Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Le recensioni di Settembre 2012

recensioniPubblico ora le recensioni scritte nel mese scorso, per pura dimenticanza… quindi questa settimana, fra una cosa e l’altra, ci sono ben dodici post.

I generi letti sono l’avventura classica, la fantascienza classica, la fantascienza distopica, il western. Libri che ho letto volentieri e che sapevo non mi avrebbero deluso.

Viaggio al centro della Terra di Jules Verne

Un romanzo che andrebbe letto da ragazzi, ma che colpisce ed entusiasma anche da adulti, Viaggio al centro della Terra è un racconto in prima persona, una sorta di diario dei fatti sorprendenti accaduti a un professore e a suo nipote.

Continua a leggere Viaggio al centro della Terra.

La guerra dei robot di Harry Harrison

La guerra dei robot è un’antologia composta da quattro racconti di fantascienza. In ogni storia si riconosce lo stile inconfondibile di Harrison, o meglio dell’Harrison che scrive di fantascienza. Già nella trilogia dedicata al Pianeta impossibile ho potuto notare l’influenza di Asimov in Harrison, ma condita con una sua originalità e una giusta dose di umorismo e sarcasmo.

Continua a leggere La guerra dei robot.

Fahrenheit 451 di Ray Bradbury

La fantascienza ha tanti volti e Fahrenheit 451 è uno di questi. Un romanzo da cui traspira un mondo di follia, distopico come forse non abbiamo mai visto. Una società ridotta a un ammasso apatico, decerebrato di uomini senza più pensieri.

Continua a leggere Fahrenheit 451.

Meridiano di sangue di Cormac McCarthy

O rosso di sera nel West

Un romanzo sul Far West, crudo come mai nessun film è riuscito a essere. Forse il vero volto del West, questo raccontato da McCarthy, con la sua prosa ricercata e profondamente drammatica. Un romanzo che non lascia scampo al lettore, portandolo con forza nei meandri più sanguinosi e dolorosi di un’epoca ormai scomparsa.

Continua a leggere Meridiano di sangue.

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.