Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

3 parole per il 2015

3 parole per il 2015

Come ogni anno dal 2012 ho accolto il suggerimento di Chris Brogan: scegliere 3 parole per creare una sorta di percorso da seguire per realizzare se stessi e le proprie ambizioni. Io, parlando in un blog su scrittura e editoria, le ho sempre tematizzate e così sarà anche quest’anno.

Ecco un riassunto delle mie tre parole nei 3 anni passati:

Nel 2012 non ho vinto la sfida che m’ero imposto, il focus c’è stato in parte e l’austerità nella scrittura mi ha soddisfatto. Nel 2013 c’è stata costanza nella scrittura, non ho raggiunto il traguardo (finire di scrivere quel K. che non ho ancora iniziato) e non ci sono stati gli esperimenti che m’ero prefissato (a dire il vero neanche me li ricordo più tutti). Nel 2014 la specializzazione ha avuto inizio, la determinazione è andata invece a farsi friggere e l’innovazione in parte s’è verificata.

Le mie 3 parole per il 2015

Io le scelgo così: mi rileggo quelle degli anni passati, scoprendo cosa sono riuscito a portare a termine e cosa no (come avete visto, non mi sono impegnato molto) e poi penso attentamente a cosa vorrei per l’anno appena cominciato, cosa mi serve, quali traguardi vorrei raggiungere.

Cambiamento

Una parola che dice molto e non dice nulla. Voglio un cambiamento, sia nella mia vita (radicale) sia nella mia scrittura, quindi portando dei risultati, che finora non ci sono stati. Voglio cambiare il modo di rapportarmi con la scrittura e di organizzare la scrittura stessa.

Il cambiamento deve dare una svolta alla mia vita e spopolare la mia mente da pensieri negativi che nuocciono a qualsiasi sogno e progetto, editoriale e non.

Voglio un cambiamento lavorativo, anche. Nella mia vita ho tentato varie strade, quella del soldato, del vignettista/illustratore, del web designer e del copywriter, ma nessuna di queste è la mia strada, nessuno di quei lavori mi ha dato soddisfazione in alcun modo. Né, ora, è ciò che desidero fare. Sono tutti lavori in cui si obbedisce ai comandi/desideri di un altro e questo non fa per me.

Condivisione

Intesa in senso generale. Un blog è soprattutto condivisione, così è come lo vedo io, almeno. Si condividono esperienze, conoscenze, riflessioni e dubbi, risorse e storie. Penna blu, quindi, continuerà a condividere tutto questo, ma vorrei farlo in modo differente, aggiungendo qualcosa che ora manca al blog. Ma di questo parleremo a breve in un sondaggio.

Condivisione è anche collaborazione. Anche qui un termine da intendere con una visione più ampia possibile. Collaborazione fra blogger, fra scrittori, fra persone animate dalle stesse passioni e dagli stessi bisogni.

Consapevolezza

Terza parola con la lettera C, ma è stato un caso. Consapevolezza di cosa? Nella scrittura è essere consapevole dei miei limiti e quindi lavorare in quel senso – e per superarli – ma anche delle mie possibilità e quindi non indietreggiare di fronte ai primi ostacoli.

Consapevolezza di dove sono arrivato e di dove devo e voglio arrivare. Consapevolezza di ciò che ho prodotto e di cosa avrei potuto produrre ancora. Consapevolezza di ciò che non ho fatto e di tutto quello che avrei potuto fare e ancora potrei fare.

Come trovare le 3 parole

Guardando dentro voi stessi. Ma sul serio, anche se quello che troverete non vi piacerà (a me non piace mai). Chris consiglia di scegliere la prima parola in funzione dei propri desideri, la seconda pensando ai propri amici e familiari e la terza alla propria attività lavorativa. Ma dice anche di fare come ognuno crede.

Se siete scrittori, blogger e copywriter, allora potete fare come me e scegliere le vostre 3 parole in base a quella tematica. Ma ovviamente sentitevi liberi di scegliere quelle che più si adattano a voi e ai vostri sogni e bisogni immediati.

