Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Cross blogging

Cross blogging

Dare una definizione tecnica e accademica di cross blogging è forse impossibile e riduttivo, proprio per la sua natura incrociata. L’unica parola che potrebbe spiegarne appieno il significato è coinvolgimento: coinvolgere altri blogger nel modo più opportuno.

Un esempio letto in rete di cross blogging prevedeva domanda e risposta fra due blogger. Il blogger A ha scritto nel suo blog di aver chiesto un parere al blogger B, che a sua volta gli ha risposto nel proprio blog. Due post, dunque, connessi e collegati. Una sorta di mini intervista a distanza. Potete leggere un esempio nel post What Is Cross Blogging? di Debra Conrad.

Ma cross blogging è anche altro. Cosa? Tutto ciò che vi viene in mente per creare post con altri blogger che prevedano connessioni “fisiche”, tematiche e concettuali insieme.

Cross blogging: i post gemellati

Tempo fa, senza neanche rendermene conto, ci sono stati due post in cross blogging nel mio blog: erano i post gemellati di cui ho scritto nell’articolo sui post a più mani. In quel caso avevo parlato di due articoli scritti insieme ai blog di Neri Fondi e Cristiana Tumedei.

Si è trattato di post sullo stesso argomento e con lo stesso titolo. Avevano due finalità differenti, ma è stato bello leggere le due versioni, se possiamo chiamarle così.

Post gemellato sul tema scrittura

La settimana scorsa è uscito un nuovo post gemellato, altro esperimento di cross blogging. Insieme a Katia Anna Calabrò abbiamo scritto un articolo su come viviamo noi la scrittura. Tutto è nato da uno scambio di tweet e è finito in una sorta di post-intervista a se stessi.

Lo scrittore nudo, questo il titolo che abbiamo dato al nostro articolo. Stesso titolo, dunque, stessa data, due punti di vista differenti, ma non troppo, sul nostro essere e sentirci scrittori.

Cross blogging: il 1° esperimento di post incrociati

Nel primo esperimento di cross blogging a post incrociati ho voluto coinvolgere alcuni blogger che seguo con interesse su Twitter. Non ricordo come sia nata quest’idea, ma ultimamente mi sto interessando alla crossmedialità a 360°, una narrazione che, secondo me, permette di stimolare la creatività e migliorare la comunicazione e la crescita personale e professionale.

Da crossmedialità a cross blogging il passo è stato breve. L’idea è stata molto semplice nella sua nascita: radunare un gruppo di blogger che trattano temi distanti fra loro e coinvolgerli in un progetto comune. Una sfida che mi piaceva proprio per la difficoltà di metterla poi in pratica.

Ho pensato così a Sylvia Baldessari, che si occupa di educazione, Francesco Magnani, fotografo, Giuseppe Palomba, che tratta di arte, e Roberto Gerosa, social media manager. Infine il sottoscritto, che parla sempre di scrittura.

Come mettere insieme tutte queste figure? La soluzione è arrivata proprio da una di queste, anche se involontariamente. Educazione. Potevo far parlare ognuno di noi di educazione, rapportata al tema che trattiamo.

La proposta è stata accolta e così ognuno ha creato un articolo in cui univa i propri temi all’educazione e a fine post ci siamo linkati a vicenda per far leggere i vari contribuiti a tutti i nostri lettori.

Come fare cross blogging

Non ci sono regole: bello, vero? Incrociate i vostri blog nel modo che volete, usate tutta la vostra creatività e date vita a un post che vive di vita propria, sì, ma si nutre e si completa anche grazie ad altri post connessi.

Altri esempi di cross blogging

  • Anche un meme è un esempio di cross blogging.
  • O una serie di post di vari blog che criticano un altro post, segnalando poi tutti i contenuti in un unico articolo.

Perché fare cross blogging

Vedo solo dei vantaggi in questa forma di blogging.

  1. Collaborazione: si instaura una collaborazione fra blogger, si approfondisce la conoscenza con altre persone e altre figure professionali.
  2. Interazione: ho notato una maggiore interazione sia su Twitter, sia nei nostri rispettivi blog. I post incrociati incuriosiscono e stimolano.
  3. Traffico: i link portano traffico. Ci si linka a vicenda e questo ci fa guadagnare visite e nuovi lettori.
  4. Coinvolgimento: l’interazione è coinvolgimento. Le persone si sentono parte di un progetto, il blogging diventa dinamico e collaborativo e non più statico e monocorde.
  5. Creatività: il cross blogging stimola la creatività dei blogger, specialmente quando i blog hanno argomenti distanti fra loro. È una sfida che i blogger devono riuscire a vincere.

Cross blogging: novità in arrivo

Adesso ho deciso di riproporre alle stesse persone, e magari anche ad altre che potrei aggiungere, un altro esperimento di cross blogging, ma più complesso. Quello proposto in realtà era facile, in fondo ho suggerito un tema. No, questa volta si dovrà andare oltre, questa volta il cross blogging sarà più articolato, ma sempre con l’unica regola da rispettare: non ci sono regole.

