farai un buon raccolto. Per quanto mi riguarda, invece, io le mie sono andato a pescarle dal Dizionarietto di parole del futuro di Tullio De Mauro scomparso due giorni fa. Per questo ho intitolato il mio post Tre parole per il 2017 dal dizionarietto di De Mauro.

    • Daniele Imperi
      7 gennaio 2017 alle 14:46 Rispondi

      Se saranno alla mia portata si vedrà a fine anno :D
      Grazie per aver partecipato anche quest’anno!

  22. agata robles
    15 gennaio 2017 alle 08:56 Rispondi

    le mie tre parole?
    smettere
    di
    fumare
    buon 2017 a tutti!!

  23. Daniele Imperi
    15 gennaio 2017 alle 09:50 Rispondi

    Non male le tue 3 parole :D
    C’è un libro fantastico che aiuta a smettere di fumare, lo conosci?

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.