Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

La pausa estiva nel blog

Ovvero: Penna blu ad agosto

La pausa estiva nel blog

Finora d’estate – anzi nel mese di agosto – «Penna blu» non ha mai modificato il suo calendario editoriale: nei giorni di pubblicazione sono sempre usciti i post. Li scrivevo in buon anticipo – ai bei tempi andati ero riuscito ad anticipare perfino due mesi di uscite, e pubblicavo 7 giorni a settimana.

Quest’anno, però, ho deciso di cambiare. Sarà l’età che avanza – ma quella avanza sempre, a quanto pare – saranno altre questioni, o tutto insieme, ma avevo pensato di chiudere il blog ad agosto e riprendere a settembre.

Poi c’è stato un ripensamento e quindi usciranno soltanto 4 articoli, nei 4 giovedì del mese, tutti sulla lettura, per mantenersi leggeri. Ecco i titoli, che non appariranno necessariamente in quest’ordine:

  1. Come leggere i classici
  2. Letture scolastiche odiate (e amate da adulto)
  3. Il feticismo dei libri
  4. 16 nuove storie da leggere che hanno ispirato film

E naturalmente c’è il consueto appuntamento con il primo settembre, sesto compleanno del blog.

Chiudere o no il blog ad agosto?

È la solita questione senza soluzione. Perché senza soluzione? Perché alla fine ognuno decide a modo suo e non credo esista la verità assoluta su questo argomento. L’importante è che il blogger sappia a cosa andrà incontro se non pubblica nulla per un mese: un bel calo di visite.

Molti SEO sostengono che il numero di visite non dipende dal numero di contenuti pubblicati, ma la mia esperienza diretta mi dice invece il contrario. Per esempio, da quando ho dimezzato i contenuti, passando da 4 post a settimana a 2, ho perso come minimo dalle 300 alle 400 visite al giorno. Tante, ma pazienza.

Sapevo che sarebbe successo, ma sapevo anche che quella era la mia soluzione ideale, se volevo continuare ad avere un blog e pubblicare articoli decenti.

Nel periodo estivo, quindi da luglio ad agosto, le visite al blog comunque scendono – almeno scendono su «Penna blu», ma penso anche sui vostri blog – quindi chiudere del tutto significa perderne parecchie.

4 post per mantenere in vita il blog

Ho pensato che pubblicare 4 articoli possa essere un modo per non far sembrare morto e abbandonato il blog. Se qualche nuovo lettore arrivasse ad agosto, trovando l’ultimo post pubblicato oggi, in data 28 luglio, che cosa penserebbe?

Chi non ha quindi intenzione di chiudere del tutto il blog, può benissimo adottare questa soluzione: diminuire le pubblicazioni. A settembre vedremo come sarà andata.

La gestione del blog durante le vacanze

La scorsa estate è stato un vero massacro per me rispondere ai commenti nelle due settimane di agosto in cui ero nella casa di campagna di famiglia. Là non c’è praticamente mai rete e per averla dovevo andare nel terreno a fianco, sotto i nostri ulivi, mangiato vivo dalle zanzare a cui non fregava nulla del repellente che mi ero spalmato.

E, cosa ancor più massacrante per me, dovevo scrivere sul cellulare, cosa che davvero non sopporto fare. Per me il cellulare serve ancora per telefonare, non per navigare nel web.

Questo per dire che in alcuni casi diventa difficile, se non impossibile, gestire il blog durante una vacanza. È parecchio che non faccio un viaggio nel Nord Europa, ma in quei posti, almeno dove sono stato finora, non c’è connessione, perché non c’è proprio nulla di umano e civilizzato (o quasi).

Dunque una pausa estiva nel blog resta la soluzione ideale.

Sul blog «Mysocialweb» potete leggere alcune soluzioni per gestire il blog durante le ferie, e anche un mio vecchio post su come gestire il blog nei mesi estivi.

E voi avete già deciso cosa fare? Lascerete invariato il blog ad agosto o chiuderete del tutto?

