Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Come creare un piano di marketing per un libro #2 – Il pubblico

Come creare un piano di marketing per un libro #2 – Il pubblico

Stabilite le caratteristiche del libro e le potenzialità di editore e autore, la realizzazione del piano di marketing per il libro prevede di analizzare il pubblico a cui è rivolto. Questa operazione si traduce in uno studio sia del cliente finale, il lettore, sia della concorrenza.

Definire il cliente

Il cliente è quindi il lettore. Ma quale lettore?

In realtà bisogna considerare due distinti gruppi di lettori:

  1. il pubblico principale
  2. il pubblico secondario

Il pubblico principale è il lettore che sicuramente apprezzerà l’opera pubblicata, perché amante del genere letterario, dello scrittore o perfino perché è legato alla casa editrice come vecchio e soddisfatto cliente.

Il pubblico secondario è invece il lettore casuale che potrebbe acquistare e leggere il libro, nonostante non sia un appassionato del genere, non conosca l’autore o l’editore.

  • Quali sono le caratteristiche del pubblico primario e secondario?
  • Che cosa leggono?
  • Che cosa vogliono leggere?
  • Come saranno raggiunti?
  • Quanto potranno essere attratti da questa nuova pubblicazione?
  • Quanto si parla online di quel tema?

Rispondere a queste domande e definire nei dettagli le due tipologie di cliente aiuta a capire le possibilità che ha il libro di acquisire lettori e trovare il favore del pubblico e della critica.

Definire la concorrenza

Scoprire le caratteristiche della concorrenza è un passo fondamentale per la stesura del proprio piano di marketing editoriale. La natura della concorrenza può determinare il fallimento di una pubblicazione.

Esistono due tipi di concorrenza:

  1. concorrenza diretta
  2. concorrenza indiretta

La concorrenza diretta è rappresentata da altre case editrici che pubblicano le medesime opere. Stiamo parlando quindi non solo di generi letterari, ma anche di tipologia di storie.

Nel campo della fantascienza, per esempio, possiamo ascrivere il sottogenere apocalittico. Se vogliamo pubblicare un romanzo apocalittico, dobbiamo considerare quanto è forte la presenza nel mercato di questo argomento e quanto sono forti, anche, le case editrici che se ne occupano.

La concorrenza indiretta è invece data da tutti gli altri tipi di pubblicazione esistenti, quindi parliamo di auto-pubblicazione, sia a livello commerciale, attraverso le varie piattaforme online di self publishing, sia a livello amatoriale e personale, quindi ebook rilasciati gratuitamente nei propri blog.

Sempre nell’ambito della concorrenza diretta, occorre inoltre considerare:

  • quanti autori scrivono del tema da pubblicare
  • quanto sono conosciuti questi autori nel mercato
  • con quali e quanti formati vengono venduti quei libri

Tutte queste informazioni saranno utili per definire al meglio le caratteristiche del proprio libro e analizzare le sue effettive potenzialità, in funzione dell’andamento del mercato editoriale e delle reali necessità del lettore.

Informazioni che aiuteranno l’editore a escogitare la strategia migliore per raggiungere il pubblico e promuovergli il libro.

5 Commenti

  1. Frank Spada
    21 maggio 2012 alle 11:31 Rispondi

    E sì che so che lei lo sa, e sì che so che gli editori di certi autori che non sanno la verità su come stanno andando, se ne stanno quatti quatti e lasciano agli stessi il fardello da portare ;)

  2. Come creare un piano di marketing per un libro: il pubblico e la concorrenza | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
    22 maggio 2012 alle 15:56 Rispondi

    […] background-position: 50% 0px ; background-color:#222222; background-repeat : no-repeat; } pennablu.it – Today, 3:56 […]

  3. Carlo
    25 maggio 2012 alle 19:37 Rispondi

    Come sempre articolo interessante e pieno di ottimi spunti :)

  4. Come creare un piano editoriale per i propri lettori | Business matters | Scoop.it
    27 maggio 2012 alle 16:25 Rispondi

    […] background-position: 50% 0px ; background-color:#222222; background-repeat : no-repeat; } pennablu.it – Today, 4:25 […]

  5. Il meglio di Penna Blu – Maggio 2012
    1 giugno 2012 alle 06:03 Rispondi

    […] Continua a leggere Come creare un piano di marketing per un libro #2 – Il pubblico. […]

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.