Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Regole comportamentali per commentare nel blog

Regole comportamentali per commentare nel blog

Per oggi ho pensato a un post leggero: è un altro, ennesimo – e per fortuna ultimo – giorno di festa, quindi nessuno ha voglia di leggere articoli pesanti, anche se questo, alla fine, è il solito post sui consigli.

Ma sono consigli diversi dal solito: sono consigli di buona educazione. Nel titolo avevo usato il nome tecnico per indicare i commenti nel blog, ma poi ho corretto. In fondo non si commenta solo per fare comment marketing: chi non ha un sito né un blog né vuole pubblicare libri, commenta se ha qualcosa da dire e in quel caso non sta certo facendo marketing.

Se state pubblicando per la prima volta su Penna blu…

il vostro commento andrà in approvazione. Il blog è impostato per pubblicare in tempo reale i commenti dei lettori che hanno già avuto un commento approvato in precedenza. Il vostro commento potrà andare in approvazione anche se avete già commentato, ma solo se:

  • avete cambiato o sbagliato a scrivere il vostro nome
  • avete cambiato o sbagliato a scrivere la vostra email
  • avete cambiato o sbagliato a scrivere il vostro sito
  • avete inserito link nel commento

Regole comportamentali per commentare nel blog

Queste sono le mie regole, ma penso che valgano per qualsiasi blog. Esperienze passate, anche dello scorso 2015, mi hanno fatto riflettere sulla necessità di scrivere questo post.

Non ho approvato tutti i commenti che sono arrivati ai miei post, ma la percentuale dei commenti respinti è molto bassa: si tratta di molto meno di una decina lʼanno, in media. Mezza dozzina, direbbero gli americani.

Che non siate dʼaccordo su quello che scrivo nei post a me non interessa: non siete obbligati a esserlo e approvo commenti di chi la pensa al contrario di me. Ma cʼè modo e modo per criticare e questo blog, il mio blog, non deve diventare un campo di battaglia.

1 – Uso di un linguaggio rispettoso

Questo blog ha raccolto un pubblico molto eterogeneo: in pratica hanno letto e commentato persone dai 10 anni in su, fino a superare i 70 anni. Quindi, nel commentare, bisogna tenere conto prima di tutto che il commento è pubblico e che certe parole possono dare fastidio a chi legge, ma avendo anche lettori bambini, ancor di più vale questa regola.

Se vi scappa una parolaccia, niente paura: cʼè un filtro automatico che la trasforma in asterischi.

Se non siete dʼaccordo con quanto ho scritto io o con qualche commento lasciato dai lettori, le critiche costruttive sono sempre ben accette, ma gli insulti o le frasi ai limiti dellʼinsulto o provocatorie non saranno tollerate. Il che significa che quei commenti non saranno approvati o saranno cancellati.

2 – No allʼanonimato

Cʼè scritto prima del form dei commenti, ma qualche mese fa mi è arrivato un commento firmato “Anonimo” con email “xxx@xxx.xxx”: non so quanti neuroni abbia questa persona, ma davvero pensa che qualcuno approvi un commento firmato a quel modo?

Forse sì, ma io no.

I nickname possono essere usati, ma, come ho scritto, dallʼemail o dal sito si deve poter risalire a chi ha commentato. O si accetta o si commenta altrove. La scrittura non dovrebbe essere materia di disgregazione e annientamento, la scrittura non dovrebbe avere avversari. Ma sappiamo tutti come è fatta la specie umana.

3 – No alla promozione

Un autore che consiglia, sotto falso nome, il suo romanzo nei commenti sta facendo spam, né più né meno. Sì, sono riuscito a scoprire il suo trucchetto, chiamatemi pure Holmes. Ma è stato anche il tono del commento a insospettirmi e a far scattare le ricerche.

Gli editori e le agenzie di servizi editoriali possono commentare nel blog, ma non promuovere i loro servizi, altrimenti è spam. Qualcuno lo ha fatto e infatti non avete letto quei commenti.

Queste sono le mie regole comportamentali per accettare commenti nel blog. Che ne pensate?

E nel frattempo buona conclusione di feste :)

38 Commenti

  1. Silvia
    6 gennaio 2016 alle 07:18 Rispondi

    Nulla da eccepire. La buona educazione è fondamentale, tanto più a casa d’altri, e chi commenta è a casa d’altri. Oltretutto anche lo spam è una forma di maleducazione. Poi penso che al limite nel dubbio, piuttosto che apparire scortesi, valga la pena di chiedere che cosa si può scrivere e che cosa invece è considerato spam, ma senza fare i furbetti, altra cosa davvero antipatica.

    • Daniele Imperi
      6 gennaio 2016 alle 09:46 Rispondi

      Lo spam è una delle forme peggiori di maleducazione. Ma è duro a morire, il più delle volte, secondo me, per ignoranza del web.

