Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Intervista a Mezzotints

Ciao Alessandro e Fabrizio,

perché avete deciso di aprire una casa editrice, con tutte quelle già presenti in Italia?

[Alessandro] In realtà in Italia non ci sono molte case editrici digitali specializzate nella narrativa di genere. Anzi, me ne vengono in mente davvero poche. Il potenziale di questo nuovo mercato, che nel nostro paese deve ancora svilupparsi pienamente, come sta avvenendo in molti altri paesi, ci ha convinto a tentare l’avventura editoriale. Nell’editoria digitale, rispetto al tradizionale mondo del cartaceo, cambiano gli equilibri, per cui una nuova casa editrice ben organizzata, che lavori su una produzione di alta qualità, può ritagliarsi una importante fetta di mercato, senza restare ai margini, come accade per i piccoli e medi editori tradizionali, a causa degli annosi problemi di distribuzione del cartaceo e della scarsa competitività con i grandi gruppi editoriali. Molti di noi hanno diverse esperienze in campo editoriale, per cui disponendo di un team di professionisti, della fiducia di molti autori affermati, di nuove opportunità di mercato, la scelta di aprire una casa editrice è stata poco emotiva, deriva dalla risultanza di molti fattori e di attente analisi.

Che cosa pubblicate e in quali formati?

[Fabrizio] Pubblichiamo esclusivamente libri digitali, spaziando dalla narrativa alla saggistica, tra i generi legati al fantastico e all’oscuro, ma non solo. La nostra produzione è definita da sei collane editoriali: Buio (horror), Raggi (fantascienza), Ombre (thriller), Riflessi (saggistica) e Luci (artwork e progetti multidisciplinari) all’interno delle quali i nostri lettori potranno trovare romanzi, raccolte di racconti, saggi, opere di artwork. A breve presenteremo una nuova collana di narrativa, di genere crossover. Come formati lavoriamo su quelli più diffusi, vale a dire epub e mobi (kindle) con l’aggiunta, per i titoli gratuiti, del pdf.

Parlaci di questa nuova sfida nell’editoria.

[Alessandro] Il nucleo originario della nostra redazione, molto affiatato, è fortemente legato all’esperienza maturata in Edizioni XII, della quale molti di noi hanno fatto parte (Alessandro Manzetti, Fabrizio Vercelli, David Riva, Luigi Acerbi, Simone Corà, Luigi Musolino e Matteo Poropat) al quale si sono poi aggiunte nuove risorse e talenti, come Daniele Serra e Benjamin Kane Ethridge ma anche personaggi di grande esperienza del calibro di Danilo Arona e altri che sono in arrivo. Ma vale la pena citare anche la nostra squadra dedicata alle attività di artwork, che ci piace chiamare dream team, e che già oggi conta alcuni tra i più celebri illustratori italiani e internazionali: Daniele Serra, Diramazioni, Ben Baldwin, Alan M. Clark, Vincent Chong e Les Edwards.

[Fabrizio] Il nostro obiettivo resta quello di continuare a creare libri belli, come facevamo in XII, ma con nuovi fondamentali innesti di competenze e specializzazioni, e sfruttando più a fondo le opportunità offerte dal settore digitale, in termini di diffusione e strategie. Contiamo di contribuire, nel nostro piccolo, a dare giusta visibilità, spessore e “anima” all’editoria digitale, che qui in Italia è ancora considerata costola di quella cartacea o di edizioni economiche, lavorando a fondo nell’alta qualità in tutti gli aspetti editoriali e artistici.

Ovviamente la selezione di titoli e degli autori è la base dalla quale partire; pubblichiamo autori che sappiano creare suggestioni e atmosfere – per fortuna ce ne sono ancora –, lontani dai modelli che, complici una cura mediocre e una spinta all’incasso rapido e facile, oggi stanno soffocando il mercato, banalizzando anche i generi che dovrebbero fare riferimento al fantastico, alla fantasia.

[Alessandro] Nel nostro primo piano editoriale, quello per il 2013, abbiamo già programmato oltre dieci titoli, che continueranno la strada aperta dai primi tre ebook recentemente pubblicati: WAR – Weapons. Androids. Robots. di Dario Tonani, Black Tea and other Tales di Samuel Marolla e Non Toccatemi il Sangue di Diana Lama. Il programma di quest’anno prevede tanti altri titoli affascinanti di autori prestigiosi. Ma siamo già pronti anche per il 2014. Insomma, ci troviamo a cavallo di una tigre, e la tigre digitale è davvero velocissima.

