Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

La settimana dei libri proibiti

La settimana dei libri proibiti

Gli Stati Uniti, secondo me, sono un paese di grandi risorse per quanti amano la letteratura. Ogni tanto scopro eventi, manifestazioni, iniziative assolutamente unici nel campo, che qui in Italia, sinceramente, non ho mai visto.

Oggi vi segnalo la settimana dei libri proibiti. Ogni anno biblioteche e librerie puntano la loro attenzione sul problema della censura, organizzando eventi e pubblicizzando i libri messi in discussione. Si chiama Banned Books Week, è nata nel 1982 e finora ha parlato di oltre 11.000 libri.

Quest’anno la settimana dei libri proibiti va dal 24 settembre al 1° ottobre.

Ecco la lista dei dieci libri più messi in discussione lo scorso anno. Le ragioni sono state: sessualità, opinioni religiose e politiche, razzismo, violenza esplicita, linguaggio offensivo, droga, sessismo, insensibilità.

  1. And Tango Makes Three, di Peter Parnell e Justin Richardson
  2. The Absolutely True Diary of a Part-Time Indian, di Sherman Alexie
  3. Brave New World, di Aldous Huxley
  4. Crank, di Ellen Hopkins
  5. The Hunger Games (series), di Suzanne Collins
  6. Lush, di Natasha Friend
  7. What My Mother Doesn’t Know, di Sonya Sones
  8. Nickel and Dimed: On (Not) Getting by in America, di Barbara Ehrenreich
  9. Revolutionary Voices edito da Amy Sonnie
  10. Twilight (series), di Stephenie Meyer

Facciamo una petizione per creare anche in Italia la settimana dei libri proibiti?

6 Commenti

  1. Paola P
    30 settembre 2011 alle 16:30 Rispondi

    Approvo. E ammetto la mia ignoranza. Tra tutti i titoli citati conosco solo Huxley e (purtroppo) Twilight.

  2. Daniele Imperi
    30 settembre 2011 alle 16:44 Rispondi

    Io, di nome, solo la Meyer :)

  3. Romina
    30 settembre 2011 alle 21:45 Rispondi

    E organizzare una bella settimana in cui proibire certi libri in Italia non sarebbe meglio? La censura non è mai una bella cosa, ma alcuni libri a volte fanno venir voglia di fare un bel rogo come ai tempi dell’Inquisizione… Ovviamene non mi sto riferendo a questi (che tra l’altro non conosco) e, poi, sto scherzando: anche da noi potrebbe essere utile la settimana dei libri proibiti, soprattutto per capire perché sono proibiti (a volte le ragioni sono davvero futili).

    Non so se conosci il libro “E con Tango siamo in tre”, è un libro per bambini che è stato vietato nelle biblioteche di molti Stati. In Italia (mi pare, ma non ne sono certa) è stato accettato in un concorso letterario ma solo per le illustrazioni… E ti posso assicurare che è un bel libro non solo per le illustrazioni!

  4. Michela
    1 ottobre 2011 alle 00:37 Rispondi

    Anch’io conosco solo i due che dice Paola.

    Sinceramente ho un po’ paura di fare una settmana dei libri proibiti qui da noi: per tante persone intelligenti che ci sono incontri sempre i tre imbecilli con in mano il potere,c he se magari non s’erano accorti di certe cose,come se ne incomincia a parlare ci si buttano sopra a pesce con conseguenze imprevedibili… meglio lasciare le cose come stanno, forse.

  5. Daniele Imperi
    1 ottobre 2011 alle 08:34 Rispondi

    @Romina: nessun libro andrebbe proibito, ma su questo tornerò in seguito :)

    @Michela: mi sa che hai ragione.

  6. Romina
    1 ottobre 2011 alle 12:37 Rispondi

    La mia era solo una battuta riferita alla letteratura spazzatura, ma sono curiosa di saperne di più!

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.