Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Parole per esprimere parole

ParoleEsistono parole che sono state coniate per poter esprimere altre parole. Senza quelle, alcune parole sarebbero senza parola. Mute. Senza un nome.

Ecco, queste parole, create per esprimere altre parole, danno un nome a tutte quelle parole. Vediamole insieme.

  1. Acronimo: proviene dalle parole greche ákros (estremo) e ónyma (nome), è usata dal 1950 e ha lo stesso significato di sigla. WWW è l’acronimo di World Wide Web.
  2. Anonimo: proviene dalle parole greche á (alfa privativo con l’aggiunta della n eufonica davanti a vocale) e ónyma (nome), è usata dal 1726 e indica tutto ciò che non ha nome o di cui si ignora il nome. L’Anonima Omicidi, per esempio.
  3. Antonimo: proviene dalle parole greche antì (contro) e ónyma (nome), è usata dal 1950 e è il contrario di sinonimo. Si usa per quelle parole che hanno un significato opposto a quello di altre (chiaro e scuro, buono e cattivo). Chiaro è antonimo di scuro.
  4. Antroponimo: proviene dalle parole greche ánthropos (uomo) e ónyma (nome), è usata dal 1950 e significa nome di persona. Daniele è un antroponimo.
  5. Attronimo: barbarismo coniato dagli americani, italianizzato dalla parola aptronym, creata da Franklin P. Adams sulla base del termine apt (adatto) e anagrammando patronym. Indica quei nomi o cognomi che risultano, per pura coincidenza, perfettamente adatti al mestiere o professione esercitati da chi li possiede, come un fabbro che di cognome fa Bruciaferri o un postino inglese che si chiama Postman. Il termine più corretto dovrebbe essere epiceronimo, proveniente dalle parole greche epikaìros (adatto) e ónyma (nome).
  6. Cinonimo: proviene dalle parole greche kýon (cane) e ónyma (nome) e indica il nome dato dai padroni ai loro cani e anche i nomi delle razze canine. Buck (il protagonista del romanzo Il richiamo della foresta) è un cinonimo, ma lo è anche Husky.
  7. Criptonimo: proviene dalle parole greche kryptós (nascosto) e ónyma (nome), è usata dal 1830 e indica un nome falso, magari un anagramma per celare il nome reale. Ed Alien è criptonimo di Daniele.
  8. Crononimo: proviene dalle parole greche krónos (tempo) e ónyma (nome). In semiotica è il termine per indicare un periodo di tempo, come inverno, mese. Secondo il dizionario Treccani si indicano con questo termine date e altri riferimenti cronologici, in una corrente storiografica americana.
  9. Endonimo: proviene dalle parole greche éndon (dentro) e ónyma (nome), è usata dal 1987 e indica il nome con cui una località è chiamata nel proprio paese di origine. München è l’endonimo di Monaco.
  10. Eponimo: proviene dalle parole greche epì (sopra, verso) e ónyma (nome), unite in eponymos, che ai tempi di greci e romani era il magistrato incaricato di dare il nome all’anno, poi esteso a chiunque dia il nome a un movimento, una città, un periodo, ecc. È usata dal 1604.
  11. Esonimo: proviene dalle parole greche éxo (fuori) e ónyma (nome), è usata dal 1987 e indica il nome con cui una località è chiamata al di fuori del paese di origine. Monaco è l’esonimo italiano di München.
  12. Eteronimo: proviene dalle parole greche héteros (altro, diverso) e ónyma (nome), è usata dal 1956 e indica quelle coppie naturali di termini che hanno diversa etimologia, come marito e moglie, fratello e sorella.