85 Commenti

  1. Grilloz
    28 luglio 2016 alle 07:51 Rispondi

    Buone vacanze allora ;)

    • Daniele Imperi
      28 luglio 2016 alle 12:23 Rispondi

      Grazie, buone vacanze anche a te :)

  2. Marco
    28 luglio 2016 alle 08:06 Rispondi

    Io invece per la prima volta da anni, stacco. Riprenderò a settembre. Ne ho bisogno anche per riflettere sul da farsi…

    • Daniele Imperi
      28 luglio 2016 alle 12:24 Rispondi

      Fai bene, io rallento per lo stesso motivo: devo riflettere su cosa fare, cioè su che altro pubblicare nel blog. E poi voglio portare avanti 3 racconti da spedire.

  3. Serena
    28 luglio 2016 alle 08:13 Rispondi

    Per me non cambia niente: pubblico a caso quando riesco 😁 Buone vacanze, Daniele!

    • Daniele Imperi
      28 luglio 2016 alle 12:25 Rispondi

      Eh, in questo caso sei più fortunata :D
      Buone vacanze anche a te.

    • Elena
      30 luglio 2016 alle 18:56 Rispondi

      Serena,
      sono d’accordo con te! Anche se sicuramente il blog nel periodo estivo rallenta un pò…. personalmente è da fine giugno che non pubblico più tre volte a settimana…. Ma lasciare del tutto, no… Un blogger ha sempre qualcosa da dire ;)

  4. Tiziana
    28 luglio 2016 alle 08:49 Rispondi

    Da lettrice:
    La trovo una buona soluzione ridurre i post pubblicati.
    Staccare, ma non del tutto. Hai ragione, da lettrice, ti dico che vuol dire il numero delle pubblicazioni. Ma sia per chi legge, sia per chi scrive, c’è una naturale pausa estiva per tutti (giustamente), quindi la riduzione la vedo la giusta via di mezzo.
    E quando non cI sarà connessione, ben venga.Fa bene disintossicarsi da internet. (Per tutti 😊)

    • Daniele Imperi
      28 luglio 2016 alle 12:26 Rispondi

      Stacco anche per disintossicarmi, infatti :)

  5. Silvia
    28 luglio 2016 alle 08:56 Rispondi

    Io ho deciso di tenere aperto senza modificare il calendario, scegliendo argomenti più leggeri e sospendendo i dubbi del giovedì. Proprio oggi ho pubblicato un post in cui ne spiego le ragioni. Quindi sarò presente per leggere i tuoi post del giovedì.

    • Daniele Imperi
      28 luglio 2016 alle 12:27 Rispondi

      Già letto e commentato il tuo post :)
      Hai sospeso una rubrica, quindi anche tu hai diminuito un po’.

  6. Paola
    28 luglio 2016 alle 08:57 Rispondi

    Buon meritato riposo.
    Grazie per le anticipazioni sugli articoli, li leggerò vista mare.

    • Daniele Imperi
      28 luglio 2016 alle 12:27 Rispondi

      Ciao Paola, benvenuta nel blog e buona lettura dal mare, allora :)

  7. animadicarta
    28 luglio 2016 alle 09:06 Rispondi

    Eh ma non c’è più religione se pure tu stacchi ad agosto… ah no, non stacchi del tutto, fiuuuuu!
    Io mi atterrò al solito, cioè mi eclisserò totalmente o quasi ad agosto. Il motivo è sempre lo stesso, stare lontana per un po’ da internet e le simili diavolerie per ricaricare un po’ le energie e fare altre cose.
    Mamma mia, che fatica dev’essere andare in giro per la campagna in cerca della rete, con zanzare al seguito!
    Buon relax :)

    • Daniele Imperi
      28 luglio 2016 alle 12:29 Rispondi

      Decisione in parte sofferta :)
      Come anche quella di dimezzare i post tempo fa. Ma alla fine devi fare i conti con te stesso.
      Staccare fa bene, serve per riflettere, non solo per ricaricarsi.

  8. Chiara
    28 luglio 2016 alle 09:07 Rispondi

    Purtroppo è vero: con la chiusura estiva le visite tendono a diminuire, ma io ho notato, sia nel 2014 sia nel 2015, che ci vuole poco per ritornare nella media, una volta ripresi gli aggiornamenti. Penso inoltre che ogni blogger abbia le proprie esigenze personali. La mia al momento è approfittare delle ferie per procedere con il romanzo. Non guadagno con i click, quindi non c’è nulla di male. :)

    • Daniele Imperi
      28 luglio 2016 alle 12:30 Rispondi

      Sì, poi riprendono, quando la popolazione risorge dalle ferie e il blog ritorna al consueto calendario :)
      Tu chiudi, quindi?