Incrociate i vostri blog

Lo avete mai fatto? No? Che aspettate a farlo? Il post è finito, ora tocca a voi proporre le vostre idee a chi volete. Buon lavoro e buona creatività. ;)

20 Commenti

  1. Roberto Gerosa
    14 ottobre 2013 alle 11:52 Rispondi

    Magari social media manager è una parola grossa ;-) grazie per la citazione Daniele!

  2. MikiMoz
    14 ottobre 2013 alle 12:22 Rispondi

    Sì che l’ho fatto. Due volte e in due modi diversi.
    E la cosa sarà ripetuta ancora più spesso credo.

    Comunque, la prima volta io e un altro blogger abbiamo scritto un articolo sullo stesso argomento con le stesso titolo, linkandoci a vicenda. Gli articoli si completavano l’un l’altro.

    La seconda volta ho osato anche di più: altro blogger e io, articolo sullo stesso argomento ma con lo stesso titolo… solo che lui ha postato da me, e io da lui :)

    Ora quel blog è chiuso e penso che riproporrò il mio post a breve :)

    Moz-

    • Daniele Imperi
      14 ottobre 2013 alle 18:04 Rispondi

      Lo scambio di blog l’ho letto, ma a me non piace. Però per certi blog è funzionale.

      • MikiMoz
        14 ottobre 2013 alle 19:30 Rispondi

        Sinceramente non ho badato se fosse funzionale o meno… l’ho fatto e basta per puro cazzeggio XD

        Moz-

  3. Gioia
    14 ottobre 2013 alle 15:40 Rispondi

    Non l’ho mai fatto. Mai pensato di farlo. NOn mi sento matura come blogger… Un’idea stimolante, che sicuramente quando sarò grande farò :P

    • Daniele Imperi
      14 ottobre 2013 alle 18:05 Rispondi

      Ma dai, Gioia, non devi essere matura per farlo :)

      Devi solo avere un’idea e buttarti. Non è qualcosa di difficoltoso.

      • Gioia
        15 ottobre 2013 alle 03:49 Rispondi

        Non ho detto che è difficoltoso, non considero il mio blog all’altezza di altri, prima cresco poi si vedrà ;)

  4. Fabrizio Urdis
    14 ottobre 2013 alle 20:53 Rispondi

    Non ci ho mai provato e fino a poco tempo fa non sapevo neppure cosa fosse… non ho neppure un blog ma la cosa davvero pericolosa è che l’idea m’incuriosisce. :-0

    • Daniele Imperi
      14 ottobre 2013 alle 21:15 Rispondi

      Non avere un blog ti preclude il cross blogging, ovvio, però tu che scrivi perché non ne apri uno?

  5. Fabrizio Urdis
    14 ottobre 2013 alle 23:51 Rispondi

    Io amo scrivere storie, creare personaggi.
    Il blog penso sia qualcosa di molto diverso.
    Ho qualche idea comunque, chissà..

  6. animadicarta
    15 ottobre 2013 alle 08:32 Rispondi

    E’ un’idea parecchio interessante, tanto più che viene spontaneo a volte scrivere post riferendosi ad altri e farsi condizionare da quello che si legge su altri blog, come se si creasse una piccola rete di pensiero tra blogger.

  7. nella
    16 ottobre 2013 alle 11:02 Rispondi

    Danieluccio caro , penso che per me sia impossibile arrivare al crossingblog, o forse potrei averlo già fatto senza accorgemene chissà, hai visto mai?
    Ti ho chiesto aiuto informata dal blog dell’amico Miki Moz ed eccomi a corte..Le tue idee sono grandiose , il tuo blog sai perfettamente che è in palla al 100%, ma guarda che comunicare resta sempre un’incognita nascosta che ti dà e ti toglie..
    Con infinita modestia , io ariete acendente leone , ti chedo se vuoi unirti al mio di blog con una piccola iscrizione. Mi farebbe tanto piacere.
    A presto e grazie!

    • Daniele Imperi
      16 ottobre 2013 alle 18:30 Rispondi

      Ciao Nella, benvenuta nel blog.

      Grazie per i complimenti :)

      In che senso unirmi al blog? Parli della newsletter?

  8. Audrey
    16 ottobre 2013 alle 19:09 Rispondi

    woow, senza saperlo ho fatto più volte cross blogging ;)
    e passo da te dopo aver letto un post ove Moz ti menzionava è tutto un incrocio ahuahuahua
    buona serata ciao ciao

    • Daniele Imperi
      18 ottobre 2013 alle 14:10 Rispondi

      Ciao Audrey, benvenuta nel blog. Eh, sì, questa volta c’è stato un incrocio fra il mio blog e quello di Moz :)

  9. Lucia
    17 ottobre 2013 alle 14:34 Rispondi

    Interessante. Molto. Ciao.

  10. Saray
    21 ottobre 2013 alle 21:40 Rispondi

    Mi piace l’idea. Grazie e buona settimana :)

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.