Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Come scrivere più contenuti nel blog

Contenuti nel blog

Un blogger deve produrre sempre nuovi e interessanti contenuti per il proprio blog, non deve ripetersi, deve scrivere quindi ogni giorno – o comunque ogni qualvolta pubblica – articoli unici e originali.

Trovare un modo, anzi dei metodi, per scrivere più contenuti nel blog snellisce il lavoro del blogger. Ci sono articoli che non vanno scritti, come ho spiegato il mese scorso, che abbassano il livello qualitativo del blog, ma esistono anche tante idee che permettono al blogger di scrivere ottimi post.

In questo articolo ho individuato sei metodi da usare nel proprio blog per avere a disposizione più contenuti, oltre quelli che già il blogger da sé riesce a produrre.

Creare risorse leggendo altri blog

Un blogger deve leggere altri blog sul proprio argomento: alcuni di quei post possono essere risorse utili per i suoi lettori. Potrebbe nascere una rubrica sul meglio letto nella blogosfera su uno specifico tema, per esempio, con cadenza periodica, o anche semplicemente un post che riunisca alcuni articoli di particolare interesse.

Come creare una risorsa

  • Segnare in un file gli articoli che ci hanno colpito e organizzarli secondo gli argomenti trattati.
  • Quando per un argomento si raggiunge un numero sufficiente di post, riunire quei post in un articolo da segnalare nel blog.
  • Titolo, estratto e link al post originale sono il minimo richiesto per citare quella risorsa.
  • Scrivere un’introduzione che spieghi ai lettori di cosa tratta il post.
  • Scrivere un commento personale per ogni post citato è un valore aggiunto.

Un esempio di risorse

Romina Tamerici nel suo blog ha creato la rubrica mensile Il meglio della blogosfera: si tratta di un post che raccoglie vari articoli, tutti organizzati secondo il proprio argomento, anche se ruotano tutti su temi letterari.

Cercare collaboratori

Avete mai pensato a creare un blog multiautore? Non parlo di guest blogger, ma di co-blogger, un amico, un collega, una persona fidata, dunque, con cui portare avanti il blog. Non dico di trasformare il vostro blog, anche se ovviamente è possibile, ma di pensare a uno o più collaboratori per un prossimo blog da lanciare.

L’utilità è facile da intuire: il lavoro del blogger viene diminuito, perché il calendario editoriale non graverà più tutto sulle sue spalle, ma anche su quelle di altri.

Un esempio di blog con collaboratori

Il blog Copyblogger ha un nutrito staff di almeno 15 blogger che scrivono contenuti. In questo modo la produzione di post è sempre assicurata e ogni blogger ha tempo sufficiente a disposizione per pensare e scrivere i propri contributi.

Accettare guest blogger

Ho parlato spesso dell’importanza di ospitare nel proprio blog altri blogger: si ottiene un vantaggio per entrambi. Scrivete delle linee guida su come accettare articoli e le proposte non mancheranno di arrivare, specialmente se vi proponete per primi a scrivere un guest post per altri blog.

Un esempio di guest post

Nella mia pagina dedicata ai guest blogger potete vedere quanti hanno contribuito a far crescere Penna blu e nella sezione sui guest post potete leggere i loro contributi.

Riscrivere vecchi post

Ci sono articoli non più utili nei blog: o perché il blogger ha nel frattempo altre idee su certi temi o perché ha parlato di qualcosa non più valido oggi. Ho parlato di come riscrivere un vecchio post, illustrando quando e perché conviene scrivere da capo un articolo.

Analizzate dunque i contenuti prodotti finora: sono ancora tutti validi? C’è qualcosa che può e deve essere riscritto?

Trasformare post in slide o infografiche

Alcuni articoli possono esseri riproposti in altra forma, offrendo sempre contenuti di qualità ai lettori. Ci sono serie di post che si possono trasformare in slide: gli articoli assumono una sorta di guida da leggere come su una lavagna luminosa.

Altri articoli si possono inserire in un’infografica: richiede un certo lavoro, ma sono molto apprezzate e vengono condivise.

Criticare altri post

Non siete d’accordo su qualcosa che avete letto? Scrivete un post critico contro quel post. Non si tratta di fare polemica e più in là parlerò proprio di cosa significa fare polemica nel proprio blog e perché è bene evitarla. Ma si tratta di offrire un’opinione differente ai propri lettori.

Come create più contenuti nel vostro blog?

Avete mai usato queste tecniche per produrre più articoli nei vostri blog? Ne potete suggerire altre?

16 Commenti

  1. Cristiana Tumedei
    20 maggio 2013 alle 07:43 Rispondi

    La ricerca di nuove idee per i post è un processo che, tutto sommato, mi riesce senza troppe difficoltà. Credo che la spiegazione sia semplice: il mio blog è appena nato e conta all’attivo solo due centinaia di articoli. Quindi credo sia normale avere ancora parecchie idee da proporre ai lettori.

