Progettazione e pianificazione dei testi

Come scrivere i contenuti di un sito

Progettare e pianificare i testi di un sito è un lavoro che non va sottovalutato. Non si parla infatti di scrivere i contenuti, ma di progettarli e pianificarli. Ossia stabilire cosa scrivere, come scrivere, quando scrivere e pubblicare.

In questo articolo vedremo quanto sia importante

  1. produrre una buona quantità di testi
  2. scrivere testi di qualità
  3. analizzare le parole chiave relative al proprio sito
  4. scrivere conoscendo il web
  5. usare un giusto linguaggio e uno stile naturale
  6. affidare la scrittura dei testi a un copywriter

Quantità dei contenuti

La situazione attuale del web è la spiazzante abbondanza di testi. Una società, un’azienda, ma anche un professionista che vuole iniziare la propria attività online – o solo avere una sua presenza online – non può più offrire al pubblico un sito di quattro pagine striminzite con testi scritti alla buona.

Parlando in termini di quantità, ogni sito deve adesso – anzi avrebbe dovuto farlo da tempo – studiare una strategia di contenuti che consenta di pubblicare testi con una certa periodicità, col risultato di incrementare il traffico, approfondire il tema che tratta e divenire un’autorità nel suo campo.

Qualità dei contenuti

La quantità senza qualità è soltanto spazzatura e il web ne ha fin troppa. Un sito non va giudicato solo dal suo impatto grafico, ma soprattutto dai suoi contenuti. Scrivere testi originali e unici è il vero biglietto da visita online di un’azienda e di un professionista.

Spesso un sito aziendale trascura i contenuti, dando estrema importanza alla grafica, all’aspetto estetico. Pochi hanno capito che i motori di ricerca leggono le parole scritte nel sito e così anche i visitatori.

Studio delle parole chiave

Nessuna pianificazione dei testi può essere iniziata senza prima aver analizzato le parole chiave che ruotano attorno al tema del sito, senza aver capito quale volume di traffico generano, come sono cercate dagli utenti.

Un elenco di parole chiave fornirà non solo un punto di partenza per progettare i propri contenuti, ma anche per scoprire se può essere portata avanti una strategia a lungo termine scrivendo testi attinenti.

Scrittura per il web

Un altro ostacolo che le aziende e i professionisti devono superare è comprendere che il web ha caratteristiche differenti dalla carta stampata. Scrivere per il web significa accettare e rispettare le regole di lettura e ricerca del web.

Strutturare ogni pagina in modo che sia letta velocemente dai lettori e trovata facilmente dai motori di ricerca significa aver compiuto un passo avanti verso il successo del sito.

Linguaggio e stile

Scrivere contenuti non è solo un’azione meccanica. È soprattutto un’azione mentale. Il testo deve rispettare contemporaneamente alcune regole:

  • comprensibilità: evitare parole difficili e troppo tecniche
  • naturalezza: scrivere con la propria voce per fidelizzare il cliente
  • coinvolgimento: scrivere per ottenere una discussione coi potenziali clienti
  • trasparenza: scrivere abbattendo il muro che di solito viene eretto fra azienda e cliente
  • onestà: scrivere senza essere promozionali all’eccesso.

Ingaggiare un copywriter

Tutto quanto scritto finora sono parole al vento se un’azienda non si affida a un professionista della scrittura per la stesura dei suoi contenuti. A ognuno il proprio lavoro.

Affidando la scrittura dei testi di un sito a copywriter l’azienda potrà:

  • ottenere testi scritti professionalmente
  • ottenere testi ottimizzati per utenti e motori di ricerca
  • risparmiare tempo e dedicarsi al vero campo in cui opera
  • evitare problemi che testi mal scritti o poveri potranno causare alla sua immagine.
Categoria postPublicato in Web copywriting - Data post11 dicembre 2012 - Commenti11 commenti

DanieleDaniele Imperi

Sono blogger e web writer e scrivo e leggo ogni giorno. Oltre a Penna blu, ho creato e gestisco i siti su Cormac McCarthy e Edgar Allan Poe. Leggi di più nella mia biografia.

