Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Nuovi cambiamenti per Penna blu

Nuovi cambiamenti per Penna blu
Novità da annunciare nel blog

L’insoddisfazione nel blogging ogni tanto torna a farsi sentire. Lo scorso anno, il 20 maggio, avevo annunciato alcune novità e anche quest’anno, il 14 febbraio, quando ho scritto che il blog non avrebbe più pubblicato tutti i giorni.

Inizialmente è stata una decisione sofferta ma anche necessaria: mi ero accorto che non avrei più potuto scrivere articoli decenti, anche in virtù della nascita del mio secondo blog, e così ho preferito rallentare. Le visite al blog, com’era prevedibile, sono calate moltissimo, di diverse migliaia al mese.

Da un po’ di tempo il nuovo calendario editoriale – che prevede la pubblicazione martedì, giovedì, sabato e domenica – non mi convince più. Nel fine settimana le visite sono sempre state più basse degli altri giorni, com’è naturale. Per me quindi non ha molto senso pubblicare in quei giorni.

A questo aggiungiamo che io nel fine settimana stacco quasi completamente da internet, quindi non potrei rispondere ai commenti subito o approvare i nuovi. Qualche volta lo faccio da smartphone, ma non amo navigare da cellulare, per me è scomodissimo. E staccare, poi, fa bene alla salute mentale.

Il nuovo calendario editoriale di Penna blu

E così arriviamo alla nuova programmazione dei post sul blog, a partire da lunedì prossimo, 16 giugno. Penna blu pubblicherà tutti i giorni dal lunedì al giovedì. Non so se sia una decisione giusta, ma per ora la mia testa mi dice di fare così. Forse, sottolineo forse, da settembre in poi potrebbe estendersi anche al venerdì. Vedremo.

In sostanza sono soltanto stati spostati due post. Che ne pensate? Comunque sia la risposta, la decisione è presa e non torno indietro, per ora, però vorrei conoscere l’opinione dei lettori che frequentano il blog più spesso. E anche di quelli nuovi, perché no?

Nel precedente calendario avevo anche stabilito dei giorni precisi per gli argomenti del blog, che poi, a lungo andare, non ho più rispettato. Anima volubile e anarchica che sono. Quindi non ci sarà un giorno preciso per un tema preciso, ma scriverò quello che mi pare e quando mi pare.

Guest post e interviste avranno, come sempre, la precedenza e saranno pubblicati nei primi 3 giorni della settimana, quando le visite sono più alte.

Nuovo design per Penna blu

Tempo fa avevo anche annunciato di voler rifare la grafica del blog, questa volta puntando al cosiddetto design responsivo, ossia scegliere un tema grafico adattabile a smartphone e tablet, oltre che al desktop.

So che è passato un bel po’ di tempo da quell’annuncio, ma i motivi sono due e anche semplici:

  1. non sono in grado di creare un tema responsive e non ho neanche intenzione di imparare a farlo
  2. non trovo ancora un tema che mi soddisfi

Un amico mi ha detto che vede il mio blog come una rivista, più che come un semplice blog, ma a me di trasformare Penna blu in quello che non è non va. Questo è un blog, non una rivista. Quindi scarto i temi per WordPress per magazine.

La ricerca continua. Ma passerà del tempo perché, una volta trovato e comprato, dovrò installarlo in una cartella nascosta, personalizzarlo graficamente e controllare che tutto sia a posto. Ma non ho fretta e, anche se mi dispiace per chi naviga da cellulare, più veloce di così non posso proprio fare.

Il dado è tratto, disse qualcuno tanti anni fa. Che pensate di queste decisioni? La parola a voi.

