Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Nessuno spazio prima della punteggiatura

Grammatica

Spesso c’è confusione sullo spazio da mettere in presenza della punteggiatura. Molti sono soliti scrivere senza usare spazi, creando così una scrittura difficile da seguire. Altri inseriscono uno spazio prima della punteggiatura.

Lo spazio va messo dopo la punteggiatura.

La virgola, il punto, il punto e virgola, i due punti, i tre punti di sospensione, il punto esclamativo e quello interrogativo devono essere seguiti da uno spazio, non preceduti.

Lo spazio sta a indicare uno stacco tra una parola e l’altra, tra una frase e l’altra, tra un periodo e l’altro. La punteggiatura, invece, indica una momentanea o definitiva interruzione, una chiusura.

Si chiude una frase, dunque, e se ne riapre un’altra. Si chiude con una parola e se ne comincia un’altra. Si chiude con un periodo e si dà vita a un altro.

La punteggiatura, quindi, va là dove c’è qualcosa da chiudere. Non dove c’è qualcosa da cominciare.

Anche nel caso delle parentesi spesso si sbaglia. Le parentesi servono a racchiudere una parola, una frase o un periodo. È bene non abusarne, perché non rendono la scrittura scorrevole.

Non vanno messi spazi dopo la parentesi d’apertura e prima di quella di chiusura. Quindi si deve scrivere (questa è una frase racchiusa da parentesi) e non ( questa è una frase racchiusa da parentesi ).

9 Commenti

  1. Laura
    28 gennaio 2011 alle 16:53 Rispondi

    Ora ti racconto un aneddoto divertente che calza giusto giusto a pennello ed è assolutamente illuminante riguardo all’arguzia di certi sedicenti scrittori.
    Leggendo i racconti dell’ultimo concorso in cui facevo giuria mi son imbattuta in un genio/a che pur di rientrare nel limite di caratteri non aveva inserito alcuno spazio tra le parole. Né prima né dopo. E non in una sola frase, ma in tutto il testo. 5000 caratteri senza respiro. Ovvio che per non morire di asfissia non l’ho neanche letto.
    a presto
    lau

    • Daniele Imperi
      31 gennaio 2011 alle 09:48 Rispondi

      Ciao Laura e benvenuta :)

      Ma è assurdo, dai, non mettere lo spazio per rientrare nel limite :D
      Ma pensava forse che dall’altra parte ci fosse una macchina? :P

      Hai fatto bene a non leggerlo.

    • Gae
      9 maggio 2018 alle 04:16 Rispondi

      Facendo parte di una giuria, come può giudicare senza leggere.
      🤨

      • Daniele Imperi
        9 maggio 2018 alle 07:07 Rispondi

        Ciao Gae, non capisco il commento. Che cosa volevi dire/chiedere?

        • Gae
          9 maggio 2018 alle 12:44 Rispondi

          Era per Laura(che dopo 7 anni non leggerà), se faceva parte di una giuria come ha potuto dare un giudizio ad un racconto che non ha letto.
          Era pura curiosità.
          🙋🏻‍♂️

          • Daniele Imperi
            9 maggio 2018 alle 12:51 Rispondi

            Lo ha scritto il motivo: quel racconto era illeggibile, le parole erano tutte attaccate, senza spazi fra una e l’altra. Ergo, ha fatto bene a non leggerlo, neanche io lo avrei fatto.

  2. Michela
    31 gennaio 2011 alle 22:31 Rispondi

    hauhauhauhau io invece lo vorrei assolutamente leggere… :)
    Poveri noi…
    Daniele, come sempre grazie da parte dell’italiano ferito e indifeso :P

  3. Daniele Imperi
    31 gennaio 2011 alle 22:40 Rispondi

    Ecco, allora le ciofeche se le legge Michela :)

  4. Michela
    31 gennaio 2011 alle 22:52 Rispondi

    -.-

    no aspetta un momento non era quello che volevo dire!!

    (uff :P)

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.