Quando usare le maiuscole (e quando no)

Grammatica

Spesso trovo articoli in rete con un uso smodato di maiuscole. Un abuso di maiuscole. Tornando indietro nel tempo, alle scuole elementari, ricordo che mi insegnarono che le maiuscole vanno usate per i nomi propri e quelli geografici, non certo per gli oggetti, per i sostantivi e simili.

Perché scrivere Web e non web? Perché scrivere Rete, Marketing, Prodotti e non rete, marketing, prodotti?

Una volta lessi un articolo in cui l’autore aveva messo al maiuscolo ogni sostantivo e ogni aggettivo. Era illeggibile. Oppure si ha la tendenza a scrivere in maiuscolo ogni parola del titolo di un articolo. All’americana. Ma noi siamo italiani, scriviamo dunque nella nostra lingua.

L’uso delle maiuscole deve essere limitato a quando è veramente necessario. La tendenza è quella di voler dare risalto a determinate parole chiave, di voler richiamare l’attenzione del lettore su quelle precise parole. Bene. Per fare questo esiste il grassetto. Non il tasto shift.

Limitate quindi le vostre maiuscole ai nomi propri, ai nomi dei popoli, ai nomi topografici e geografici, alle parole dopo la fine di un periodo (punto, punto esclamativo e interrogativo), a quelli delle stagioni e delle festività.

8 Commenti

  1. Fabrizio Danesi
    martedì, 23 Novembre 2010 alle 18:40 Rispondi

    Il contenuto mi trova in completo accordo, il titolo no! L’avverbio negativo non non va mai usato isolatamente avendo bisogno sempre di appoggiarsi alla parola che segue (sia logicamente che tonicamente).
    Si doveva scrivere: (e quando no).
    Esempi: vuoi venire o no? vuoi andare o non andare?
    Ti piaccia o no…. Ti piaccia o non ti piaccia…

  2. Daniele Imperi
    martedì, 23 Novembre 2010 alle 18:55 Rispondi

    Ciao Fabrizio,

    grazie dell’appunto, hai ragione, ho corretto il titolo :)

  3. Michela
    mercoledì, 24 Novembre 2010 alle 14:22 Rispondi

    Che bello… rivalutare gli strumenti dell’italiano! Che gioia :) (Anche se sui titoli in maiuscolo mi confesso colpevole e perseverante, A ME MI piacciono).

    Sai un’altra cosa che ogni volta mi dà il mal di denti? L’uso reiterato di sei, otto, dodici segni di punteggiatura: tre punti esclamativi, sedici puntini di sospensione, otto punti interrogativi… e santo chiodo!

    Spero che un giorno ne scriverai…:)

  4. Daniele Imperi
    mercoledì, 24 Novembre 2010 alle 14:58 Rispondi

    Sì, è previsto un articolo anche sui punti esclamativi e interrogativi :)

    E abbasso i titoli in maiuscolo! :D

  5. Il meglio di Penna Blu – Novembre 2010
    mercoledì, 1 Dicembre 2010 alle 6:53 Rispondi

    […] Continua a leggere l’articolo Quando usare le maiuscole (e quando no). […]

  6. Come riscrivere un vecchio post
    lunedì, 15 Aprile 2013 alle 6:01 Rispondi

    […] Quando usare le maiuscole del 23 novembre 2010: è al 2° posto. […]

  7. luciano
    giovedì, 21 Maggio 2020 alle 22:48 Rispondi

    Non sono d’accordo! Su termini non importanti ok ma, a volte, si scrive Maiuscolo per Dare Enfasi, quasi a Metterci Spirito, ad esempio io la Parola Amore che x me è Dio la metto quasi sempre o addirittura Sempre in Maiuscolo e le Do Rilievo, a mio modesto avviso, Spirituale…

    • Daniele Imperi
      venerdì, 22 Maggio 2020 alle 8:09 Rispondi

      Ciao Luciano, benvenuto nel blog. Non sarai d’accordo, ma la regola sulle maiuscole è questa. L’enfasi si dà con il corsivo, non con il maiuscolo.

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.