    Oggi offri dei consigli interessanti. Sicuramente seguo il primo e il terzo. Ultimamente, poi, mi sono dedicata a qualche esperimento con slide e immagini. Nel mio caso, però, non ho ripreso vecchi post, ma trattato nuovi argomenti. Sai che, invece, sarebbe divertente creare le slide per le due guide che ho realizzato? Grazie per il suggerimento ;)

    • Daniele Imperi
      20 maggio 2013 alle 07:57 Rispondi

      Anche a me riesce senza problemi. Come già sai, il mio calendario editoriale è pronto fino a fine novembre, anzi nel frattempo ha anche preso metà dicembre. Ovviamente per un blog giovane è più semplice questo processo. Ma siamo proprio sicuri? Mi hai appena dato un’ennesima idea per un post, grazie :)

      Il 2° è valido, ma a me personalmente non interessa.

      Certo che è divertente – e anche utile – se crei le slide per le tue guide. Secondo me possono essere viste come una sorta di riassunto visuale su ciò che hai scritto. Il lettore legge la tua guida, in ebook, e alla fine si vede le slide per fissare meglio nella mente quei concetti.

      • Cristiana Tumedei
        20 maggio 2013 alle 08:04 Rispondi

        Figurati per l’idea, con te mi capita di cederle involontariamente :D

        Sai che, visti i dubbi che ho sul blog e che tu conosci, avevo pensato alla seconda opzione per alzare il livello dei contenuti?

        • Daniele Imperi
          20 maggio 2013 alle 08:07 Rispondi

          Un collaboratore fisso, dici? Quindi un blog a 4 mani, in pratica o una sorta di “consigliere”? Se lo credi opportuno, va bene certamente.

          • Cristiana Tumedei
            20 maggio 2013 alle 08:15

            In realtà avevo in mente di cedere il mio blog a qualcuno, un gruppo forse, che sarebbe in grado di dargli il giusto valore. Un modo per evitarne la morte che, allo stato attuale delle cose, pare inevitabile.

        • Daniele Imperi
          20 maggio 2013 alle 08:09 Rispondi

          E per l’idea oggi siamo pari ;)

  2. Daniele Imperi
    20 maggio 2013 alle 08:27 Rispondi

    Cristiana Tumedei

    In realtà avevo in mente di cedere il mio blog a qualcuno, un gruppo forse, che sarebbe in grado di dargli il giusto valore. Un modo per evitarne la morte che, allo stato attuale delle cose, pare inevitabile.

    Ah, addirittura una decisione così drastica… Ho un’idea, se vuoi: parliamone insieme, quando ti va. Perché forse ci sono altre soluzioni che faranno innalzare il livello del blog. Poi, chiaramente, sarai tu ad avere l’ultima parola, a ritenere cioè le mie idee valide o meno per te e il tuo blog.

    • Cristiana Tumedei
      20 maggio 2013 alle 08:49 Rispondi

      Sai cosa, Imperi? Sono già abbastanza convinta della debolezza del progetto e non mi piace l’idea di proporre ai lettori un prodotto che non ritengo essere di qualità. Quindi, non so, credo sia meglio evitare e lasciare che siano altri, se lo vorranno, a dare la giusta dimensione a QuiCopy.

      • Daniele Imperi
        20 maggio 2013 alle 08:56 Rispondi

        Ho capito che intendi. Ma parlarne non costa nulla e sarai comunque tu a decidere il da farsi. Se vuoi, sai come trovarmi ;)

  3. Alessandro Madeddu
    20 maggio 2013 alle 10:44 Rispondi

    C’è la tecnica della matrioska, o delle scatole cinesi: scrivere post che sviluppano dettagli accennati in altri post. E dopo qualche mese un argomento qualunque si trova sviscerato fino al livello subatomico.

    • Daniele Imperi
      20 maggio 2013 alle 10:54 Rispondi

      Hai ragione Alessandro e il bello è che ho usato già questa tecnica varie volte qui :D

      • Alessandro Madeddu
        20 maggio 2013 alle 11:43 Rispondi

        Mi sembra anche utile, no? Ci sono navigatori che girano per il web cercando proprio i dettagli.

  4. Lucia Donati
    20 maggio 2013 alle 11:48 Rispondi

    Ho già trattato tempo fa in alcuni post come si possa riscrivere un articolo e anche come lo si possa fare prendendo una voce e sviluppandola. Leggo altri blog e non solo letterari, commentando in quelli che preferisco o che mi ispirano. Da pochissimo ho riutilizzato molti post per creare in una pagina apposita una risorsa per i lettori sempre disponibile, organizzata per argomento. Le idee non mi mancano, anzi, non riesco a star loro dietro; quello che mi manca è il tempo, in questo momento: progetti di scrittura prioritari. Collaboratori? Fino a questo momento non ci ho pensato.

  5. Kinsy
    20 maggio 2013 alle 18:07 Rispondi

    Come al solito ottimi consigli. Ma ti propongo un post nuovo: come trovare il tempo! Ho davvero poco tempo e quando riesco a ricavarlo, cerco di usarlo per scrivere racconti o (meglio) procedere con il mio romanzo, così il blog langue, anche se non avrei mai il coraggio di chiuderlo…

    • Daniele Imperi
      20 maggio 2013 alle 18:08 Rispondi

      Grazie dell’idea, ci penso sicuramente e in futuro scriverò un post :)

      • Kinsy
        20 maggio 2013 alle 18:17 Rispondi

        Onorata di averti ispirato io per una volta!

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.