      • Chiara
        28 luglio 2016 alle 14:30 Rispondi

        Sì, io pubblicherò stasera l’ultimo post, anche se non è ufficialmente un “post dei saluti”. Solo alla fine informerò della chiusura. Riprenderò poi il 1° settembre. :)

  9. Salvatore
    28 luglio 2016 alle 09:19 Rispondi

    Io ho deciso di chiudere tutto agosto invece. Del numero di visite mi importa poco. Buone vacanze. :)

    • Daniele Imperi
      28 luglio 2016 alle 12:30 Rispondi

      Ho letto, buone vacanze a te :)

  10. Sara Duranti
    28 luglio 2016 alle 09:29 Rispondi

    La chiusura estiva sembrerebbe un’ottima soluzione per chi possiede un blog, chi non vorrebbe staccare qualche giorno? Ma secondo me è la scelta più sbagliata. I nostri lettori non vanno in vacanza, o appunto ci vanno e hanno più tempo per sfogliare blog per piacere e non per lavoro. Quindi quale momento migliore per attirare nuove visite? Il segreto sta nell’organizzazione e nel saper giocare d’anticipo ;) Buone vacanze!

    • Daniele Imperi
      28 luglio 2016 alle 12:33 Rispondi

      Ciao Sara, benvenuta nel blog. In parte è vero quello che dici, ma penso dipenda dal tipo di blog. In vacanza io non leggo nulla online, proprio perché non ho connessione e non leggo comunque mai da cellulare.
      Tu hai un blog multiautore, vedo, quindi nel tuo caso basta organizzarsi. Ma io non posso farlo, quindi devo dimezzare o chiudere :)

    • Elena
      30 luglio 2016 alle 18:59 Rispondi

      Ciao Sara,
      io ho le stesse abitudini di Daniele… Leggo poco perché in genere ho un mucchio di cose da fare all’aria aperta… l’annoscsorso avevo un unico blog e pubblicavo quelle… Ora che ho un blog dedicato solamente alla vela, sulle Volpi rallenterò un pò… Anche per riflettere su come scrivo e come è cambiato il mio modo di approcciare gli articoli…..

    • Chiara Mazza
      3 agosto 2016 alle 10:23 Rispondi

      Secondo me la maggior parte delle visite sono di persone dal lavoro che spariscono quindi anche loro quando sono in ferie ad agosto… :)
      Per quanto riguarda me non ho ancora capito bene come funziona questa storia delle visite, del SEO e degli iscritti al blog. Vedo che pian piano sempre più gente arriva al mio blog e se scrivo più spesso la gente che arriva è di più, ma boh… faccio fatica a starci dietro. Francamente provo a scrivere quando ho qualcosa di qualità da dire, quando mi rendo conto di avere scritto soltanto per scrivere, nonostante magari il post non sia male, mah… mi sembra di aver fregato il lettore e averne elemosinato la visita più che avergli fornito qualcosa di utile o piacevole da leggere.
      Comunque non è detto che questo non cambi.

      • Daniele Imperi
        3 agosto 2016 alle 10:40 Rispondi

        Che cosa non hai capito delle visite della SEO (è femminuccia :D) e degli iscritti al blog?
        Il numero di visite comprende:
        – persone reali che visitano il blog
        – persone che durante la giornata tornano nel blog
        – spammer (di solito programmi, ma a che umani)
        – spider dei motori di ricerca

        Quindi se hai 500 visite al giorno, non significa che hai avuto 500 persone che hanno visitato il tuo blog quel giorno.

        Sulla SEO per il blog ho scritto un post: http://pennablu.it/seo-blogging/

        Quando pubblichi spesso è normale che arrivi più gente.

