Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Cosa mi piace di Emilio Salgari

SalgariLeggere Salgari significa leggere l’avventura vera, quella che tiene il lettore legato alle pagine, perché nei romanzi di Emilio Salgari succede sempre qualcosa e non c’è possibilità di annoiarsi. Le trame sono ricche, originali, piene di quei dettagli che l’hanno reso famoso e criticato.

Di Salgari mi piace la vasta scelta di temi e luoghi presenti nei suoi romanzi, quell’ingenuità del dettaglio esagerato, quel linguaggio ormai superato ma che fa parte della nostra storia, quei personaggi ben delineati, quei dialoghi realistici, quelle ambientazioni così sempre curate.

Perché ho scelto di leggere Emilio Salgari

Il nome di Emilio Salgari mi era noto fin da bambino, quando mi portarono al cinema a vedere Sandokan, ma forse lo era già da prima. Di sicuro da allora è restato bene impresso nella mia mente, specialmente quando conobbi la sua storia, lo scrittore che scriveva di tutto il mondo e non s’era mai mosso da casa sua.

Ho scelto di leggere Salgari perché è stato un grande scrittore italiano e ancora oggi resta il più grande romanziere d’avventura del nostro paese. L’ho scelto perché leggo sempre con piacere i suoi libri, perché so che non mi annoiano e posso trascorrere ore piacevoli di lettura.

Salgari è uno di quegli scrittori che si amano completamente oppure si tralasciano. Io sto acquistando piano piano tutto ciò che ha pubblicato, perché solo leggere il suo nome sulla copertina di un libro mi dà quel senso d’evasione che voglio nella lettura.

Il primo romanzo letto di Emilio Salgari

Il primo libro che ho letto di Salgari è stato Il sotterraneo della morte, romanzo forse tra i meno conosciuti, ambientato in Cina. Acquistato in una delle collane della Newton&Compton anni fa e letto quasi subito.

Da quel momento decisi di portare avanti la mia personale biblioteca salgariana e della stessa casa editrice comprai tutta la serie di Sandokan e del Corsaro Nero, a cui si aggiunsero più tardi altri romanzi e raccolte di racconti.

Avete mai letto Emilio Salgari?

Quanti di voi conoscono Salgari? Avete mai provato a leggerlo? Se sì, che ne pensate?

14 Commenti

  1. roberto
    2 novembre 2012 alle 01:26 Rispondi

    piacere di conoscerti e leggerti Daniele! Anche a me Salgari fa vibrare tutta la scala delle emozioni. E’ stato( e rimane) il primo grande amore letterario, l’uomo con cui ho salpato ogni volta che volevo viaggiare e visitare il mondo.
    Ho iniziato a leggerlo dalle elementari prima con le avventure del Corsaro Nero e poi le Tirgi di Mompracem e poi tutto il resto…perché leggerlo? proprio per la sua scrittura esagerata, ricca di particolari e l’uso di parole “roboanti” perché i suoi Eroi sono fieri, alteri, passionali, le sue tempeste formidabili, le sue isole selvagge e spaventose…Ho ritrovato solo in R. E. Howard lo stesso spirito e guarda caso hanno una storia personale molto simile.

    • Daniele Imperi
      3 novembre 2012 alle 18:02 Rispondi

      Ciao Roberto :)

      Non sapevo della storia personale in comune con Howard.

    • Vanni Sardini
      5 marzo 2014 alle 19:35 Rispondi

      Salve a tutti nel nome del piccolo, grande Emilio Salgari.
      Ho 67 anni e da 60 leggo le sue opere: alle scuole elementari un amico di classe mi prestava, uno alla volta, i suoi romanzi (Viglongo e Carroccio) e la gioia di averne uno nuovo coincideva purtroppo con il dispiacere di dover rendere quello già letto.
      Nei primi anni ’70 acquistai in blocco l’opera (quasi) omnia della F.lli Fabbri e poi, via via, tutto quello che ho trovato in vendita.
      Oggi penso di possedere il 90% circa delle sue opere, suddivise per editore e compresi gli oggi introvabili Mondadori in edizione di lusso.
      Fra tutti, egualmente amati, la palma del cuore la devo dare al Re del Mare che, nelle edizioni Viglongo, mi fu ed è tutt’ora il più caro.
      Ultimamente ho acquisito poi 84 romanzi tradotti in e-book dal mitico BANDINOTTO, che ringrazio di tutto cuore (se per caso leggerà mai questo post) per la sua opera altamente meritoria.
      Per merito suo sto leggendo in questo momento “La Costa d’Avorio” che mi mancava e che non avevo mai letto prima.
      Saluto tutti e… grazie Daniele!

      • Daniele Imperi
        6 marzo 2014 alle 07:58 Rispondi

        Benvenuto nel blog, Vanni.

        Hai una bella collezione, complimenti :)
        Invidiabile davvero.

  2. Romina Tamerici
    3 novembre 2012 alle 01:22 Rispondi

    Lo conosco di fama, ma non ho mai letto niente di suo. Non mi sembra il mio genere, ma magari mi sbaglio.

  3. Mari
    4 novembre 2012 alle 12:20 Rispondi

    Ho iniziato a leggere i suoi romanzi qualche anno fa e me ne sono subito appassionata, il primo che ho letto è stato ” I misteri della jungla nera” che è tutt’ora il mio libro preferito. Credo di averlo letto un 4 o 5 volte, ma ogni volta provo le stesse emozioni… ho letto il corsaro nero, un altro libro che mi ha toccato straordinariamente… in questo momento sto leggendo l’ultimo del ciclo dei pirati della Malesia: la rivincita di Yanez! :D

    • Daniele Imperi
      4 novembre 2012 alle 12:55 Rispondi

      Ciao Mari :)

      Il Corsaro Nero devo ancora leggerlo, da più parti ho letto che è molto bello. L’opera di Salgari è tutta da scoprire.

  4. Mari
    4 novembre 2012 alle 22:55 Rispondi

    Hai proprio ragione. Quando inizierai il Corsaro Nero non ti fermerai più. Hai un libro di Salgari preferito?

  5. Mirko
    5 novembre 2012 alle 16:29 Rispondi

    Ho letto il Corsaro Nero. Decisamente brillante, coinvolgente, personaggi emozionanti, si legge d’un fiato.

    Sono alla ricerca del Mammut del ciclo dei corsari delle Antille, ancora non sembra distribuito, l’ho visto solo on-line.
    Una curiosità che non sapevo è che esiste anche un ciclo dei corsari delle Bermude.

  6. remo
    12 marzo 2013 alle 19:17 Rispondi

    grazie daniele ho 73 anni ma ancora nel vedere la scritta salgari mi emoziona come hai descritto tu pensa che io leggevo i suoi romanzi sotto le coperte con una pila grazie ancora

    • Daniele Imperi
      12 marzo 2013 alle 19:25 Rispondi

      Ciao Remo, benvenuto nel blog :)
      Salgari è sempre una sicurezza.

  7. Giorgio
    7 aprile 2015 alle 14:58 Rispondi

    Ho quasi 68 anni e Salgari lo rileggo ancora,lo leggevo anch’io con la pila sotto le coperte.Di lui amo le grandi cacce, e le battaglie e le descrizioni dei velieri,cordialità

    • Daniele Imperi
      7 aprile 2015 alle 15:10 Rispondi

      Salve Giorgio, benvenuto nel blog. Salgari è uno di quegli autori che non smettono mai di piacerti.

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.