Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Il meglio di Penna Blu – Settembre 2012

Il meglio di Penna Blu

Dodici articoli, questo mese, per la rubrica sul meglio del blog. Ci sono ben otto articoli sulla scrittura, ma alcuni riguardano la serie di post sulla documentazione nella scrittura creativa e ce n’è uno sulla scrittura per il web.

Il resto dei post riguarda i generi letterari, con un articolo al riguardo, due post sulle mie letture, presi da una seconda serie di articoli, e infine un post sulla promozione editoriale.

Come evolve la propria scrittura

La scrittura è un’arte che deve evolvere. Deve subire una sua trasformazione, che dovrebbe tradursi anche in un suo miglioramento. Come ogni arte non può restare invariata, col tempo è inevitabile – ma non sempre, forse – che risulti differente da quella di qualche anno prima.

Continua a leggere Come evolve la propria scrittura.

Fantascienza e fantasy: dov’è il confine?

Partendo dal fatto che per fantasy si intenda sia una storia in cui l’elemento fantastico è presente nella nostra realtà (la saga di Harry Potter, per esempio) sia una storia ambientata in un mondo quasi parallelo al nostro (Il Signore degli Anelli, la saga di Shannara, ecc.) e per fantascienza una storia in cui gli elementi tecnologico e scientifico influiscono sulla società, talvolta sembra di leggere storie in cui questo confine è sottile o perfino inesistente.

Continua a leggere Fantascienza e fantasy: dov’è il confine?

Il genere narrativo

Il primo passo nella scrittura di un romanzo, o anche di un racconto, è la documentazione. E la prima documentazione nella scrittura creativa è sul genere letterario di cui si vuole scrivere. Come iniziare la stesura di una storia fantasy senza aver mai letto nulla di questo genere?

Continua a leggere Il genere narrativo.

Uso del corsivo in narrativa

Come va usato il corsivo nei racconti e nei romanzi? Che funzione deve avere e in che modo va scelto di rendere in corsivo una parola, una frase, un intero brano o capitolo della storia?

Continua a leggere Uso del corsivo in narrativa.

L’ambientazione storica e geografica

Quando si inizia a scrivere un romanzo – e per scrivere intendo progettare una trama e una struttura – bisogna innanzitutto pensare a quando e dove ambientare la storia. Forse l’ambientazione storico-geografica viene in mente assieme all’idea stessa della storia, o forse no.

Continua a leggere L’ambientazione storica e geografica.

Lancia un book party!

Viene dagli Stati Uniti questa idea di marketing editoriale, una sorta di promozione informale che vede uniti lettori, autore ed editore, a metà strada fra la presentazione del libro e un incontro fra amici. Si chiama book party, la festa del libro.

Continua a leggere Lancia un book party!

Come citare una risorsa

Scrivendo per un blog capita di dover citare una frase o un periodo scritti da altri blogger o presi da un libro o anche di segnalare articoli esterni da leggere. Sonorisorse utili sia per il blogger che scrive, che le usa per confronti e discussioni, sia per i lettori, che possono ampliare l’argomento.

Continua a leggere Come citare una risorsa.

Il tema della storia

Un romanzo non è solo una storia, ma è anche un tema, perché se è vero che un libro racconta una storia, è ancor più vero che una storia racconta un tema, un argomento. Il tema definisce la storia e la storia diffonde il tema.

Continua a leggere Il tema della storia.

Perché leggo il fantasy

Più volte mi è capitato di sentire qui e là che il fantasy non è una lettura per adulti, che è perfino una lettura non eccelsa, che non può competere coi classici o con altri romanzi che vengono posti su un podio a guardare gli altri libri dall’alto.

Continua a leggere Perché leggo il fantasy.

Il dialetto nelle storie

Quanto è opportuno inserire parole dialettali in una storia? È consigliabile scrivere un intero romanzo in dialetto? Quanto seguito potrà avere il libro? Quanti potranno capire quelle parole dialettali?

Continua a leggere Il dialetto nelle storie.

I personaggi e il loro passato

Quando ho scritto l’articolo Scrivere storie dentro la storia ho introdotto l’importanza di creare il passato dei personaggi, non solo per renderli più credibili, ma anche e soprattutto per renderli più vivi, tridimensionali, per giustificare, anche, i loro comportamenti e le loro scelte.

Continua a leggere I personaggi e il loro passato.

Perché leggo la fantascienza

Ho iniziato tardi a leggere fantascienza. Dopo quasi 150 libri letti ecco che mi sono deciso ad avvicinarmi a questo genere che da anni mi stuzzicava. Film di fantascienza facevano parte già da tempo dei miei ricordi, ero rimasto affascinato dalle serie TV UFO e Spazio 1999. Ma anche da film cinesi come Spectreman e Guerre fra galassie.

Continua a leggere Perché leggo la fantascienza.

2 Commenti

  1. Romina Tamerici
    4 ottobre 2012 alle 12:50 Rispondi

    Io sto pensando a quale tuo post citare nel mio post con il meglio della blogosfera di settembre e sono molto in dubbio! Fai sempre tanti articoli molto illuminanti!

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.