Le vostre 3 parole per il 2015

Se avete un blog, scrivete un post sulle 3 parole e segnalatelo nei commenti. Se non l’avete, parlatene con un commento.

A me è sempre piaciuta come sfida. E a voi? Che ve ne pare?

Quali sono le vostre 3 parole magiche per il 2015?

3 parole per il 2015: i post dei lettori

  1. Dammi tre parole di Lisa Agosti
  2. 3 sogni e 3 parole per il 2015 di Gloria Vanni
  3. Le mie tre parole del 2015 di Serena Bianca De Matteis
  4. Tre parole per il 2015… e un sogno! di Grazia Gironella
  5. Buon 2015 a tutti! di Sara Leo
  6. Tre parole per il 2015 di Alessia Savi
  7. 3 parole a fare da guida di Rosalia Pucci
  8. Keep calm and tre parole per il 2015 di Andrea Cabassi
  9. Tre parole per il 2015 di Giuseppe Vitale
  10. Le mie 3 parole per il 2015 di Ivano Steri

54 Commenti

  1. Gloria Vanni
    1 gennaio 2015 alle 7:06 am Rispondi

    buongiorno Daniele e auguri! Che bello essere la prima a lasciare traccia di condivisione. Ho letto questo tuo post, bellissimo, è una mattina come le altre che inizia con questo viaggio intorno e dentro di te! Viaggio che mi porta a raccogliere il tuo invito e 3 parole per il 2015 sarà il mio post di lunedì 5 gennaio 2015. Due mie parole su tre sono uguali alle tue, diverse sono in parte le motivazioni e spiegazioni. Grazie per questa tua sincerità, rara in un uomo, preziosa. Che il 2015 sia per te un anno per (sor)ridere

    • Daniele Imperi
      1 gennaio 2015 alle 5:56 pm Rispondi

      Ciao Gloria, auguri a te.
      Leggerò il tuo post volentieri, allora. E buon 2015 a te :)

      • Gloria Vanni
        2 gennaio 2015 alle 10:00 am Rispondi

        Be’, non ti puoi lamentare, Daniele, mi sembra che la condivisione sia già iniziata… e forse da qui a lunedì cambierò idea sulle mie tre parole :) chissà!

  2. LiveALive
    1 gennaio 2015 alle 10:38 am Rispondi

    Tre parole non saprei trovarle, ma ho dei propositi letterari: riuscire a tornare a scrivere almeno un racconto, leggere di più (ma so già che non ce la farò…), e avere meno insicurezze sulle mie capacità.
    Buon anno Daniele, eh!

    • Daniele Imperi
      1 gennaio 2015 alle 5:57 pm Rispondi

      Buon anno a te :)
      Le hai dette le 3 parole: scrittura, lettura, sicurezza ;)

  3. Serena
    1 gennaio 2015 alle 10:45 am Rispondi

    Buon 2015, Daniele! Grazie per il primo spunto dell’anno nuovo, hai di nuovo fatto centro con me. Io sono già pronta con i buoni propositi, ho anch’io una tradizione personale che prima o poi condividerò in un post, ma questa cosa delle tre parole, che non conoscevo, mi piace da morire. Tornerò anch’io con un post sul mio blog entro il 6 gennaio. Ancora auguri!

    • Daniele Imperi
      1 gennaio 2015 alle 5:58 pm Rispondi

      Buon 2015 a te.
      Bene, un altro post sulle 3 parole da leggere, allora. :)

  4. Salvatore
    1 gennaio 2015 alle 11:05 am Rispondi

    Non so se farò un post su questo meme, ma l’idea è buona.
    Che lavoro ti piacerebbe fare, lo scrittore? Scrivere in Italia non è un lavoro e credo che, alla fine, non troveresti differenze con quello del copywriter. Tuttavia, ti auguro di riuscirci.
    La condivisione è stata la forza motrice che ha spinto me ad aprire un blog, quindi non posso che approvare.
    Se dovessi scegliere tre parole io, direi: traguardi (concludere il romanzo), socializzare (con ancora più persone nel mio blog), cambiamenti (nella vita).
    Buon 2015! :)