  13. Etnonimo: proviene dalle parole greche héthnos (popolo) e ónyma (nome), è usata dal 1956 e indica un nome etnico. Sassoni, Italiani, ecc. sono etnonimi.
  14. Fitonimo: proviene dalle parole greche phytón (pianta) e ónyma (nome), è usata dal 1956 e indica un nome di pianta. Faggio è un fitonimo.
  15. Geosinonimo: proviene dalle parole greche (terra), sýn (assieme, con) e ónyma (nome), è usata dal 1973 e indica quelle parole di uguale significato ma usate in luoghi diversi, sebbene nel medesimo paese. Anguria è geosinonimo di cocomero.
  16. Inanonimo: brutta parola, rappresenta la negazione di una negazione, perché formata da un termine latino e uno greco. Proviene dalla parola latina in (usata come alfa privativo, negativo cioè, greco) e da quella greca ónyma (nome), è usata dal 1931 e rappresenta il contrario di anonimo. Quindi indica una persona che si firma con i suoi dati reali.
  17. Iperonimo: proviene dalle parole greche hypér (sopra) e ónyma (nome), è usata dal 1971 e indica una parola generica che racchiude termini di significato più specifico. Albero è iperonimo di quercia, pino e faggio.
  18. Iponimo: proviene dalle parole greche hypó (al di sotto) e ónyma (nome), è usata dal 1971 e indica un termine specifico rispetto a uno di significato generale. Faggio è iponimo di albero.
  19. Marchionimo: barbarismo. Proviene dalla parola italiana marchio e da quella greca ónyma (nome). Indica i nomi di marchio o quelli commerciali. Borotalco e aspirina sono marchionimi.
  20. Metonimo: proviene dalle parole greche metá (fra, assieme, oltre) e ónyma (nome), è usata dal 1957 e indica i nuovi cognomi presi per metonomasia, ossia sostituendo un nome o un cognome con una traduzione corrispondente in un’altra lingua. Cartesio è metonimo di Descartes.
  21. Omonimo: proviene dalle parole greche homós (uguale) e ónyma (nome), è usata dal 1554 e indica sia nomi uguali di persona sia termini con la stessa grafia e pronuncia ma con diverso significato. Per esempio libro (da leggere) è omonimo di libro (voce del verbo librare), mentre àncora non può essere omonimo di ancóra.
  22. Oronimo: proviene dalle parole greche óros (monte) e ónyma (nome), è usata dal 1972 e indica il nome di una montagna o di una catena montuosa. Monte Bianco è un oronimo.
  23. Paronimo: proviene dalle parole greche pará (presso) e ónyma (nome), è usata dal 1821 e indica quelle parole simili nella grafia, ma di diverso significato. Imputati e amputati sono paronimi (Totò docet).
  24. Pseudonimo: proviene dalle parole greche psêudos (falso) e ónyma (nome), è usata dal 1772 e indica un nome fittizio, un nome d’arte. Ludus è il mio pseudonimo, che uso per firmare le mie vignette.
  25. Retronimo: barbarismo. Proviene dalla parola italiana retro e da quella greca ónyma (nome). Il termine è stato coniato dal giornalista americano Frank Mankiewicz e poi introdotto nella nostra lingua. È usato dal 2007. Indica quei termini che si riferiscono a oggetti non più in uso o che hanno cambiato significato. Il televisore in bianco e nero è un retronimo.
  26. Sinonimo: proviene dalle parole greche sýn (assieme, con) e ónyma (nome), è usata dal 1363 e indica parole di significato uguale o molto simile, ma grafia differente. È contrario di antonimo. Omicidio è sinonimo di assassinio.
  27. Toponimo: proviene dalle parole greche tópos (luogo) e ónyma (nome), è usata dal 1916 e indica il nome di un luogo. Roma è un toponimo.