Mezzotints

20 Commenti

  1. Immature Karl
    18 marzo 2013 alle 19:41 Rispondi

    Li ho scoperti la settimana scorsa e mi sembrano una CE interessante. In special modo, mi piacciono molto le loro copertine.

    • Daniele Imperi
      18 marzo 2013 alle 19:49 Rispondi

      Io ho preso tempo fa WAR di Dario Tonani. Le copertine sono senz’altro un bel biglietto da visita per una casa editrice.

    • Alessandro Manzetti
      25 marzo 2013 alle 17:49 Rispondi

      Gentile Karl, felice del tuo positivo riscontro sulle nostre cover, spero avrai occasione di leggere anche i nostri ebook, la cura nella produzione ovviamente non è concentrata solo sulla illustrazione di copertina. Se avrai occasione di leggere qualche nostra pubblicazione, fammi sapere. Grazie per il tuo contributo. Ciao!

  2. Salomon Xeno
    18 marzo 2013 alle 22:40 Rispondi

    Sicuramente la loro proposta è interessante. Ho notato che gli editori digitali, complice forse anche il formato, si inseriscono bene in una nicchia bistrattata come quella della narrativa fantastica, al di là dei soliti noti. La 40K ha fatto un po’ da apripista per queste piccole realtà, che prima o poi mi deciderò a guardare un po’ da vicino.
    Però noto due cose:
    1) la distribuzione è un po’ caotica, su due store che frequento ho trovato complessivamente 3 titoli e non gli stessi
    2) il sito non è molto chiaro, nonostante sia molto “social” e d’effetto.
    Però l’abbonamento sembra interessante!

    • Daniele Imperi
      19 marzo 2013 alle 09:19 Rispondi

      Sulla poca chiarezza del sito ti do ragione, ho avuto difficoltà anche io.

    • Alessandro Manzetti
      25 marzo 2013 alle 17:46 Rispondi

      Per il sito cercheremo di rendere la navigazione più semplice, qualcosa abbiamo già fatto, modificando il menu e altri componenti di navigazione. ma faremo presto meglio. Non ho invece capito il problema della “distribuzione è un po’ caotica”. Se puoi spiegarti meglio, te ne sarei grato. Noi distribuiamo i nostri titoli ebook, come tutte le case editrici, tramite il nostro store diretto e le principali librerie online, che fanno parte della distribuzione Stealth. I titoli e i prezzi sono sempre gli stessi. Grazie del contributo. Ciao!

  3. Immature Karl
    19 marzo 2013 alle 00:48 Rispondi

    Metto qui la domanda sperando che Alessandro e Fabrizio buttino un occhio sull’intervista di tanto in tanto. Se non mi risponderanno sul blog, invierò loro un’email e pubblicherò di seguito la risposta nel caso altri siano interessati all’argomento.
    Domanda: siccome dite che per il 2013 avete già tutte le pubblicazioni decise e qualche d’una anche per il 2014, questo vuol dire che qualsiasi manoscritto inviatovi, se di vostro gradimento, slitterà all’anno prossimo?

    • Immature Karl
      24 marzo 2013 alle 11:48 Rispondi

      Non hanno risposto neanche per email :(
      In compenso, però, ho appena vinto un loro ebook.

      • Immature Karl
        25 marzo 2013 alle 14:07 Rispondi

        Hanno risposto :D

        Gentile Karl

        In relazione alla tua richiesta di informazioni sulle modalità per proporci tue opere per analisi della opportunità di una eventuale pubblicazione nelle nostre collane editoriale, ti segnaliamo che al momento le submission sono chiuse, in quanto la mole delle richieste pervenute, e il calendario editoriale già definito fino al 2° semestre 2014, non ci consentono oggi di dare seguito alle richieste.

        Sul ns. sito internet troverai info quando saranno riaperte le submission, in quel caso potrai mandarci sinossi delle opere che intendi proporci, testi dei lavori (inediti) in formato word o pdf (solo narrativa di genere horror, thriller e fantascienza), dati personali e autorizzazione al loro trattamento, trasmettendoci tutta la documentazione all’indirizzo submission@mezzotints.it inserendo nell’oggetto “Submission”

        Un caro saluto

      • Alessandro Manzetti
        25 marzo 2013 alle 17:57 Rispondi

        Complimenti per la vittoria del Contest Karl. Così avrai modo di leggere uno dei nostri ebook. Per la risposta alla tua email, come hai visto è arrivata. Considera che non possiamo rispondere in tempo reale a tutti, cerchiamo di fare del nostro meglio, ma le richieste sono molte e abbiamo dovuto sospendere le submission, come hai letto. Un caro saluto.