        • Chiara Mazza
          3 agosto 2016 alle 10:48 Rispondi

          Quel che non ho capito bene non è come funziona, ma come servirsene. E poi anche se ha un qualche senso.
          Diciamo che mi piacerebbe attirare un pubblico interessato principalmente da argomenti che ruotano intorno alla sessualità e alla psicologia, che quello che scrivo è tendenzialmente più femminile, ma non solo, e che mi piacerebbe che il blog fosse in futuro un trampolino di lancio per un mio romanzo. So per certo che non ho concorrenti sui temi che tratto o almeno non concorrenti seri e so per certo che non posso scrivere tutti i giorni.
          Ecco. L’unica cosa che ho capito è che bisogna riuscire ad avere tanti tanti tanti (ma proprio tanti) click. Certi giorni però boh… viene voglia di lasciare perdere perché sembra che i click rischino di diventare più importanti dei buoni contenuti, almeno in un primo momento, finché il pubblico non è fidelizzato.
          Non so… a me sembra di stare a fare il marketing di me stessa più che dare dei contenuti seri. Sono più felice (ma molto molto più felice) quando alcuni lettori arrivano avendo cercato qualcosa sui motori di ricerca e avendola trovata da me. Certo questo succede poco o pochissimo.
          Boh… ho come l’impressione che siamo sopraffatti dai troppi contenuti e trovare quelli seri è quasi un lavoro in sé.

          • Daniele Imperi
            3 agosto 2016 alle 11:04 Rispondi

            Allora devi sviluppare i temi sessualità e psicologia: ma attenzione ai titoli che usi, ché sono quelli che hanno un bel peso per Google, oltre ovviamente ai contenuti attinenti ai titoli.
            In che senso bisogna avere tanti click? Click su cosa?

          • Chiara Mazza
            3 agosto 2016 alle 11:19 Rispondi

            Intendevo visite. Gente che viene, torna, si iscrive, ti segue.

            • Daniele Imperi
              3 agosto 2016 alle 11:20 Rispondi

              Allora ok. Sì, se vuoi un blog vivo, allora devi avere lettori fidelizzati e nuovi lettori che arrivano.

  11. Ferruccio
    28 luglio 2016 alle 10:09 Rispondi

    Io vado avanti come un mulo. Programmo e in base a dove sono cerco di cavarmela.

    buone vacanze!

    • Daniele Imperi
      28 luglio 2016 alle 12:33 Rispondi

      Stachanovista del blogging :D
      Buone vacanze, Ferru.

  12. Andrea Torti
    28 luglio 2016 alle 10:35 Rispondi

    Sto coltivando un piano audace: approfittando del rallentamento e delle pause dei “concorrenti”, sto pianificando un piccolo incremento nella frequenza dei miei post.

    Inoltre, fra poche settimane celebrerò il mio primo anniversario sul blog, quindi… ;)

    In ogni caso, buone vacanze a tutti!

    • Daniele Imperi
      28 luglio 2016 alle 12:34 Rispondi

      Anche quella è una buona strategia, ma io non ho concorrenti e quindi posso permettermi di rallentare :)
      Buone vacanze.

  13. Marco Amato
    28 luglio 2016 alle 10:45 Rispondi

    Anch’io ad Agosto vado in ferie.
    A dire il vero sono stato in ferie anche a Giugno e a Luglio.
    Eh lo so, è proprio vero, non ci sono più le mezze stagioni. :D

    Oh, meno male che almeno tu con un post a settimana resisti. ;)

    • Daniele Imperi
      28 luglio 2016 alle 12:35 Rispondi

      Ehm, infatti eri partito bene con un post e poi hai abbandonato? :D

  14. ombretta
    28 luglio 2016 alle 11:44 Rispondi

    Buone ferie Daniele. Fai bene a ridurre le uscite dei post…nella mia casa delle vacanze ho poca recezione e devo quasi arrampicarmi a un albero per leggere Penna blu! :-D