  2. Rodolfo
    6 gennaio 2016 alle 08:32 Rispondi

    Condivido. Tra l’altro lo SPAM non solo è maleducato, ma anche completamente inutile. E che vi siano case editrici, agenzie di servizi editoriali o di marketing che lo ritengono utile mi lascia perplesso (eufemismo).

    • Daniele Imperi
      6 gennaio 2016 alle 09:48 Rispondi

      Vero, è inutile, ma, come dicevo a Silvia, molti lo fanno inconsapevolmente, perché non sanno come funziona il web.

  3. Grazia Gironella
    6 gennaio 2016 alle 08:44 Rispondi

    Il tuo codice di comportamento è molto condivisibile. Buona ultima, ennesima festività prima del ritorno alla vita normale. :)

    • Daniele Imperi
      6 gennaio 2016 alle 09:51 Rispondi

      Secondo me non ho risolto nulla scrivendolo, della serie “conosco i miei polli” :)

  4. Serena
    6 gennaio 2016 alle 08:47 Rispondi

    Conosco una befana che di blog ne ha tre, scrive ed è pure interessata a essere letta, ma comunque commenta solo se ha qualcosa da dire.

    • Daniele Imperi
      6 gennaio 2016 alle 09:52 Rispondi

      E questa befana come mai non è al lavoro, oggi? :D

    • Amanda Melling
      6 gennaio 2016 alle 10:19 Rispondi

      Serena questa cosa degli aperitivi analcolici di frutta, prima o poi la commenterò.

  5. Roberto
    6 gennaio 2016 alle 10:17 Rispondi

    Le basi sono sempre fondamentali e vanno ripetute. Aggiungerei come promemoria sempreverde anche di non scrivere tutto maiuscolo, da’ l’impressione di aggressività e poco rispetto.

    • Daniele Imperi
      6 gennaio 2016 alle 10:21 Rispondi

      Sul maiuscolo hai ragione. Non so se qui quache vecchio commento sia stato scritto così, ma se capita, con uno strumento online trasformo il testo prima di pubblicarlo.

  6. Amanda Melling
    6 gennaio 2016 alle 10:24 Rispondi

    Lo spam è addirittura controproducente, secondo me. Ultimamente mi è capitato di leggere qualche commento poco carino che comunque hai approvato :)

    • Daniele Imperi
      6 gennaio 2016 alle 14:58 Rispondi

      I commenti poco carini ogni tanto arrivano, purtroppo :D

  7. Salvatore
    6 gennaio 2016 alle 10:57 Rispondi

    Mi sembrano consigli saggi. Buona Befana! :D

    • Daniele Imperi
      6 gennaio 2016 alle 15:01 Rispondi

      Buona Befana anche a te :)

  8. Loredana
    6 gennaio 2016 alle 13:05 Rispondi

    Penso che siano consigli saggi, di buonsenso e di buona educazione, da applicare sempre.

    • Daniele Imperi
      6 gennaio 2016 alle 15:06 Rispondi

      Penso infatti di applicarli anche in futuri progetti.

  9. ombretta
    6 gennaio 2016 alle 14:39 Rispondi

    Ottimi consigli in quest’ultimo giorno di feste, finalmente!
    Non ti ho ancora augurato buon 2016, quindi colgo l’occasione per farlo…un anno pieno di successi Daniele :)

    • Daniele Imperi
      6 gennaio 2016 alle 15:07 Rispondi

      Buon 2016 anche a te :)

  10. Barbara
    6 gennaio 2016 alle 14:52 Rispondi

    Sembrerebbero cose ovvie, e invece…
    A me danno un fastidio viscerale quelli che commentano, offendendo velatamente le opinioni altrui, ma nascondendosi dietro a nickname che sono inutili giri di parole, niente foto e niente sito (non mi è capitato qui, ma altrove). Magari l’amministratore saprà anche chi sono, ma io, altro utente, no. Ed io invece ci metto la faccia, letteralmente. Alla fine non è nemmeno un confronto valido, perchè non è sullo stesso piano. Se non hanno il coraggio di metterci la faccia sulle proprie idee, quanto valide possono essere?!
    Sullo spam, questa povera carne in scatola non piace a nessuno. Però se editori e agenzie editoriali vengono qui a pubblicizzarsi…beh…significa che quel che scrivi e come le scrivi ti hanno dato autorevolezza! :D

    • Daniele Imperi
      6 gennaio 2016 alle 15:05 Rispondi

      Hai ragione, alla fine non si è sullo stesso piano. Ma comunque non capisco l’anonimato in blog come questo.

  11. Francesco Magnani
    6 gennaio 2016 alle 15:05 Rispondi

    Pienamente d’accordo, la buona educazione è essenziale. Odio lo spam e per fortuna, solo una volta mi è capitato di ricevere un commento spam e sai da chi? Proprio da una persona che sul web è nota, si è “degnata” di lasciare un commento con un riferimento al suo articolo. I soliti “guru” del web che predicano bene e razzolano male.