Quante altre parole, sulla base di quanto scritto, vi vengono in mente per esprimere altre parole?

15 Commenti

  1. Michela
    3 marzo 2011 alle 21:20 Rispondi

    Altre parole??

    Ma di queste ne conoscevo forse due…:)
    Mi sono fatta una cultura! :D

  2. Daniele Imperi
    3 marzo 2011 alle 21:27 Rispondi

    Eh, forse le ho trovate tutte :P

  3. laura
    26 settembre 2011 alle 16:00 Rispondi

    esiste una parola in italiano che finisce con -onimo e indica in che modo ci si rivolge all’interlocutore, cioè se gli si dà del tu, del lei, o del voi? Mi sembra che ci sia ma non mi viene in mente…

    Grazie

     

    Laura

    • Daniele Imperi
      26 settembre 2011 alle 16:06 Rispondi

      Ciao Laura,

      io non l’ho mai sentita, ma se la trovo la inserisco nel post :)

  4. laura
    26 settembre 2011 alle 16:19 Rispondi

    Grazie. Nel frattempo, hai per caso un’idea su dove cercare in rete le parole ordinate per suffissi e non per ordine alfabetico? Magari la trovo là…

    Laura

  5. Daniele Imperi
    26 settembre 2011 alle 16:32 Rispondi

    Io ho cercato proprio il suffisso -onimo, sia in italiano che in inglese.

  6. laura
    26 settembre 2011 alle 17:24 Rispondi

    guarda, io sono qui che mi arrovello… forse finisce con -strofe, e non con -onimo… mi faceva comodo per essere sintetica, ma vedrò di rigirare la frase. Comunque grazie delle risposte tempestive. Buon lavoro

     

    Laura

  7. Lucia Donati
    26 settembre 2012 alle 10:24 Rispondi

    Bel post: utile; mi era sfuggito. Io conoscevo solo sei delle parole del tuo elenco.

  8. Speranz
    14 giugno 2013 alle 10:59 Rispondi

    Bel lavoro. Tra le parole mancanti mi viene in mente solo ORTONIMO, termine utilizzato in letteratura come l’autore che sta dietro l’eteronimo (in questo caso eteronimo ha un significato diverso da quello indicato nel post).

    • Daniele Imperi
      14 giugno 2013 alle 11:25 Rispondi

      Ciao Speranz e benvenuto nel blog. Grazie, non conoscevo quel termine.

  9. Lucia Donati
    14 giugno 2013 alle 11:16 Rispondi

    Sai che faccio? Metto il post con l’elenco tra i preferiti…

  10. Speranz
    14 giugno 2013 alle 15:52 Rispondi

    Ciao Daniele, l’argomento del post è molto stimolante e mi sono divertito un mondo a trovare altri possibili candidati, aiutato dall’origine greca di molte di queste parole.

    Ti sottopongo la lista delle parole mancanti per le quali ho trovato riscontri (volevo evitare di coniare involontari neologismi):
    – AGIONIMO: nome di un santo;
    – AGIOTOPONIMO: toponimo derivante dal nome di un santo;
    – ANDRONIMO: nome proprio mascile;
    – CORONIMO: toponimo relativo a regioni geografiche o amministrative;
    – CROMONIMO: nome dei colori;
    – DEONIMO: parola che prendo origine da un nome proprio;
    – FAMILONIMO: nome di una famiglia;
    – GAMONIMO: nome assunto da una donna dopo il matrimonio;
    – IDRONIMO: toponomo relativo a fiumi e altri corsi d’acqua;
    – ITTIONIMO: zoonimo relativo ad un pesce;
    – LIMNONIMO: toponimo relito a laghi;
    – NECRONIMO: antroponimo derivante dal nome di una persona defunta;
    – ODONIMO: toponimo relativo alle strade di un centro abitato;
    – ORNITONIMO: zoonimo relativo ad un uccello;
    – PALEONIMO: nome antico di una località;
    – POLEONIMO: nome di un centro abitato;
    – TECNONIMO: nome di una professione;
    – TEONIMO: nome di un dio;
    – ZOONIMO: nome di un animale.

    Probabilmente ci sono ancora molte altre parole da scoprire, ma è il bello di questa piccola sfida linguistica! :-)

    • Daniele Imperi
      14 giugno 2013 alle 16:13 Rispondi

      Grazie mille, bella ricerca :)
      Ottimo contributo.

    • Lucia Donati
      14 giugno 2013 alle 20:14 Rispondi

      Complimenti anche a Speranz…

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.