28 Commenti

  1. Salvatore
    13 giugno 2014 alle 06:45 Rispondi

    Secondo me la soluzione migliore rimane pubblicare tre volte a settimana, un giorno si e uno no, saltando i weekend. Io naturalmente non riesco a fare nemmeno questo.
    Tu sei molto bravo a tenere il ritmo, ma a volte mi domando dove trovi il tempo. Quel poco che ho io lo passo a scrivere racconti e a portare avanti il romanzo e forse – forse – una volta a settimana riesco anche ad aggiornare il blog…

    • Daniele Imperi
      30 giugno 2014 alle 13:27 Rispondi

      Non so come, ma il tuo commento e quello di Chiara erano spariti…

      Il tempo per ora c’è. In futuro vedremo :)

  2. Chiara
    13 giugno 2014 alle 09:21 Rispondi

    Penso che tu abbia ragione a “scartare” il weekend. Io seguo il tuo (e gli altri) blog durante la settimana, quando in ufficio ci sono momenti tranquilli, in quanto a casa preferisco occuparmi di scrivere i miei post e il mio romanzo. Qui non posso farlo, per ragioni di tempo, di concentrazione e, soprattutto, di rispetto nei confronti del mio lavoro. Pertanto al lunedì recuperò gli arretrati (leggo tutti i tuoi post).
    Se ritieni opportuna questa scelta fai bene a metterla in atto.
    Anche io, proprio per lo stesso motivo, sto pensando di cambiare i giorni di pubblicazione, forse già dalla prossima settimana: non più domenica e mercoledì, ma lunedì e giovedì.

    • Daniele Imperi
      30 giugno 2014 alle 13:27 Rispondi

      La domenica fai bene a scartarla, secondo me la gente quel giorno pensa ad altro.

  3. LiveALive
    14 giugno 2014 alle 07:58 Rispondi

    In verità io non conosco molta gente che aggiorna io blog tutti i giorni, quelli che conosco io raramente fanno più di 10 post al mese, e a volte rimangono assenti per mesi.
    Il pubblicare dal lunedì al giovedì ogni giorno per riposarsi nel week end mi sembra un’ottima scelta.
    Per il design, se devo essere sincero, io amo da morire la grafica attuale, è anche uno dei motivi che mi ha fatto decidere di seguire il blog. Comunque, una rinnovata non fa mai male, dovrebbe anche suscitare interesse. Però, spero che la nuova grafica mantenga la pulizia e le tinte chiare. (comunque, io sono da cellulare,e vedo tutto benissimo lo stesso)

    • Daniele Imperi
      14 giugno 2014 alle 08:10 Rispondi

      La grafica sarà sempre chiara, sì. Il blog si vede bene da cellulare, ma dà comunque problemi, specialmente per i commenti, mi hanno fatto notare.

      Non è un blog responsive, quindi di sicuro per altri è difficoltoso.

  4. Laura Tentolini
    14 giugno 2014 alle 10:37 Rispondi

    Ciao, mi sembra un’ottima idea questa della “settimana corta”.
    In effetti, trovo che sul finire della settimana siamo tutti focalizzati sul week end, su impegni e interessi personali, e poi ogni tanto bisogna cambiare.

    Il cambiamento ci spinge fuori dalla nostra zona di confort e attiva in noi nuove idee e risorse: chi si ferma è perduto!

    • Daniele Imperi
      14 giugno 2014 alle 12:56 Rispondi

      La settimana corta c’era anche prima, in un certo senso. Ora tutto è più concentrato.
      Vero quello che dici sul fine settimana: la gente pensa ad altro.

  5. Alessandro Pozzetti | APclick
    14 giugno 2014 alle 11:20 Rispondi

    Dan, noi saremo sempre qui, a seguirti comunque e piacevolmente ;)

    Per quanto riguarda la pubblicazione dei post, personalmente credo hai fatto la scelta giusta, spostandola tutta in settimana ed eliminando il weekend.
    Già d’inverno si fa fatica a “lavorare” nel week-end (perché vogliamo staccare), figuriamoci d’estate!

    Io approvo.

    Ciao carissimo!!

    • Daniele Imperi
      14 giugno 2014 alle 12:58 Rispondi

      Grazie :)
      Sì, poi d’estate sarebbe stato peggio pubblicare nel fine settimana.

  6. Luca.Sempre
    14 giugno 2014 alle 12:08 Rispondi

    Secondo me le visite sono calate nel weekend anche perchè si avvicina l’estate e la gente fugge in spiaggia.

    Pubblicare quattro volte a settimana? Io, personalmente, lascerei un giorno di pausa tra un post e l’altro. Giusto il tempo necessario per far “decantare” l’articolo. Questo comporterebbe il pubblicare una volta in meno, lun, mer e ven. Magari avresti più tempo per pubblicizzare quello che scrivi…

    La grafica del blog? Secondo me puoi fare di meglio.

