Twitter per gli scrittori

TwitterTwitter è un social network particolare, poiché permette di scrivere testi non più lunghi di 140 caratteri. E questo è un bene per chi ama la scrittura, perché impara a sintetizzare ciò che scrive.

Per condividere un link, quindi, si deve risparmiare sui caratteri. Come molti di voi sanno, si utilizzano dei servizi di redirect, che accorciano gli indirizzi web. Io uso Bitly, ma è pieno di strumenti del genere.

Fatta questa premessa, vediamo come può tornare utile Twitter per uno scrittore.

Impostazione del profilo personale

Dalla home page di Twitter, una volta effettuato il login, entrate in Impostazioni (nel menu orizzontale sotto il nome del vostro account) e scegliete Profilo. Riempite tutti i campi e inserite anche una vostra immagine.

È importante che inseriate il vostro nome e cognome, com’è naturale per uno scrittore, ma anche un nickname può andar bene, se poi scrivete chi siete nella vostra biografia. In questi casi l’anonimato non mi sembra una soluzione adatta. Chi scrive deve acquistare credibilità e non può essere credibile se resta anonimo.

Inserite poi il link del vostro sito principale. Chiunque visiti la vostra pagina su Twitter potrà visitarlo, prima di decidere se seguirvi o meno. Un modo per poter acquisire nuovi “follower” è quello di creare un profilo professionale.

Ecco come si presenta il mio profilo completo:

Profilo

La biografia va scritta in meno di 160 caratteri, quindi studiatene una che possa riassumere al meglio chi siete e cosa fate.

Come può essere utile Twitter per gli scrittori?

Twitter è una fonte di informazioni. Potete trovarvi idee e nozioni nuove sul mondo dei libri e della scrittura. Attraverso il motore di ricerca potete trovare gli argomenti di vostro interesse. Consiglio di non limitarsi alle risorse italiane, se masticate un po’ di inglese.

È così che ho trovato molti profili da seguire, cercandoli attraverso le parole chiave nel motore di ricerca. Ecco un esempio per la ricerca “book marketing” (marketing editoriale):

Ricerca marketing editoriale

Naturalmente non ho seguito tutti i profili proposti da Twitter, ma ho visitato quelli che ritenevo interessanti e ho fatto poi una cernita.

Le liste di profili

Una funzione interessante di Twitter è la possibilità di creare delle liste di profili. Permette cioè di raggruppare i vari profili per argomento trattato. Nella mia ricerca “book marketing” ho scovato un esperto di marketing editoriale e ho scelto di seguirlo. Notate in figura il bottone verde.

Utente twitter

Accanto ho cliccato sull’icona relativa all’utente e ho scelto Aggiungi alla lista. Si è aperta una finestra di riepilogo con le liste che ho creato e ho inserito quel contatto nella lista “Marketing editoriale”.

Lista

Da quella finestra è possibile creare altre liste, inserendo un nome per individuarla, una sua descrizione e decidendo poi se renderla pubblica o privata:

Creazione lista

Ho creato alcune liste utili per la scrittura:

  1. Marketing editoriale
  2. Scrittori e blogger
  3. Case editrici
  4. Letteratura e libri

Questo mi permette, nella home page di Twitter, di visualizzare gli ultimi twit dei miei contatti in base all’argomento. Ecco la home page per la lista “Marketing editoriale”:

Home page Marketing editoriale

Personalizzazione grafica

Anche la grafica ha la sua funzione. Ho modificato lo sfondo della mia pagina diverse volte e non sono ancora soddisfatto. Considerate lo sfondo da inserire non solo dal punto di vista grafico, per abbellire la vostra pagina, ma anche da quello comunicativo.

Con un’immagine di sfondo potete comunicare ai vostri contatti e a tutti i visitatori chi siete e cosa fate. Potete aggiungere informazioni che non avete potuto scrivere nella biografia per mancanza di spazio.

Io gestisco tre blog sull’argomento scrittura/libri, ma posso inserire un solo link. Nello sfondo, però, posso pubblicizzarli come voglio. Non sono cliccabili, ma sono leggibili e questo è sufficiente.

Con queste impostazioni il mio Twitter mi aggiorna continuamente su tutto ciò che ruota attorno al mondo della scrittura, dei libri, del marketing editoriale. Posso leggere decine di articoli su questi argomenti, scoprire nuovi profili interessanti vedendo quelli seguiti dai miei contatti e quelli che li seguono (followers e following).

Scrivere non è soltanto chiudersi in camera e battere su una tastiera. Scrivere è anche conoscere ciò che scrivono gli altri, quello che pensano, è seguire i consigli degli esperti. Utilizzate Twitter per promuovervi, ma anche per imparare di più.

Categoria postPublicato in Promozione editoriale - Data post23 agosto 2011 - Commenti7 commenti

DanieleDaniele Imperi

Sono blogger e web writer e scrivo e leggo ogni giorno. Oltre a Penna blu, ho creato e gestisco i siti su Cormac McCarthy e Edgar Allan Poe. Leggi di più nella mia biografia.

Ti è piaciuto questo post? Condivilo sui social media o via email!

Email
Commenti
  • ferruccio 23 agosto 2011 at 15:23

    Bella lezione Daniele

  • Michela 23 agosto 2011 at 16:45

    davvero! Utilissima :)

  • franco zoccheddu 23 agosto 2011 at 21:09

    D’accordissimo con ferruccio e Michela: so di twitter da mesi, ma solo una descrizione così interessante mi sta convincendo che potrei utilizzarlo.

  • Daniele Imperi 28 agosto 2011 at 12:49

    Grazie a tutti e 3 :)

  • Linkedin per gli scrittori 30 agosto 2011 at 05:04

    [...] detto anche per Twitter, non limitatevi a cercare gruppi soltanto in lingua italiana, ma cercate anche in inglese. Parole [...]

  • Facebook per gli scrittori 6 settembre 2011 at 05:02

    [...] uso un’applicazione di Facebook che mi permette di collegare Twitter al mio profilo personale. Ogni volta che pubblico un tweet, questo appare automaticamente su [...]

  • Social media per gli scrittori 23 settembre 2011 at 05:06

    [...] Continua a leggere Twitter per gli scrittori. [...]

  • Fammi conoscere la tua opinione sul post

© 2010 - 2014 Penna blu - Ideazione e web design di Daniele Imperi - Torna su