Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Il meglio di Penna Blu – Ottobre 2010

Il meglio di Penna Blu

Anche questo mese pubblico l’elenco degli articoli che ritengo migliori e più ricchi di spunti pubblicato nel mese di ottobre.

Di nuovo cinque post, inseriti in ordine cronologico, sul fascino di rileggere libri ripescati da polverosi scatoloni, sui luoghi migliori per scrivere e su cosa siamo portati a scrivere e, infine, un attacco alle traduzioni italiane e un post sul grande Walter Moers.

Dove scrivere

La scrittura, intendendo la scrittura creativa, ossia il processo che porta alla creazione di un testo di senso compiuto, informativo, narrativo, scientifico, ecc., è un’azione, un insieme di azioni anzi, che necessitano di uno spazio ben definito per essere eseguite.

Continua a leggere l’articolo Dove scrivere.

Walter Moers: un artista completo

Non ricordo perché ho cominciato a leggere Walter Moers, ma un giorno acquistai il suo primo romanzo, Le 13 vite e ½ del Capitano Orso Blu, e da quel momento ho comprato e letto tutto quello che è uscito in Italia. Letto è però un eufemismo, perché ho praticamente divorato in pochi giorni quei libri.

Continua a leggere l’articolo Walter Moers: un artista completo.

Queste oscure traduzioni

Parafrasando il titolo della trilogia di Philip Pullmann, Queste oscure materie, riprendo qui una discussione a cui ho partecipato su Facebook, in cui Alfredo Mogavero si chiedeva se in un pezzo del romanzo In fondo alla palude di Joe R. Lansdale ci fossero troppi “che”.

Continua a leggere l’articolo Queste oscure traduzioni.

Il libro ritrovato

Ritrovare un libro, dentro uno scatolone, dimenticato là per anni, un libro vecchio, che risale alla fine degli anni ’70, a cui sono legati ricordi della giovinezza perduta, è un’occasione per rileggerlo.

Continua a leggere l’articolo Il libro ritrovato.

Rileggere un libro

Un tempo non pensavo di poter leggere un libro già letto in precedenza. Il timore stava nel fatto che non solo avrei saputo come andava a finire, ma non avrei ottenuto quel piacere che nasce da una prima lettura. Passaggi, brani, dialoghi o frasi sarebbero stati già conosciuti.

Continua a leggere l’articolo Rileggere un libro.

Che cosa scrivere

Chiunque ami la scrittura, chiunque senta dentro di sé quella forza creativa che vuole uscire sotto forma di parole, deve necessariamente assecondarla, dare sfogo a questa energia interna per liberarsene, affinché resti impressa in un foglio di carta o in una pagina elettronica.

Continua a leggere l’articolo Che cosa scrivere.

2 Commenti

  1. Ferruccio
    4 novembre 2010 alle 12:55 Rispondi

    Eh sì post davvero graziosi:-)
    “Dottor Imperi”

  2. Daniele Imperi
    4 novembre 2010 alle 13:02 Rispondi

    Grazie… dottor Gianola… ;)

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.