    • Daniele Imperi
      28 luglio 2016 alle 12:36 Rispondi

      Grazie Ombretta, buone ferie anche a te. E attenta a dove ti arrampichi :D

  15. Luna
    28 luglio 2016 alle 11:55 Rispondi

    Ciao Daniele,
    Guarda io l’estate scorsa ho mantenuto il mio piano editoriale con gran fatica, vero è che non parlo di fisica quantistica quindi sembra difficile crederlo, ma abitando in un posto di villeggiatura qui è sempre una festa e arrivano tutti gli amici anti social e blog che mi tengono lontana dalla mia passione. Quest’anno alla fine ho già decisamente ridotto le pubblicazioni e stavo decidendo cosa fare ad agosto, se farne almeno una a settimana o riprendere a settembre. Sono un blog giovane e con poca esperienza quindi sparire nuocerebbe sicuramente alle visite però è anche vero che alla fine i fidelizzati tornano sempre no?
    Non so, sono molto indecisa, ho pochi giorni per decidere e programmare tutto, vedremo.
    Ti auguro buone vacanze e anche io odio tremendamente usare il cellulare per i commenti ecc, non sei il solo. ;)
    Luna

    • Daniele Imperi
      28 luglio 2016 alle 12:38 Rispondi

      Ciao Luna, benvenuta nel blog. Anche per me i lettori fidelizzati tornano. C’è chi è iscritto alla newsletter o ai feed e quello ritorna.
      Quanti post pubblichi a settimana in media? Tu hai comunque un blog sulla moda, quindi potresti scrivere dei post a tema per l’estate (anche se mi pare che l’hai già fatto).

  16. Federico
    28 luglio 2016 alle 13:09 Rispondi

    Io continuo sulla mia strada di ridurre progressivamente la mia presenza in rete. L’anno scorso mi sono tolto dai social, in primavera ho chiuso il mio sito/forum (trattava di modellismo). Da un mese a questa parte ho disdetto l’adsl a casa. Non avendo lo smartphone farò le ferie di agosto completamente fuori dalla rete. È la prima volta che faccio un distacco così drastico, vedremo come va. Buone vacanze a tutti :D

    • Daniele Imperi
      28 luglio 2016 alle 13:17 Rispondi

      Ti sei tolto dai social nel senso che hai proprio disattivato i profili?
      Buone vacanze :)

      • Federico
        28 luglio 2016 alle 13:32 Rispondi

        Non solo disattivati, proprio cancellati (quindi non recuperabili).

        • Daniele Imperi
          28 luglio 2016 alle 14:05 Rispondi

          Ah, quindi non è solo una cosa temporanea per le vacanze.

  17. Nadia
    28 luglio 2016 alle 15:13 Rispondi

    Caro Daniele, che ferie rigeneranti siano!

    • Daniele Imperi
      28 luglio 2016 alle 15:15 Rispondi

      Speriamo di sì :)

  18. Tenar
    28 luglio 2016 alle 15:13 Rispondi

    Come il solito io non mi pongo molto il problema. Se sono in vacanza faccio vacanza e ciao ciao blog. Sono semplicistica, lo so, ma la vita è già incasinata, che almeno il mio rapporto con la blogsfera sia semplice.

    • Daniele Imperi
      28 luglio 2016 alle 15:16 Rispondi

      Hai tutte le ragioni :)
      La vacanza o si fa per bene o non si fa per niente.

  19. Luisa
    28 luglio 2016 alle 16:34 Rispondi

    Buone vacanze Daniele, sono d’accordo per dimezzare i post è bene che ci sia il reciproco distrarsi da altri aspetti della vita. Sono del parere che chi si è trovato bene quì, torna, per gli altri…c’è sempre un riciclo delle persone, per fortuna :-)
    Non ho un blog, troppo impegnativo per me, ammiro chi riesce a portarne avanti uno.
    Le zanzare… ho provato tanti rimedi, per tenerle lontano lo zampirone è il più efficace, sulla pelle mettere del succo di limone, di solito pungono alle gambe. Dopo che qualcuna riesce a pungere ugualmente strofinare lo zenzero ottimo, anche l’aglio o cipolla funzionano (in assenza dello zenzero) però si sa non è Chanel n. 5 :-)

    • Daniele Imperi
      28 luglio 2016 alle 16:51 Rispondi

      Grazie Luisa, buone vacanze anche a te. Concordo sul riciclo dei lettori, se qualcuno dovesse sparire causa dimezzamento post :)
      Proverò uno dei tuoi rimedi all’antica.