    E comunque… sai… questione di gusti ;-)

    • LiveALive
      14 giugno 2014 alle 12:48 Rispondi

      Avevo pensato anche io a pubblicare un giorno sì e uno no così, per i tuoi stessi motivi. Pensavo però che un blog che si aggiorna tutti i giorni ha generalmente più visite di uno che si aggiorna, per dire, ogni quattro. Facendo la settimana corta, dovrebbero aumentare le visite di martedì e giovedì, e calare quelle del week-end. Come numeri la stessa cosa… Per la visibilità dei post, non so, in effetti… In fondo, rimangono sempre visibili in prima pagina, ma magari capita il tizio che di giovedì non ha voglia di leggersi il post di martedì.

      • Daniele Imperi
        14 giugno 2014 alle 13:02 Rispondi

        Più pubblichi e più visite hai. Questo è normale.
        Nel weekend le mie sono sempre state più basse, anche quando pubblicavo ogni giorno.

    • Daniele Imperi
      14 giugno 2014 alle 12:59 Rispondi

      Non credo, sono calate da molto prima dell’estate, da quando ho pubblicato di meno.
      Mah, nell’altro blog lascio un giorno di stacco fra un post e l’altro.

      Dici che posso fare di meglio rispetto alla presente grafica?

  7. MikiMoz
    14 giugno 2014 alle 12:09 Rispondi

    Sandokan, arriva l’estate e maggiore libertà (o anarchia totale? :p) è sempre cosa buona e giusta.
    Alla fine vedrai da solo l’andamento della cosa… io dico che va bene!

    Moz-

    • Daniele Imperi
      14 giugno 2014 alle 13:00 Rispondi

      Sì, vedremo come andrà. Per ora resta così almeno fino a tutto settembre.

  8. franco zoccheddu
    14 giugno 2014 alle 13:27 Rispondi

    Pur non intervenendo spesso (cosa di cui mi dispiace, il tempo non me lo consente), leggo sempre. Indipendentemente dalle tue scelte di forma e frequenza. Buon lavoro!

  9. mk66
    14 giugno 2014 alle 15:58 Rispondi

    Beh, io sono arrivato da poco (lurkando silenziosamente MikiMoz) e anche qua sto lurkando tutto silenziosamente, ovviamente con i miei tempi quasi geologici, ma quello che sto vedendo mi piace moltissimo e lo seguo con attenzione (grazie soprattutto a liferea, il mio feed-reader… o fido-lettore? :P )
    Per quanto riguarda la periodicità di pubblicazione, non metto becco: sei tu l’autore e la decisione è tua, più tu pubblichi e più io leggo, ovviamente :D ma, IMHO, l’importante non è proprio tanto la quantità di post, quanto soprattutto la loro qualità, e qui la qualità è indiscutibile
    (non posso nemmeno metter becco: io di fatto pubblico quasi sempre di venerdi sera… e ovviamente i primi commenti dei miei fidi-lettori arrivano nel w.e. -se piove- o dal lunedi… ma solo a seconda delle storie… ;) )

    PS: grazie per quello che scrivi e che rendi disponibile per la lettura di noi vagabondi del web :)

    • Daniele Imperi
      14 giugno 2014 alle 16:06 Rispondi

      Ciao Maurizio, grazie e benvenuto nel blog.

      Prova a cambiare giorno di pubblicazione. Perché proprio il venerdì sera?

  10. mk66
    14 giugno 2014 alle 16:16 Rispondi

    Ciao e grazie a te :)
    All’inizio scrivevo e pubblicavo in qualsiasi momento, poi mi sono reso conto che le storie che stavo raccogliendo erano ormai agli sgoccioli, quindi mi sono limitato.
    Le mie storie erano molto simili a quelle di un “Grande” del settore (per quanto in realtà pubblicasse su un proprio sito e non su un blog) che pubblicava a cadenza settimanale il lunedi, avevamo praticamente gli stessi lettori, così io mi sono messo a pubblicare a cadenza settimanale il venerdi, e la cosa è rimasta, diventando un appuntamento fisso per i miei lettori. Le eventuali pubblicazioni in altri giorni uscivano di solito come edizione straordinaria… e le brutte abitudini sono dure a morire ;)

