Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Il meglio di Penna Blu – Novembre 2010

Il meglio di Penna Blu

Continua la serie di post che raccolgono il meglio del mese pubblicato nel blog.

Per novembre ho scelto questa volta sei articoli, e non cinque come per gli altri mesi, che secondo me offrono spunti di riflessione e analisi, sempre inseriti nell’elenco in ordine cronologico.

Gli strumenti per scrivere

C’era il tempo in cui amanuensi d’infinita pazienza si armavano di pergamena, penna d’oca e inchiostro e, curvi sullo scrittoio, creavano vere e proprie opere d’arte. Poi fu inventata la biro, la pergamena fu sostituita da carta sbiancata e più leggera e scrivere, almeno come azione, divenne più facile.

Continua a leggere l’articolo Gli strumenti per scrivere.

E’ oppure È?

Ovvero la confusione fra apostrofi e accenti

La lingua italiana non è fatta soltanto di parole, ma anche di segni, che troncano e scandiscono, che sottintendono e ribadiscono. Sono gli apostrofi e gli accenti. Sono una parte del nostro linguaggio scritto e anche di quello parlato. Sono la coreografia della scrittura.

Continua a leggere l’articolo E’ oppure È?.

Bernard Cornwell: la storia diviene romanzo

blockquote>Ho letto molto di Bernard Cornwell. La prima volta acquistai i cinque volumi della saga su Excalibur. Poi fu il turno di un suo personaggio fortunato, Richard Sharpe, soldato inglese ai tempi di Napoleone. Comprai I fucilieri di Sharpe e da quel giorno divorai tutto quello che Cornwell pubblicò in Italia.

Continua a leggere l’articolo Bernard Cornwell: la storia diviene romanzo.

Regalare un libro

Mi sono chiesto più volte se sia utile regalare un libro. E ancora una volta prendo spunto dal ricco blog di Ferruccio Gianola che ha scritto Il libro più sbagliato che ho ricevuto in dono. Perché, in fondo, in questa frase c’è condensato quello che penso sui libri regalati.

Continua a leggere l’articolo Regalare un libro.

Quando usare le maiuscole (e quando no)

Spesso trovo articoli in rete con un uso smodato di maiuscole. Un abuso di maiuscole. Tornando indietro nel tempo, alle scuole elementari, ricordo che mi insegnarono che le maiuscole vanno usate per i nomi propri e quelli geografici, non certo per gli oggetti, per i sostantivi e simili.

Continua a leggere l’articolo Quando usare le maiuscole (e quando no).

Come scrivere un racconto di 300 parole

In occasione del concorso indetto dal sito Scheletri.com, 300 parole per un incubo, a cui inviare un racconto breve di 300 parole al massimo, ho avuto l’idea di scrivere questo articolo per dare qualche suggerimento sulla scrittura di un racconto di questa brevità.

Continua a leggere l’articolo Come scrivere un racconto di 300 parole.

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.