        • Immature Karl
          25 marzo 2013 alle 19:46 Rispondi

          Grazie.

          Sì, capisco benissimo, anzi, son contento che avete anche risposto; certi certinano la mail e tanti saluti.

  4. KINGO
    19 marzo 2013 alle 17:30 Rispondi

    C’e’ una cosa che non riesco a capire: una casa editrice digitale e’ una societa’ concorrente a lulu.com e ilmiolibro.it, oppure e’ qualcosa di diverso?
    E se e’ qualcosa di diverso, cosa ci guadagnano lettori e autori dal fatto che, ancora una volta, ci sia qualcuno a frapporsi e ad intermediare tra di loro lucrandoci sopra?

    • Alessandro Manzetti
      25 marzo 2013 alle 17:42 Rispondi

      Kingo: penso che hai fatto confusione, ma queste possibilità di contatto diretto servono a chiarire. Una casa editrice digitale non ha nulla a che vedere con lulu o altre organizzazioni che si occupano di stampa on demand. Lo dice il nome stesso: “casa editrice”, poi che si occupi di pubblicazioni digitali o cartacee non cambia il senso dell’attività. Sono chiari dunque i vantaggi sia per l’autore (di avere opportunità di essere pubblicato) che per il lettore (di poter avere più scelta sul mercato, specie in un mercato nuovo come quello digitale). Non siamo dunque intermediari di alcun tipo, non lucriamo sul lavoro altrui, i nostri guadagni (e quelli degli autori pubblicati) derivano esclusivamente dalla vendita dei nostri titoli ebook sul nostro store e sulle principali librerie online. Come qualsiasi altra casa editrice. Purtroppo comprendo la tua confusione, sulla editoria digitale in Italia c’è davvero poca informazione. Se hai bisogno di altre informazioni, sarà un piacere potertele fornire. Ciao!

  5. Cristiana Tumedei
    19 marzo 2013 alle 18:40 Rispondi

    Quello dell’editoria digitale è certamente un settore difficile che, nel nostro paese, fatica ancora a prendere piede. Il fatto è che c’è fin troppa superficialità nel curare le opere digitali. Problema che non riguarda, a quanto pare, questa casa editrice. Mi piace l’attenzione dedicata alle copertine, per esempio.
    Credo che proprio la cura dei dettagli e un piano efficace di comunicazione online possano essere le basi su cui costruire il successo in questo settore. Credo ci sia bisogno di dialogo vero con il lettore anche da parte della casa editrice stessa che, soprattutto nel comparto digitale, credo sia chiamata a fare un’opera di sensibilizzazione notevole.

    • Alessandro Manzetti
      25 marzo 2013 alle 17:50 Rispondi

      Grazie del tuo contributo Cristiana, la penso come te. Per questo motivo stiamo lavorando sodo per mostrare come l’editoria digitale sia capace di una produzione di alta qualità, in tutti gli aspetti.

  6. Alessandro Manzetti
    25 marzo 2013 alle 17:55 Rispondi

    per ringraziare Daniele che ci ha voluto dare spazio, e i suoi lettori, per i contributi offerti, abbiamo piacere di rendere disponibile per Penna Blu una copia omaggio di uno dei nostri titoli ebook (formato epub e mobi/kindle). Daniele potrà estrarlo, se ha piacere, tra i lettori e commentatori di questo post, o secondo le modalità che riterrà più opportune. Provvederemo poi a consegnare l’ebook (a scelta) al nominativo che Daniele ci segnalerà.

  7. Vinci un ebook di Mezzotints
    26 marzo 2013 alle 15:00 Rispondi

    [...] vuoi avere più possibilità di vincere, condividi l'intervista a Mezzotints nei vari social network: per ogni condivisione inserisci un nuovo commento con il [...]

  8. Romina Tamerici
    2 aprile 2013 alle 00:06 Rispondi

    Ottimo inizio per questa nuova rubrica. Questa casa editrice si occupa di generi che non sono tra i miei preferiti, però è stato interessante conoscerla!

  9. Il meglio di Penna Blu – Marzo 2013
    2 aprile 2013 alle 16:01 Rispondi

    [...] Continua a leggere Intervista a Mezzotints. [...]

Lasciami la tua opinione