    • Daniele Imperi
      6 gennaio 2016 alle 15:11 Rispondi

      Ah, però… Non si finisce mai di imparare dai guru :D

  12. Ferruccio
    6 gennaio 2016 alle 15:29 Rispondi

    Sono d’accordo!

    • Daniele Imperi
      7 gennaio 2016 alle 08:58 Rispondi

      Allora mi aspetto di leggere le tue nel tuo blog, se non l’hai già fatto :)

  13. Ulisse Di Bartolomei
    6 gennaio 2016 alle 16:09 Rispondi

    Salve Daniele e buona Befana!
    Condivido le tue linee guida. Circa lo spam “doloso” per promuovere un prodotto, è deprecabile senza attenuanti. Va rilevato comunque, che il link al nostro sito personale ci promuove come attività ma contiene anche riferimenti ai nostri prodotti. Non credo però che rientri nella categoria di spam che menzioni. Detesto il turpiloquio ma anche gli inglesismi fine e se stessi, che si propende ormai a inserire arbitrariamente trascurando che non tutti conoscono o non a sufficienza la lingua inglese per poterli comprendere. Comunque per non sbagliare da adesso inserisco il link al mio sito più generalista…

    • Daniele Imperi
      7 gennaio 2016 alle 08:56 Rispondi

      Ciao Ulisse, buona befana in ritardo :)
      Il link al sito non rientra nello spam, infatti, fa parte del modulo per inviare i commenti. Se mi avesse dato fastidio – e non vedo che fastidio possa dare – lo avrei tolto.

  14. Romina Tamerici
    6 gennaio 2016 alle 19:44 Rispondi

    Sono tutte regole di civiltà, ma purtroppo serve sempre ribadirle!

    • Daniele Imperi
      7 gennaio 2016 alle 08:58 Rispondi

      Sì, anche secondo me serve. Anzi, devo linkarle prima del form dei commenti.

  15. Luciano Dal Pont
    7 gennaio 2016 alle 09:41 Rispondi

    Ciao Daniele, mi è sfuggito questo articolo ieri e così lo commento oggi, anche se in realtà c’è ben poco da commentare: inutile dire che sono d’accordo su tutti i fronti. Vorrei solo fare una precisazione personale, così, tanto per chiarire l’aspetto “metterci la faccia” e, nel mio e in altri casi, il nome per esteso: forse il mio cognome poco diffuso potrebbe far pensare a una sorta di nickname, ma non è così, quello che appare è il mio vero cognome.

    • Daniele Imperi
      7 gennaio 2016 alle 09:46 Rispondi

      Ciao Luciano, per nome intendo un nome reale, non è necessario che tu scriva anche il cognome. Proprio oggi, a dispetto di ciò che ho scritto, un tipo ha commentato firmandosi “Anonimo” e scrivendo solo un complimento. Guarda caso ha commentato un post connesso al suo blog. Indovina che fine ha fatto? :)

      • Luciano Dal Pont
        7 gennaio 2016 alle 10:07 Rispondi

        Avrà sicuramente fatto la fine che meritava :-)

  16. Elena Castellari
    11 gennaio 2016 alle 12:35 Rispondi

    Ciao Daniele!
    Per prima cosa, complimenti per il blog! Anche se sono nuova al reparto commenti, ti seguo da un po’ e i tuoi “modi” mi piacciono molto.
    Sono pienamente d’accordo su tutto e, non avendo altro da aggiungere rispetto a quanto già detto da altri commentatori su spam, educazione, scrittura maiuscola… ti auguro semplicemente un buon anno.
    P.S. Grazie dei tuoi preziosi consigli: sto imparando molto!

    • Daniele Imperi
      11 gennaio 2016 alle 14:01 Rispondi

      Ciao Elena, grazie e benvenuta nel blog.
      Buon anno anche a te :)

  17. Alessandro
    28 aprile 2016 alle 17:14 Rispondi

    Ho trovato cancellati alcuni post Daniele come posso ripristinarli

    • Daniele Imperi
      29 aprile 2016 alle 06:19 Rispondi

      Quali post hai trovato cancellati?

  18. Alessandro
    29 aprile 2016 alle 07:37 Rispondi

    Tipo quelli di caratteristiche ci un fantasy vincente

    • Daniele Imperi
      29 aprile 2016 alle 07:50 Rispondi

      Ma parli di commenti, non di post allora. In quel caso, se avevi commentato quel post e non vedi più il commento, di sicuro è colpa del trasferimento del blog da una società di hosting all’altra, che ho terminato ieri. Qualcosa si è perso, a questo punto, come ho visto che è saltata qualche immagine.
      Su Archive.org dovrei trovare quei commenti e posso reinserirli io. Se ti ricordi i post in cui avevi commentato e non ci sono più, scrivimi un’email segnalandomeli e li ripristino.

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.