Ti è piaciuto questo post? Condivilo sui social media o via email!

Email
Commenti
  • [...] Progettare e pianificare i testi di un sito è un lavoro che non va sottovalutato. Non si parla infatti di scrivere i contenuti, ma di progettarli e pianificarli. Ossia stabilire cosa scrivere, come scrivere, quando scrivere e pubblicare.   In questo articolo vedremo quanto sia importante:   – produrre una buona quantità di testi- scrivere testi di qualità- analizzare le parole chiave relative al proprio sito- scrivere conoscendo il web- usare un giusto linguaggio e uno stile naturale- affidare la scrittura dei testi a un copywriter Sì, perché la situazione attuale del Web è la spiazzante abbondanza di testi. Una società, un’azienda, ma anche uno scrittore che vuole iniziare la propria attività online – o solo avere una sua presenza online – non può più offrire al pubblico un sito di quattro pagine striminzite con testi scritti alla buona.   Parlando in termini di quantità, ogni sito deve adesso – anzi avrebbe dovuto farlo da tempo – studiare una strategia di contenuti che consenta di pubblicare testi con una certa periodicità, col risultato di incrementare il traffico, approfondire il tema che tratta e divenire un’autorità nel suo campo.     Leggi tutto: http://pennablu.it/pianificazione-testi/    [...]

  • Alessandro C. 11 dicembre 2012 at 13:27

    Però farei una piccola considerazione: va bene, i post devono essere comprensibili. Ma le parole “tecniche” a volte andrebbero usate (e spiegate) proprio per accrescere il bagaglio culturale/informativo di chi fruisce dell’articolo. Altrimenti, che informazione si fa?

  • [...] "Come scrivere i contenuti di un sito", quarto articolo   Progettare e pianificare i testi di un sito significa stabilire cosa scrivere, come scrivere, quando scrivere e pubblicare.   ☞ Quantità e qualità dei contenuti☞ Studio delle parole chiave☞ Regole di scrittura per il web☞ Linguaggio e stile☞ Copywriting   Penna blu di Daniele Imperi    [...]

  • Alessandro C. 11 dicembre 2012 at 15:27

    citavo il punto “comprensibilità: evitare parole difficili e troppo tecniche”

    • Daniele Imperi 11 dicembre 2012 at 15:48

      Ah, ho capito che intendi :D
      Ho infatti scritto “troppo tecniche”, anche se è spiegato male. Le parole tecniche vanno usate, ovvio, non puoi sempre farne a meno. Se devo scrivere un post sull’anacoluto, quella parolaccia va scritta e spiegata. Di certo è da evitare un post zeppo di tecnicismi, che risulterebbe comprensibile solo a 2 persone.

      • Romina Tamerici 13 dicembre 2012 at 19:42

        “Anacoluto” non è affatto una parolaccia! Ah ah ah!

        Io credo che la cosa più difficile sia scrivere testi ottimizzati per i motori di ricerca. Tuttavia non ho un sito e nel blog mi pongo (troppo) poco il problema.

        • Daniele Imperi 13 dicembre 2012 at 19:47

          Sito o blog è la stessa cosa: i testi vanno scritti sempre ottimizzati, ma per l’utente. Un giorno scriverò un post su questo.

  • [...] Pianificare i contenuti è un lavoro di organizzazione, studiare la concorrenza per conoscere come si comporta online ci permette di capire come agire per superarla, definire un proprio obiettivo definisce noi stessi. Il lavoro più arduo è però sapere cosa scrivere. [...]

  • [...] Continua a leggere Progettazione e pianificazione dei testi. [...]

  • Quanto spesso scrivere in un blog? 12 febbraio 2013 at 05:03

    [...] un progetto: stabilire cioè di cosa scrivere, suddividere il blog in argomenti da trattare. La pianificazione dei contenuti permette al blogger di sapere cosa scrivere e come scriverlo: non serve solo un progetto per il [...]

  • Fammi conoscere la tua opinione sul post

© 2010 - 2014 Penna blu - Ideazione e web design di Daniele Imperi - Torna su