Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Scrivere recensioni di libri

Scrivere recensioni di libriDa diversi anni porto avanti, periodicamente, un blog interamente dedicato alle recensioni di libri. Le prime che ho scritto erano un po’ scarne, come sempre succede quando si inizia a scrivere qualcosa di nuovo.

Col tempo si sono fatte più lunghe e accurate, talvolta analizzando vari elementi dell’opera letteraria. È normale, poiché l’esercizio è aumentato e si riesce ad approfondire e capire anche la tipologia di testo che si sta scrivendo.

Non sono recensioni professionali, nel senso che io non sono un critico letterario né voglio esserlo. Io sono un lettore e scrivo ciò che il libro mi lascia. Non ha importanza che io stia recensendo un’opera considerata un capolavoro.

Se a me quel capolavoro – com’è successo diverse volte – non ha lasciato nulla di positivo o mi ha perfino annoiato, non scriverò una recensione positiva. Ma sarà negativa dal mio punto di vista, sarà quindi soggettivamente negativa.

Che cosa considerare nella recensione di un libro

  • Fluidità della narrazione: la lettura del romanzo scorre? Riesce a coinvolgere il lettore? Ne tengo sempre presente, perché è una delle prime caratteristiche di un libro che noto.
  • Obiettività: chi recensisce deve essere obiettivo, ma non sempre è facile. Ubik viene osannato, ma la mia recensione è stata solo negativa. Anche Il volo del drago è considerato un valido romanzo, anche se a me non è piaciuto molto, ma ho comunque riconosciuto che ha un suo valore.
  • Stile: analizzare lo stile di scrittura può essere di utilità per chi legge. L’autore usa spesso metafore? La storia è ricca di dettagli? È una scrittura sobria o barocca? È decisa e spietata o sdolcinata?
  • Personaggi: riuscire a capire quanto sono credibili i personaggi e se sono stati ben realizzati è uno dei compiti di chi recensisce e è un elemento da inserire nella recensione.
  • Struttura dell’opera: parlo della suddivisione della materia ma anche della linearità o dell’intreccio della trama. Dell’uso di flashback, anche. È un romanzo in forma di diario? I capitoli sono inseriti come di consueto o l’autore ha dato un tocco personale alla sua opera?
  • Collegamenti con altre opere: talvolta parlo di qualche collegamento del libro in questione con altri. Non solo se si tratta di una trilogia o di una saga, ma anche se il romanzo ha elementi comuni con romanzi di altri autori.
  • Considerazioni personali: non possono mancare. Sono una sorta di giudizio finale al libro letto. Se da una parte bisogna essere obiettivi, in questa obiettività c’è comunque una personale riflessione sull’opera letta, su ciò che ci ha lasciato, che ci ha comunicato. Ha soddisfatto le nostre aspettative? Ha mantenuto quello che ha promesso nel suo incipit?

Scrivere recensioni su richiesta

Non è possibile e per vari motivi. La lettura è personale e nessuno può – e dovrebbe – chiedere a qualcun altro di leggere una propria opera e recensirla. E il discorso si estende in generale agli editori, che sono soliti scrivere ai blogger per chiedere recensioni.

Perché non scrivere recensioni su richiesta?

Rispondo con due domande.

  1. L’autore è davvero pronto – e maturo – per accettare ogni critica che potrà leggere nella mia recensione?
  2. L’editore è davvero pronto – e maturo – per accettare ogni critica che potrà leggere nella mia recensione?

Perché non scrivo recensioni su richiesta?

  1. Perché voglio leggere quello che voglio.
  2. Perché posso non essere interessato alle letture proposte.
  3. Perché può non piacermi il genere letterario di quelle opere.
  4. Perché non saranno recensioni veramente obiettive.
  5. Perché non posso garantire di leggere a breve quei libri.
  6. Perché non posso garantire che finirò di leggere quei libri.
  7. Perché non mi piace scrivere recensioni su richiesta.

Le vostre recensioni

Scrivete recensioni di libri? Come le scrivete? Avete mai scritto recensioni su richiesta?

7 Commenti

  1. Lucia Donati
    11 settembre 2012 alle 11:15 Rispondi

    Ho scritto parecchie recensioni di libri e in questo periodo collaboro anche con un sito che le pubblica. Per quel che riguarda l’argomento “recensioni”, forse avrai letto un mio post al riguardo. Se non l’avessi letto e se ti fa piacere puoi visionarlo sul mio blog (riassumere il mio pensiero al riguardo sarebbe troppo lungo per un commento…).

  2. Romina Tamerici
    11 settembre 2012 alle 18:26 Rispondi

    Io scrivo pseudorecensioni, nel senso che sono troppo soggettiva e non affronto tutti i punti che dovrebbero esserci in una vera recensione, ma mi piace parlare di un libro e di quello che mi ha lasciato. Mi capita a volte che qualcuno mi chieda un parere su un suo libro, ma scrivo una recensione solo se desidero farlo, dato che non lo faccio per lavoro ma per passione e quindi non voglio avere vincoli.

  3. Carlo
    13 settembre 2012 alle 07:31 Rispondi

    Ottimo post, ben strutturato e ricco di spunti come sempre. Anche a me piace scrivere sui libri che ho letto. Non mi permetto di chiamarle recensioni, sono solo la descrizione di ciò che il libro mi ha lasciato, ma poiché mi piace molto parlare di libri, mi sembra un modo per farlo anche con persone con le quali non ho contatti diretti.

  4. Cosa NON scrivere nel blog
    24 aprile 2013 alle 19:58 Rispondi

    […] scrivere recensioni per i libri di autori emergenti. Ne ricevo spesso sia qui sia in un altro blog. Scrivere una recensione è un atto spontaneo per il […]

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.