Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Tre libri horror appena acquistati

Tenendo sott’occhio diverse fonti “letterarie” ho scoperto tre libri interessanti sul genere horror, due raccolte di racconti e un romanzo. Leggendo qualche recensione online mi sono convinto e li ho acquistati.

Sono in inglese, ma da qualche tempo ho deciso di leggere in originale alcuni libri, specialmente quelli che credo non arrivino mai in Italia.

The Book With No Name di Anonymous

The Book With No NameNon c’è che dire, la casa editrice ha saputo confezionare questo romanzo nel migliore dei modi. Un libro senza titolo scritto da un autore senza nome. All’interno si legge che lo pseudonimo dello scrittore è The Bourbon Kid, ma non danno indicazioni sulla sua identità.

In quarta di copertina si legge:

Qualsiasi cosa tu faccia, non leggere il libro senza nome.
Un libro senza titolo di un autore anonimo porta la morte a chiunque lo legga.
“L’Occhio della Luna”- una misteriosa pietra blu- è scomparsa.
E a Santa Mondega tutto l’inferno si sta liberando. Letteralmente.

Come potevo non comprarlo dopo questi presupposti? :)

The Pan Book of Horror Stories

The Pan Book of Horror StoriesQuesta raccolta di storie horror vede la luce per la prima volta l’11 dicembre 1959. Poi ne nacque una seconda edizione nel 1961 e infine a partire dal 1989 ogni anno è uscito un nuovo volume di racconti. 25 volumi, dei 30 usciti, sono stati curati da Herbert van Thal, antologista e biografo con una notevole esperienza nel genere horror.

In questo volume sono contenuti 22 racconti di altrettanti scrittori, inseriti in ordine alfabetico per non far torto a nessuno. E questa è la ristampa del primo volume della serie, apparso nel 1959.

Non conosco tutti gli autori, ma alcuni sì, come C.S. Forester, Seabury Quinn, Bram Stoker, presente col racconto The Squaw.

Gothic Short Stories

Gothic Short StoriesQuesta raccolta particolare di storie gotiche è una piccola collezione di racconti apparsi agli inizi del genere gotico e è stata curata da David Blair, della University of Kent di Canterbury. I racconti vanno dal 1773 al 1912.

Molti sono i nomi famosi compresi in questo volume, come Sir Walter Scott, forse più conosciuto per aver scritto Ivanhoe, Edgar Allan Poe, che qui ci propone la sua Berenice, Charles Dickens, che qui ci propone qualcosa di diverso dai suoi David Copperfield e Oliver Twist, J.S. Le Fanu, Nathaniel Hawthorne, di cui ho letto anni fa La lettera scarlatta, Robert Louis Stevenson, che non ha bisogno di presentazioni, Ambrose Bierce, che avevo conosciuto grazie alla piccola raccolta della Newton&Compton I racconti dell’oltretomba.

3 Commenti

  1. ferruccio
    10 novembre 2010 alle 14:36 Rispondi

    L’ultimo che presenti, mi sembra molto interessante… Sono tutti scrittori che un pochino conosco e vederli impegnarsi in storie un po’ diverse dal loro genere mi attrae:-)

  2. Daniele Imperi
    10 novembre 2010 alle 14:51 Rispondi

    Sì, in effetti mi incuriosiscono Dickens, Scott e Hawthorne.

  3. Nella mia libreria #1
    16 febbraio 2011 alle 21:46 Rispondi

    […] In realtà tempo addietro avevo già iniziato a pubblicare, anche se senza una cadenza prefissata, i nuovi libri appena comprati, pubblicando Tre nuovi libri nella mia scuderia e successivamente Tre libri horror appena acquistati. […]

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.