    • LiveALive
      1 gennaio 2015 alle 1:49 pm Rispondi

      Vivere con la scrittura è questione di fortuna più che altro. Anche se sei il più bravo, non è detto che tu sia abbastanza famoso da attirare sufficienti vendite. Però ci sono tutta una serie di lavori collegati alla scrittura che possono comunque essere soddisfacenti: collaborare con una casa editrice è fattibile. …Tempo fa avevo fatto uno stage in una associazione che gestiva la biblioteca, il museo e la pinacoteca della mia città: pensa che bello.

      • Salvatore
        1 gennaio 2015 alle 2:00 pm Rispondi

        Infatti, Live, ma non sarebbe diverso dal copywriter. Come dice Daniele: “Sono tutti lavori in cui si obbedisce ai comandi/desideri di un altro e questo non fa per me”. Lo ha detto lui… :P

        • Daniele Imperi
          1 gennaio 2015 alle 6:01 pm Rispondi

          Esatto, più o meno. Dipende da cosa fai nella casa editrice. Non ho le competenze per fare lo scopritore di talenti o l’editor, ma sarebbero lavori interessanti. Se poi la casa editrice fosse mia, sarebbe ancora meglio :)

    • Daniele Imperi
      1 gennaio 2015 alle 6:00 pm Rispondi

      Non lo scrittore, anche io so, come te, che in Italia non può essere un lavoro.
      Differenze col copywriting ce ne sono: scriverei quello che voglio io e non quello che vogliono gli altri.

      Buone anche le tue parole.
      Buon 2015 a te :)

  5. MikiMoz
    1 gennaio 2015 alle 6:01 pm Rispondi

    Bene, le tue tre parole mi piacciono molto. E, sulla condivisione… chissà, magari riesco a darti il mio guestpost :)
    Le mie tre parole? Non so se hai già letto, me ne ho scelta una sola: crossmedialità.
    Un processo già in atto e che voglio ampliare. Perché non esiste solo un modo per scrivere, e nemmeno solo un modo per leggere.

    Moz-

    • Daniele Imperi
      1 gennaio 2015 alle 6:03 pm Rispondi

      Ah, già, tu hai un guest post in sospeso con me :)
      Non ho ancora letto, ma domani rimedio. Crossmedialità mi piace. Come mi piace transmedialità.

      • MikiMoz
        1 gennaio 2015 alle 7:25 pm Rispondi

        Non avevo dubbi sul fatto che ti piacesse la TRANSmedialità :p

        Moz-

        • Daniele Imperi
          2 gennaio 2015 alle 9:22 am Rispondi

          E io non avevo dubbi che avessi fatto la battuta scontata :D

  6. Grazia Gironella
    1 gennaio 2015 alle 6:10 pm Rispondi

    Questa volta mi sa che accetterò la chiamata al meme… però le tue tre parole di quest’anno sono fantastiche, come faccio a non copiarle? Meditate, gente, meditate… Intanto, ottimo anno a te! :)

    • Daniele Imperi
      1 gennaio 2015 alle 6:17 pm Rispondi

      Ogni anno c’è qualcuno che vuole copiarmi le parole :D
      Dai, trova le tue e scrivi il post. Buon 2015 a te :)

  7. Lisa Agosti
    1 gennaio 2015 alle 7:15 pm Rispondi

    Bella idea! Mi ispira molto. Penso che l’aggiungerò alla lista dei propositi per l’anno nuovo da fare stasera. Spero ne uscirà un post.
    Interessante sapere qualcosa in più di te, visto che cerchi un cambiamento radicale e sogni una tana da hobbit (avevi commentato sul blog di Grazia) tieni presente che sul “mio” isolotto canadese c’è una casetta vuota e gratis che ti aspetta. Sarà libera per due anni, è sperduta nei boschi e ci sono hiking trails dappertutto :)

    • Daniele Imperi
      2 gennaio 2015 alle 9:19 am Rispondi

      Bene, così vediamo anche le tue 3 parole :)
      L’idea della casetta sperduta nei boschi mi attira, ma quella dell’isolotto no: preferisco la terraferma. Come si chiama l’isolotto?