  20. Ulisse Di Bartolomei
    28 luglio 2016 alle 16:37 Rispondi

    Daniele ti consiglio il repellente spray antizanzara “OFF!” Li ho provati tutti e questo è il migliore. Va spruzzato su tutta pelle esposta e poi massaggiare lievemente in modo che penetri un po’. Tiene 5 ore a zero punture e poi ovviamente le zanzare con l’olfatto più tosto ricominciano ad abbeverarsi… L’ho testato per anni a Milano nel Parco delle Cave, dove le zanzare hanno il quartier generale… Passeggiate tranquille tra migliaia di zanzare arrabbiate. Lascia stare quelli aromatici, bio ecc… servono a poco o nulla.

    • Daniele Imperi
      28 luglio 2016 alle 16:52 Rispondi

      A me riescono a pungere anche attraverso i calzini…

      • Ulisse Di Bartolomei
        28 luglio 2016 alle 17:01 Rispondi

        Sono attratte dal colore nero e se i calzini lo sono, preferiscono penetrare attraverso il calzino anche se hanno la pelle nuda di fianco. In quel caso devi spruzzare anche sul calzino. Gli indumenti che proteggono sono quelli a doppia trama che d’Estate ovviamente non si usano. Nota interessante: le zanzare sono attratte dallo zucchero nel sangue e solitamente attaccano di più dopo aver bevuto dolce o desinato.

        • Luisa
          28 luglio 2016 alle 20:45 Rispondi

          Ciao Ulisse, ecco perchè da bambina mi dicevano: che avevo il sangue dolce :-)

          • Ulisse Di Bartolomei
            29 luglio 2016 alle 14:01 Rispondi

            Ciao Luisa

            Pur essendo una “verità” popolare, quello del “sangue dolce” l’ho scoperto casualmente anni fa in un mezzogiorno in cui ero a digiuno dalla sera prima e la stanza era piena di zanzare, ma non si curavano di me. Dopo pranzato arrivavano tutte e le vedevo entrare dal balcone e puntare diritto a me (seduto al computer). Da anni mi sono abituato a un pranzo simbolico (anche per ragioni di dieta) e sino alle otto di sera raramente vengo punto. Poi devo mettere la piastrina…

  21. Giuseppe Patti
    28 luglio 2016 alle 18:21 Rispondi

    Nulla da contraddire, vorrei solo aggiungere un piccolo particolare: chi è interessato al contenuto di PennaBlu, o qualsiasi altro blog, perchè lo ritiene utile e interessante, difficilmente smetterebbe di seguirlo. È come se uno dei fidanzati di una coppia decidesse di studiare fuori città, in un’altra regione, e la lontananza, l’assenza del partner farebbe scaturire il desiderio di lasciare andare il proprio ragazzo/a. Se c’è amore si resta. Lo stesso, penso, per un blog, se c’è l’interesse si aspetta qualche altro giorno in più, o la pausa estiva con maggiore trepidazione.
    Buone vacanze! Un saluto dalla Sicilia!

    • Daniele Imperi
      29 luglio 2016 alle 08:39 Rispondi

      Hai ragione, Giuseppe. Io continuo a seguire i blog che seguo anche se si mettono in pausa ad agosto.

  22. Gloria Vanni
    29 luglio 2016 alle 10:43 Rispondi

    Ah, ti vedo sotto gli ulivi mangiato vivo dalle zanzare e preferisco immaginarti in giro per il Nord Europa: buone vacanze, Daniele! Lo scorso anno mi sono presa ben tre mesi di vacanza digitale, blog incluso, quest’anno continuo con una pubblicazione settimanale: questa è la mia scelta. Un abbraccio grande e buone vacanze!

    • Daniele Imperi
      29 luglio 2016 alle 10:48 Rispondi

      Meglio il fresco del Nord Europo :)
      3 mesi di vacanza digitale sono tanti: ti sei sentita ricreata, dopo?
      Buone vacanze anche a te!

      • Gloria Vanni
        29 luglio 2016 alle 12:43 Rispondi

        Sì, Daniele, mi sono sentita ricreata, mi sono soprattutto ritrovata ed era ciò di cui avevo bisogno. Buona estate :)

  23. Federica
    29 luglio 2016 alle 11:32 Rispondi

    Fai bene a staccare! Se non ci si ferma né ci si distende mai, non si è in grado di rigenerare le energie. Quindi…buone vacanze! E, comunque, puoi sempre prendere ispirazione e appunti (zanzare a parte) per un nuovo blog: vita in diretta dalla campagna…. ;-).

