Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Libri in uscita #26

Nuove segnalazioni di libri che hanno attratto la mia curiosità, abbastanza variegate. Si parte con un libro di fantascienza che racchiude storie che ho letto in ebook e che ho apprezzato molto. Poi un romanzo sul mondo mediorientale, che mi interessa per un progetto personale.

Completano la selezione un saggio storico sulla Seconda Guerra Mondiale e un’edizione che acquisterò su un personaggio letterario che ho già letto in italiano.

Mondo9 di Dario Tonani

Mondo9Mondo9 è un pianeta desertico, velenoso, letale. I suoi abitanti si sono applicati a una sola scienza, la meccanica, hanno sviluppato una sola disciplina, la carpenteria, rendendolo il regno delle macchine, degli ingranaggi, della ruggine. Sconfinate distese di sabbie tossiche, solcate da gigantesche navi su ruote, titanici veicoli governati da decine di uomini e anche loro in qualche modo vivi. La più potente, la più famelica di queste navi senzienti si chiama Robredo, e dopo decenni dalla scomparsa del suo equipaggio non vuole saperne di morire. Per la prima volta in volume il ciclo completo di Cardanica di Dario Tonani, campione di vendite in Italia in versione elettronica, acclamato dal pubblico e dalla critica negli Stati Uniti.

  • Mondo9
  • Delos Books
  • 168 pagine
  • 15 novembre 2012

L’acqua più dolce del mondo di Jamil Ahmad

L’acqua più dolce del mondoEra il 1893, quando Sir Henry Mortimer Durand tracciò con un bastone una riga sulla sabbia del deserto per segnare il confine tra l’Afghanistan e l’allora India nordoccidentale, ora diventata Pakistan: uno dei tanti lungimiranti interventi britannici forieri di ogni genere di disastro.

E disastri verranno in quel territorio. Oltre a quelli noti, come l’invasione sovietica e l’attacco americano, ci sono quelli che Ahmad racconta qui, in forma di romanzo. La narrazione comincia negli anni Cinquanta, e finisce una ventina d’anni dopo.

A condurre il lettore attraverso le incredibili vicissitudini delle tribù locali, per lo più nomadi, costrette dalle guerre e dall’avanzare della modernità a perire per mancanza di cibo e acqua, a raccontarci le loro storie, le loro affascinanti leggende e l’imperscrutabile saggezza di cui sono portatrici, è un bambino, Tor Baz, «il falco nero». Tor Baz nasce sotto il più infausto degli auspici: figlio di una donna colpevole di adulterio, viene alla luce in un avamposto militare nel deserto dove la madre ha trovato rifugio insieme al padre. Quando il piccolo ha sei anni, arriva un drappello di guerrieri guidato dal nonno materno, deciso a vendicare l’onore offeso uccidendo la figlia e il suo amante. Non ha però il coraggio di uccidere anche il piccolo, che vagherà fino all’età adulta da una tribù all’altra, da una figura paterna all’altra, conducendo anche il lettore nei recessi più oscuri del territorio e in quelli più misteriosi delle anime che lo popolano.

Le avventure del piccolo sono raccontate in una prosa attenta al particolare e insieme essenziale, priva di ornamenti e parca di metafore, dura e realistica nei momenti di pathos, leggera e quasi fantastica nell’esporre leggende, filosofie e saggezze che si possono definire orientali in assenza di una parola più precisa: perché non hanno niente a che vedere con quelle già note dell’Oriente mitico e romanzesco, e sono invece dolci come l’acqua del titolo o amare come le cronache di guerra o di soprusi sulle donne e i deboli che leggiamo tutti i giorni.

  • L’acqua più dolce del mondo
  • Bollati Boringhieri
  • 164 pagine
  • 2012

La battaglia di Stalingrado di Alfio Caruso

La battaglia di StalingradoStalingrado (l’odierna Volgograd) fu teatro della più lunga e sanguinosa battaglia della seconda guerra mondiale, uno scontro che durò dall’estate del 1942 all’inverno del 1943. Il 22 novembre, per quasi trecentomila uomini della Wehrmacht e dei suoi alleati, chiusi in una sacca dalle armate sovietiche, iniziò un tragico conto alla rovescia. Il freddo, la fame, la sete, le malattie uccisero più tedeschi degli attacchi russi. La città divenne un incubo, un cumulo di macerie, un inferno: ogni ferita era a rischio d’infezione, la sopravvivenza una sfida quotidiana. Il 2 febbraio del 1943, contravvenendo all’ordine del Führer di resistere a ogni costo, si arresero in centoventimila: di questi solo seimila tornarono a casa dopo una lunga detenzione, durata per alcuni tredici anni.

Dopo oltre cinque mesi di battaglie, il mattatoio contava più di un milione e mezzo tra morti e feriti, dall’una e l’altra parte. Dei settantasette soldati italiani che avevano partecipato all’assedio se ne salvarono soltanto due. Con la sconfitta di Hitler e dei suoi eserciti nella battaglia di Stalingrado, ebbe finalmente inizio il cruento tracollo del Terzo Reich.

  • La battaglia di Stalingrado
  • Longanesi
  • 160 pagine
  • 25 Ottobre 2012

The Complete Sherlock Holmes di Arthur Conan Doyle

The Complete Sherlock HolmesUn cofanetto imperdibile per gli amanti di Sherlock Holmes, in un’edizione particolare, con le illustrazioni di Jacqui Oakley, che danno un sapore antico alle avventure dell’investigatore privato creato da Doyle.

L’edizione comprende A Study in Scarlet, The Sign of Four, The Hound of the Baskervilles, The Valley of Fear, His Last Bow, Adventures of Sherlock Holmes, Memoirs of Sherlock Holmes, The Return of Sherlock Holmes e The Case Book of Sherlock Holmes. Il cofanetto è apribile con apertura magnetica. I quattro volumi contenuti sono rilegati e presentano un segnalibro e illustrazioni a colori.

  • The Complete Sherlock Holmes
  • Thomas & Mercer
  • 13 novembre 2012

6 Commenti

  1. Lucia Donati
    13 dicembre 2012 alle 15:16 Rispondi

    Come ti dicevo tempo fa, anche io ho una raccolta di Sherlock Holmes, di un migliaio di pagine. Ma non è questa che hai tu, che ha anche una bella illustazione esterna del cofanetto: il mio è un volume unico.

    • Daniele Imperi
      13 dicembre 2012 alle 15:28 Rispondi

      Non ho questa edizione, io :) Voglio comprarla, però. La mia l’ho comprata anni fa in edicola, sono 4 volumi in pelle in un cofanetto.

  2. Cristiana Tumedei
    13 dicembre 2012 alle 16:22 Rispondi

    Non conoscevo il romanzo “L’acqua più dolce del mondo”, ma credo lo leggerò. Un ottimo consiglio Daniele, che mi aiuterà ad appagare la mia antica passione per la cultura mediorientale. :D

    • Daniele Imperi
      13 dicembre 2012 alle 16:53 Rispondi

      Neanche io conoscevo quel libro, l’ho scoperto sulla rivista gratuita Il libraio.

  3. Salomon Xeno
    14 dicembre 2012 alle 21:45 Rispondi

    Sai per caso se Mondo9 aggiunge qualcosa ai quattro ebook singoli?

    • Daniele Imperi
      15 dicembre 2012 alle 08:15 Rispondi

      Credo ci sia qualcosa in più, ma non ne sono sicuro. Potrei chiedere direttamente a Tonani :)

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.

 caratteri disponibili