      • Lisa Agosti
        2 gennaio 2015 alle 3:18 pm Rispondi

        ti scrivo stasera via mail così ti mando nome e foto. l’isolotto è lungo 180 km!

  8. Giuliana
    1 gennaio 2015 alle 8:38 pm Rispondi

    Amore: per me stessa e per la scrittura, a prescindere da ciò che mi accade attorno. Quest’anno troppi avvenimenti negativi hanno influenzato il mio lavoro scritto, causando delle lunghe pause che non mi hanno permesso di raggiungere i traguardi prefissati. Perciò, quest’anno che viene seguirò la mia strada cercando di crearmi una piccola bolla impermeabile in grado di resistere alle avversità, un luogo sereno in cui isolarmi per poter in cui scrivere ed essere me stessa.
    Coraggio: di ricominciare tutto da capo, di cercare nuove strade. Di non avere paura, di avere fiducia in me stessa, di credere che realizzare i propri sogni è possibile. A volte con il tempo si smette di crederci, ma io voglio ritrovare quella fiamma che mi animava e mi spingeva a lottare per i miei obiettivi.
    Costanza: lo so, la tiro fuori ogni anno, ma un motivo ci sarà. Potremmo trasformarla nella parola “traguardo”, ma poco cambia. Il succo è che voglio essere costante nelle mie passioni affinché possa riuscire a trasformarle in qualcosa di concreto. Scrivere per arrivare ad un’opera compiuta, un libro che – pubblicato o meno – mi faccia vedere che posso e sono in grado.
    Buon anno, Daniele, ti auguro di riuscire a realizzare i tuoi obiettivi :)

    • Daniele Imperi
      2 gennaio 2015 alle 9:21 am Rispondi

      Purtroppo, come ho anche scritto nel post, i pensieri negativi rallentano la scrittura.
      Sì, col tempo smetti di credere ai sogni. A me è successo.
      Buon anno a te e auguri anche per le tue 3 parole :)

  9. Francesco
    2 gennaio 2015 alle 10:15 am Rispondi

    Le due parole determinazione e cambiamento valgono anche per me, la terza è spensieratezza nel senso di crearmi meno aspettative e farmi meno problemi. Raggiungere degli obiettivi, ma vivendo un po’ più il presente.

    • Daniele Imperi
      2 gennaio 2015 alle 12:27 pm Rispondi

      La terza è condivisibile e bisognerebbe averla in mente sempre :)

  10. Chiara (Appunti a Margine)
    2 gennaio 2015 alle 3:23 pm Rispondi

    Accetto la sfida!!!! :)
    Troverò le mie parole seguendo il consiglio di Chris e le proporrò in uno dei prossimi post!
    Buon anno!!!

    P.S. La consapevolezza è la chiave di tutto!
    Non sarà una delle mie tre parole, perché credo di averla già interiorizzata.

    • Daniele Imperi
      2 gennaio 2015 alle 4:02 pm Rispondi

      Ottimo :)
      Sì, la consapevolezza è importante. Buon anno a te :)

  11. Kinsy
    4 gennaio 2015 alle 7:53 am Rispondi

    Fiducia, nel libro che sta uscendo.
    Esperimento, voglio sperimentare cose nuove, provando stili e tecniche nuovi.
    Perseveranza, anche se non avrò un grande successo con il mio libro, continuerò a scrivere e a provare. Il 2014 è stato molto difficile, ma per una cosa è stato positivo: non ho rimpianti dal punto di vista della scrittura, ho provato diverse cose e, anche se non tutte sono andate come speravo, mi sono buttata e posso dire che almeno ci ho provato.