    • Daniele Imperi
      29 luglio 2016 alle 11:36 Rispondi

      Un blog sulla campagna l’avevo in mente, ma per ora non se ne parla, uno basta e avanza :)

      • Federica
        29 luglio 2016 alle 11:46 Rispondi

        Sì, era una battuta :-) :-) Ciao e buone ferie!

        • Daniele Imperi
          29 luglio 2016 alle 11:58 Rispondi

          Avevo capito ;)
          Buone vacanze anche a te.

  24. Barbara
    29 luglio 2016 alle 11:52 Rispondi

    Buone meritate ferie!
    Credo che la scelta tra chiudere e non chiudere dipenda in primis dall’età del blog. PennaBlu può ben permettersi di chiudere, tanto i lettori affezionati torneranno sempre e comunque. Il mio blogghino neonato non se lo può permettere, poi mi spariscono anche quei 4 gatti che mi leggono! :)
    Quindi io rimango connessa (che tanto lo sono comunque, sono un animale digitale già da parecchio tempo), il pc probabilmente viene anche in ferie con me (in zona coperta), ma non per motivi di blog. La decisione l’avevo già presa a metà maggio e già allora ero riuscita, pensa!, a programmare tutti e 3 i mesi di calendario (io, che quando ho aperto il blog mi chiedevo cosa scriverci…)
    Ho spostato articoli, se ne sono aggiunti di nuovi in corsa, qualche guest post gentilmente prestato, ma ce la dovrei fare. L’unico che arranca è il mio NaNoWriMo estivo, ma quello per problemi di lavoro ufficiale. Ai tre mesi estivi dovrebbero corrispondere 3 mesi di ferie, o di part time. Invece non ricordo un’estate lavorativamente così incasinata, sovrappianificata. :/
    Vorrei anch’io seppellirmi nel nord…Scozia, soprattutto. Montagne meravigliose, di sicuro più deserte delle nostre Dolomiti, a volte troppo casinose.

    • Daniele Imperi
      29 luglio 2016 alle 12:00 Rispondi

      Forse hai ragione sull’età del blog. Il pc me lo porterò in campagna, ma servirà solo per scrivere.
      Esiste un NaNoWriMo estivo?

      • Barbara
        29 luglio 2016 alle 12:18 Rispondi

        Me lo creato da me ;)
        Di solito in estate il lavoro dava un po’ di tregua…di solito, appunto :(

        • Barbara
          29 luglio 2016 alle 12:18 Rispondi

          Me lo SONO creato da me…. uff

        • Daniele Imperi
          29 luglio 2016 alle 12:44 Rispondi

          Ah, ecco, è il TUO NaNoWriMo estivo :D
          Io pure ho il mio: voglio completare ben 3 racconti, uno da revisionare, due da scrivere.

  25. Mr Tozzo
    30 luglio 2016 alle 16:24 Rispondi

    Prima di tutto buone vacanze !! Lo scorso anno ho scritto un post (il titolo è “Goooood Morning blogger: l’importanza di pubblicare anche ad Agosto”) dove ho descritto la mia soluzione per il periodo delle vacanze estive.

    Praticamente non pubblico niente di nuovo, ma programmo la ripubblicazione (sui vari Social e sulla mia pagina Facebook) di alcuni vecchi post. Alla fine è lo stesso metodo che adottano le reti TV quando a luglio e agosto tirano fuori i vecchi film e lasciano le novità per settembre.

    Questa è la seconda estate che applico questo metodo, mi trovo bene e non ho avuto grossi cali di views e anche se dovesse accadere pace…non si vive di sole views ci vuole anche il riposo per tornare più carichi di prima.

    • Daniele Imperi
      1 agosto 2016 alle 08:08 Rispondi

      Buone vacanze anche a te,
      Ho visto che anche altri programmano la condivisione dei vecchi post sui social. A me non piace, ma comunque sarebbe un enorme lavoro scegliere i vari post e poi programmarli.