  11. Claudia
    15 giugno 2014 alle 10:11 Rispondi

    Penso sia la scelta giusta in questo periodo.
    Seguirò il tuo blog comunque, settimana corta o no. :)

  12. Marcello
    16 giugno 2014 alle 10:49 Rispondi

    Io ti seguo comunque :) anche se saltuariamente :)

  13. Giuliana
    20 giugno 2014 alle 00:24 Rispondi

    Anche secondo me potresti provare con lunedì-mercoledì-venerdì, così avresti:
    - Un giorno di “maturazione” tra un articolo e l’altro
    - Un pochino meno spazio tra l’ultimo post della settimana e il primo di quella successiva
    - Un articolo in meno da scrivere, recuperando un pizzico di tempo in più per gli altri tuoi progetti

    Credimi, ti capisco bene: non è facile desteggiarsi tra blogging e scrittura libera (specie se, come nel tuo caso, si ha più di un sito tra le mani). A volte si vorrebbe rubare tempo all’uno per darlo all’altro, magari con la paura di scontentare i lettori. Altre, si è tentati di mollare da una parte per concentrarsi su un unico progetto, lasciando indietro un pezzetto di sé. Altre ancora, si ha l’impressione di non fare bene alcuna delle due cose, proprio perché suddividere troppo le energie non sempre produce risultati ottimali.

    Il mio consiglio è: fai quello che è meglio PER TE. Se questo significa ridurre ulteriormente il numero di articoli, bene. Vuol dire che in questo momento deve essere così perché questa è la tua necessità. Per farti un esempio, io all’inizio cercavo di pubblicare quasi quotidianamente sul blog. Ma non riuscivo a dedicarmi alla scrittura extra-web, e ne soffrivo parecchio. Così, dopo un periodo sofferto in cui ho quasi abbandonato del tutto il blog (a volta si passa da un estremo all’altro prima di imbroccare la giusta via…), sono riuscita a trovare un mio equilibrio: 2-3 articoli a settimana sul sito e il resto del tempo per la scrittura libera. In questo momento mi va bene così, poi potrebbe darsi che in futuro le cose cambino ancora. Magari passerò a 4 articoli, o magari ridurrò a 1.

    L’importante è sentire che nessuno dei progetti cui mi dedico diventa un obbligo, pesante e fastidioso. Sentire che ho la libertà di scegliere senza alcun vincolo o condizionamento, lettori compresi. Dovrebbe essere così anche per te, e dovresti sempre darti la possibilità di aggiustare la mira all’occorrenza, senza sensi di colpa e con una buona dose di sano egoismo. Il bello della scrittura è proprio lì, nel senso di libertà e leggerezza che reca con sé… Tolto quello, buona parte del piacere sfuma.

    A me la grafica di questo sito piace molto: è semplice, intuitiva, pulita, piacevole. Spero che se opterai per un cambiamento manterrai comunque questi parametri :)

    • Daniele Imperi
      20 giugno 2014 alle 07:39 Rispondi

      Ormai è deciso e il discorso della maturazione non mi pare così logico :)

      Vero che avrei più tempo, ma calcola che ho 3 post da scrivere per il secondo blog e uno a settimana per quello su Linkedin. Un post in più non mi cambia la vita.

      Infatti ora testo questo calendario, come minimo fino a settembre. Poi si vedrà :)

      I blog in effetti mi succhiano tempo per la narrativa, che comunque a me richiede più tempo e risorse mentali rispetto alla scrittura per il web. Per fare un esempio: giorni fa ho scritto due post da 1200 parole ognuno senza problemi. Nello stesso tempo invece ho scritto solo 400 parole di narrativa.

      Vero, deve esserci egoisimo, in fondo si tratta dei miei blog e del mio tempo.

      Ho trovato finalmente un tema responsive che mi piace e l’ho comprato. Sì, anche quello è semplice e pulito, anche un po’ di più di questo, forse. Manterrò qualcosa nei colori, in fondo si chiama Penna blu, quindi un po’ di blu deve esserci :)

  14. Romina Tamerici
    16 luglio 2014 alle 19:11 Rispondi

    Secondo me hai fatto bene. Nel fine settimana le visite tracollano sempre…

Lasciami la tua opinione