    • Daniele Imperi
      4 gennaio 2015 alle 9:42 am Rispondi

      Ottime anche le tue parole. Auguri allora per il nuovo romanzo e i futuri lavori :)

  12. Kriss Cunego
    4 gennaio 2015 alle 10:19 pm Rispondi

    Ciao Daniele, bentrovato e Buon 2015!!! Le tue tre parole sono uguali alle mie e hanno più o meno motivazioni simili.Innanzitutto perché c’è sempre bisogno di rinnovarsi e questo è necessario in un processo di Cambiamento :il cambiamento è’ catarsi,evoluzione,rinascita.Personalmente sono ben predisposta ai cambiamenti e sono convinta facciano bene alla salute.
    La Condivisione e’ un’altra parola che mi appartiene da sempre e credo nella condivisione scritta come memoria da lasciare su un diario di vita quanto a quella verbale come scambio ,crescita e momento d’incontro con l’altro.
    Infine la Consapevolezza:avere sempre l’attenzione su chi sei,dove sei e dove stai andando significa vivere la tua esistenza nel qui e ora sempre presenti (oggi purtroppo siamo immersi troppo è troppo spesso nel mondo virtuale per svariate ragioni e sarebbe bene ogni tanto sollevare la testa da uno smartphone e quant’altro per posare il nostro sguardo su qualche cosa di concreto e reale semplicemente per vivercelo qui , ora !)
    Quindi ti ringrazio per avermi dato l’opportunità di riflettere su le mie tre parole (con annessi i miei buoni propositi ) per questo 2015 e per aver inventato questo blog che spero mi aiuterà a scrivere il Romanzo della mia Vita.Ancora Tanti Auguri
    Kriss

    • Daniele Imperi
      5 gennaio 2015 alle 7:50 am Rispondi

      Ciao Kriss e benvenuta nel blog.
      Sono d’accordo sullo staccare il viso da computer e smartphone, che a me personalmente stanno diventando quasi insopportabili. Sto cercando di limitarne l’uso e ho iniziato, almeno in questi giorni di feste, di chiudere il computer intorno alle 19.
      Auguri per le tue 3 parole e per il nuovo anno :)

  13. Ivano
    4 gennaio 2015 alle 10:43 pm Rispondi

    Ciao Daniele, buon anno!
    Accetto la proposta: scriverò anch’io un post sulle mie tre parole per il 2015 e poi lo linkerò qui.
    Ci sentiamo per l’Epifania o giù di lì!

    A presto
    Ivano

    • Daniele Imperi
      5 gennaio 2015 alle 7:55 am Rispondi

      Ciao Ivano, buon anno a te :)
      Grazie per aver accettato la proposta e a rileggerci, allora.

  14. Gloria Vanni
    5 gennaio 2015 alle 12:24 am Rispondi

    Et voilà, Daniele, le mie 3 parole per il 2015 sono fuori, bonne nuit! Non ho copiato, giuro: due su 3 sono le stesse :)

    • Daniele Imperi
      5 gennaio 2015 alle 7:59 am Rispondi

      Grazie Gloria, me le leggo subito :)

  15. Benvenuto 2015! | Scrivendo digitale
    6 gennaio 2015 alle 12:17 am Rispondi

    […] sul quale ho letto post molto interessanti. Uno in particolare, “3 parole per il 2015″ (http://pennablu.it/3-parole-2015/) dove l’autore invita a scegliere 3 parole per questo nuovo anno e con queste poche righe […]

  16. Sara
    6 gennaio 2015 alle 12:23 am Rispondi

    Ciao Daniele,
    proprio ieri ho scoperto il tuo blog e lo trovo molto interessante. Ho accettato subito la sfida e ho scelto 3 parole per il 2015. Se vorrai, potrai leggere il mio post sul blog http://scrivendodigitale.wordpress.com/, dove mi son permessa di citare l’indirizzo del tuo sito e dell’articolo. Grazie per lo spunto di riflessione e buon anno.
    Sara

    • Daniele Imperi
      6 gennaio 2015 alle 8:47 am Rispondi

      Ciao Sara e benvenuta.
      Grazie per aver partecipato e buon anno a te.

