Racconti bonsai gratis

Racconti di 300 parole e storie brevi

L’espressione “racconti bonsai” è tutta italiana. Si tratta di storie che fanno parte della cosiddetta narrativa lampo, ossia mini-storie, racconti brevissimi di solito inferiori alle 1500 parole, o anche meno.

Scrivere racconti bonsai è stato per me un buon esercizio di scrittura, dove ho potuto spaziare fra vari generi letterari, provare stili diversi, sperimentare trame.

I racconti bonsai hanno caratteristiche precise:

  • prosa pulita, ma evocativa
  • poche informazioni su personaggi e ambientazione
  • finale a sorpresa

Per scrivere racconti brevissimi occorre “mostrare, non raccontare”, altrimenti si perde l’effetto tensione, se possiamo definirlo così. Soprattutto è bene iniziare le storie in media res, facendo quindi entrare i lettori subito nel vivo degli eventi.

I miei racconti bonsai

Questa pagina raccoglie i miei racconti bonsai: sono storie di 300 parole, ma anche di 1800 e 900 caratteri. Tutti racconti lunghi al massimo 1000 parole.

La statua

La statua

Il vecchio osservò la statua sotto una leggera pioggia autunnale, come faceva sempre in quello…

Amnesia

Quel giorno Lucio non andò al lavoro, ma non riuscì a capire perché. In realtà…

La lapide

La lapide

Ero come trasportato da una forza sconosciuta che muoveva i miei passi, quella notte. Non…

Il custode

Il custode

Nel silenzio della notte il rumore ovattato della pala che sollevava la terra smossa fu…

La gabbia vuota

Sedette sul letto della sua cella, fissando il vuoto, un filo di bava che colava…

Amore all’aglio

Si intrufolò nella parrocchia come un ladro di elemosine. Immerse due dita nell’acquasantiera, si segnò,…

Il silenzio delle mughe

Aspettava, nascosto fra gli alberi oltre il sentiero. Lo sguardo vagava lontano, nel panorama che…

Una loffa di troppo

«Minchia, Sasà, piantala!» Lollò si teneva un fazzoletto contro il naso, mentre l’auto correva a…

Bersaglio ore 11

29 ottobre 2034, ore 4,58 – Periferia nord di Roma Il capitano Renzi buttò un…

Risveglio

«È davvero sicuro di questa decisione, onorevole?» Il portaborse Mario Zerbini faticava a stare dietro…

Oggetto bizzarro

Un oggetto bizzarro

«È senz’altro un mattone!», disse il signor Gasto all’operaio che teneva in mano quello strano…

La strega

La strega

Era decrepita e brutta come la peste. Sul naso aquilino spuntava un grosso bubbone che…