  26. Cristina
    31 luglio 2016 alle 11:04 Rispondi

    Buone vacanze, Daniele! Io ho sempre chiuso il blog durante il mese di agosto e non me ne sono mai pentita. Stare lontani dal web è tutta salute! E se non si stacca adesso, con il lavoro che facciamo, quando mai lo possiamo fare?

    Come scrivevo nel mio post di ieri, inoltre ho deciso di fare alcuni lavori di ristrutturazione del blog, in santa pace.

    • Daniele Imperi
      1 agosto 2016 alle 08:10 Rispondi

      Hai ragione :)
      Buone vacanze anche a te.

  27. Grazia Gironella
    31 luglio 2016 alle 21:28 Rispondi

    In controtendenza, preferisco i post distanziati tra loro a quelli frequenti e costanti. Buona quasi-pausa! :)

    • Daniele Imperi
      1 agosto 2016 alle 08:11 Rispondi

      Non sei la sola che ha queste preferenze :)

  28. lucrezia
    2 agosto 2016 alle 16:30 Rispondi

    Tranquillo Daniele, sei una persona seria e visto che non sono in molti ad avere una serietà professionale a Settembre ritroverai tutti ad attenderti.

    • Daniele Imperi
      2 agosto 2016 alle 16:59 Rispondi

      Staremo a vedere :)

  29. Simona
    3 agosto 2016 alle 19:32 Rispondi

    Mi stresserebbe troppo avere un blog, forse non ne sarei nemmeno capace.
    Comunque buone vacanze.

    • Daniele Imperi
      4 agosto 2016 alle 08:28 Rispondi

      Dipende da come lo vivi. Può essere uno stress oppure un divertimento.
      Buone vacanze :)

  30. Ulisse Di Bartolomei
    4 agosto 2016 alle 09:57 Rispondi

    Salve Daniele

    Buone vacanze, che forse non ti saranno facili! I creativi il lavoro se lo partano appresso sempre, a meno che riescano a lasciare il cervello “a casa”. Le mie “vere” vacanze le ho fatte quando gli amici o i parenti mi hanno costretto…

    • Daniele Imperi
      4 agosto 2016 alle 10:03 Rispondi

      Ciao Ulisse,
      penso di fare qualche giorno in campagna, ma infatti mi porterò da scrivere, anche perché ho 2 racconti da completare e se riesco ne vorrei iniziare a scrivere un terzo.
      Buone vacanze anche a te, se ne farai.

  31. Giuseppe Vitale
    7 agosto 2016 alle 08:16 Rispondi

    Caro Daniele, se tu ti prendi una pausa dal blog pubblicando di meno per questa estate di sicuro i tuoi interessi non andranno in vacanza e finita la bella stagione chissà con quali altre belle idee tornerai. Per quanto mi riguarda io agisco al contrario: in estate dedico più tempo ai blog, compreso il mio. In questo periodo, infatti, ho più tempo per soffermarmi con calma sui post di autorevoli blog come il tuo, per cercare di imparare, per conoscere altri blog, per scrivere il piano editoriale per la nuova stagione, per conoscere altri valenti blogger. Penso che un blogger o uno scrittore non vadano mai in vacanza. A me succede, ad esempio, di leggere più libri, di visitare più posti e appena posso condivido idee e scoperte nel mio blog. Quest’ultimo per me è uno strumento di lavoro, di comunicazione che mi segue come l’ombra. Buona estate a tutti!

    • Daniele Imperi
      8 agosto 2016 alle 07:54 Rispondi

      Ciao Giuseppe, chissà se verranno nuove idee :)
      Se non vai in vacanza, allora puoi dedicarti ai blog, il tuo e degli altri, altrimenti…

  32. Romina Tamerici
    11 agosto 2016 alle 13:48 Rispondi

    Quest’anno ho “chiuso” anch’io, un po’ come te. Pubblicazione ridotta e, nel mio caso, non programmata. Non è stata una scelta per l’estate ma vedremo dove mi porterà. Di sicuro mi aspetto un tracollo delle visite…
    Buone vacanze!

    • Daniele Imperi
      11 agosto 2016 alle 13:55 Rispondi

      Hai deciso all’improvviso di ridurre?
      Il calo da me c’è stato, un po’ per la riduzione e un po’ perché è agosto.
      Buone vacanze anche a te :)

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.