Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Poe inventò davvero il genere poliziesco?

PoeLa data del 20 aprile 1841 segna, di consuetudine, la nascita del genere letterario poliziesco. È il giorno in cui fu pubblicato il famoso racconto di Edgar Allan Poe I delitti della Rue Morgue (The Murders in the Rue Morgue) sulla rivista Graham’s Magazine, a Filadelfia.

Racconti di questo genere, però, sembra siano iniziati prima. Quello di Poe, dunque, non fu il primo racconto poliziesco, poiché la storia Mordet på Maskinbygger Roolfsen (L’assassinio del macchinista Roolfsen) dello scrittore norvegese Mauritz Hansen uscì ben due anni prima, nel 1839.

Mauritz Hansen

Mauritz HansenMaurits Christopher Hansen nacque il 5 luglio 1794 e morì il 16 marzo 1842 a Kongsberg. Fu anche scrittore di libri scolastici, insegnante e direttore scolastico.

Diede il via alla prima produzione letteraria della Norvegia indipendente, anticipando le idee nazionalromantiche. Viene considerato il fondatore del romanzo norvegese, lo scrittore del primo racconto bucolico norvegese e del primo romanzo poliziesco del mondo.

È più conosciuto per le sue novelle, specialmente Luren, molte delle quali sono storie poliziesche. Hansen, che fu influenzato da Walter Scott, avrebbe a sua volta ispirato Henrik Ibsen, che ha imparato la sua tecnica di narrazione retrospettiva proprio dai testi di Hansen.

Trama del romanzo “Mordet på Maskinbygger Roolfsen”

Mordet på Maskinbygger RoolfsenIl macchinista Roolfsen, un bravo ragazzo che fa servizio in una miniera d’argento, scompare senza traccia dalla saletta di un’osteria a Bussedalen, in una tarda serata d’autunno. In lontananza si sentono latrati e spari. In città comincia a circolare il sospetto di un omicidio. Il pretore, l’assessore Johannes Barth, si mette subito a indagare.

Il pettegolezzo ha indicato il locandiere Herman Haitler e la sua famiglia come sospettati principali. Il più alto funzionario di Kongsberg pensa che Barth non riesca ad arrestare abbastanza rapidamente i colpevoli. A causa di questo nasce un conflitto fra i due. La rete pian piano si stringe sul colpevole, che alla fine viene scoperto, attraverso quello che viene definito un colpo di genio letterario. Un farmacista viene tirato dentro come chimico legale e il fatto si chiarisce.

Nelle storie poliziesche di Hansen il delitto gioca un ruolo centrale nell’azione. Mordet på maskinbygger Roolfsen, per i dettagli sull’ambiente e sulla società del tempo, è anche un chiaro e primo esempio di romanzo realistico.

Un commento

  1. Perché leggo i gialli
    21 dicembre 2012 alle 05:00 Rispondi

    […] In realtà è un racconto: I delitti della Rue Morgue di Edgar Allan Poe, la storia con cui ufficialmente si fa nascere il genere poliziesco, sottogenere del giallo, anche se in un mio articolo parlai di come fu lo scrittore norvegese Mauritz Hansen a scrivere il primo romanzo poliziesco. […]

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.