Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Social media per gli scrittori

Riunisco qui i miei quattro articoli scritti su come utilizzare i principali social media per la scrittura.

I consigli forniti sono diretti sia alla ricerca di informazioni utili per chi ama scrivere sia alla promozione dello scrittore attraverso queste piattaforme.

Twitter per gli scrittori

Twitter è un social network particolare, poiché permette di scrivere testi non più lunghi di 140 caratteri. E questo è un bene per chi ama la scrittura, perché impara a sintetizzare ciò che scrive.

Continua a leggere Twitter per gli scrittori.

Linkedin per gli scrittori

Linkedin è forse l’unico social network serio e professionale che esista. Si tratta di una sorta di curriculum vitae online, che permette di inserire le esperienze lavorative passate e presenti e creare un profilo personale che possa destare interesse.

Continua a leggere Linkedin per gli scrittori.

Facebook per gli scrittori

Facebook è ormai diventato il social network più usato, non solo per passare il tempo, ma anche professionalmente. Milioni di profili, milioni di pagine fan e gruppi. Numeri che spaventano, considerando quanto materiale, testuale, fotografico, video, viene inserito ogni giorno.

Continua a leggere Facebook per gli scrittori.

Google+ per gli scrittori

Google+ è il nuovo social network creato da Google, che sostituisce il precedente profilo personale che qualcuno aveva creato sul motore di ricerca. Io sono già diversi anni che ho un profilo su Google e, quando è stato attivato il Plus, il vecchio profilo è stato soppiantato dal nuovo.

Continua a leggere Google+ per gli scrittori.

2 Commenti

  1. Lisa Corradini
    25 settembre 2011 alle 00:37 Rispondi

    Ciao Daniele,

    ho seguito le tue preziose indicazioni per modificare il mio profilo Twitter. Sono solo in conflitto con il social network circa la grafica, pare non carichi un immagine e non si tratta di una questione di pesantezza. Troverò il sistema.

    Vedrò anche di impostare il plus di Google. Al momento non sembra essere molto diffuso ma trovo sia più discreto rispetto a Facebook in quanto ti da la possibilità di decidere con quale cerchia di persona condividere una pubblicazione, così da poter dividere ciò che è personale da ciò che è professionale, evitando spiacevoli imbarazzi.

     

  2. Daniele Imperi
    25 settembre 2011 alle 18:37 Rispondi

    Ciao Lisa,

    anche a me qualche volta non carica l’immagine di sfondo. I motivi possono essere due:

    1. problemi in Twitter
    2. questione di cache: cancella la cache del computer e ricarica la pagina.

    Sulla grafica sono in guerra anche io, non trovo quella giusta e la cambio di continuo :)

    Su Google+ hai ragione, è meno invasivo di Facebook.

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.