  17. Tre parole chiave per il 2015
    6 gennaio 2015 alle 2:13 pm Rispondi

    […] che volentieri l’ennesima – graditissima – provocazione di Daniele Imperi di Pennablu.it, che in questo post, ispirato da Chris Brogan, ci chiede le nostre tre parole per il 2015. Qualche anno fa sono […]

  18. Serena
    6 gennaio 2015 alle 2:20 pm Rispondi

    Eccomi! Promessa mantenuta. Le mie tre parole le trovi qui: http://serenabiancadematteis.com/2015/01/06/le-mie-tre-parole-del-2015/
    Grazie ancora per lo spunto e felice 2015!

    • Daniele Imperi
      6 gennaio 2015 alle 5:05 pm Rispondi

      Grazie della partecipazione, vado a leggere :)

  19. Grazia Gironella
    6 gennaio 2015 alle 4:45 pm Rispondi

    Ecco qui le mie tre parole, con un sogno in più: http://scriverevivere.blogspot.it/2015/01/tre-parole-e-un-sogno.html. Gli auguri non te li rifaccio, o mi tiri una scarpa! ;)

    • Daniele Imperi
      6 gennaio 2015 alle 5:06 pm Rispondi

      Bene, ora mi leggo anche il tuo, grazie per aver partecipato :)

  20. Alessia Savi
    6 gennaio 2015 alle 10:05 pm Rispondi

    Domani su questi teleschermi, la mia top 3!
    Per ora, posso dirti che sono: Costanza, Tempo e Viaggiare.
    Ma le tue tre C mi piacciono: specie condivisione, l’animo che – come sempre – ti contraddistingue e muove ogni post di Pennablu (^^)

    • Daniele Imperi
      7 gennaio 2015 alle 7:58 am Rispondi

      Della serie bisogna avere tempo per viaggiare con costanza? :D

      • Alessia Savi
        10 gennaio 2015 alle 8:39 pm Rispondi

        Come fai tu i riassunti nessuno mai!

  21. Ryo
    8 gennaio 2015 alle 2:09 pm Rispondi

    Se ne hai ancora la forza, ecco il mio tris: http://www.ryo.it/2015/01/08/keep-calm-tre-parole-per-il-2015/ ciao e grazie per lo spunto (doppio, in realtà ;-) )

    • Daniele Imperi
      8 gennaio 2015 alle 2:45 pm Rispondi

      Grazie anche a te della partecipazione, leggo volentieri :)

  22. maurap
    8 gennaio 2015 alle 4:42 pm Rispondi

    Fatto, Daniele. Ho postato l’articolo con le tre parole. Grazie, è stato un esercizio utile e divertente.
    http://scriverelavita.altervista.org

    • Daniele Imperi
      9 gennaio 2015 alle 8:13 am Rispondi

      Grazie anche a te :)

  23. Giuseppe Vitale's Blog
    9 gennaio 2015 alle 4:55 pm Rispondi

    […] vostre tre parole nei commenti E, magari, divertitevi anche voi a raccogliere l’appello di pennablu.it come ho fatto […]

  24. Giuseppe Vitale
    9 gennaio 2015 alle 4:58 pm Rispondi

    Io ho scelto tre parole con la “m” quest’anno: mastello, mamma e mezcla. Scusate se inserisco il link al post ma vorrei contribuire anche io al dibattito spiegando le mie tre scelte: http://bit.ly/1wRBPAr

    • Daniele Imperi
      9 gennaio 2015 alle 4:59 pm Rispondi

      Grazie, Giuseppe, ora leggo e poi ti aggiungo all’elenco a fondo post :)

  25. Le mie 3 parole per il 2015 - Comunicat-ivo.it
    16 gennaio 2015 alle 11:22 pm Rispondi

    […] primo gennaio, raccogliendo il suggerimento di Chris Brogan (lo fa dal 2012), ha scelto le sue tre parole per il 2015 e ha invitato i suoi lettori a fare lo stesso. Raccolgo la proposta e anch’io le mie […]

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.