Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Libri in uscita #25

Siamo al nuovo appuntamento coi libri in uscita, quelli almeno che hanno attirato la mia curiosità. Questa volta ne segnalo uno italiano e tre in inglese, anche se uno di questi non è propriamente un libro. Sono quattro segnalazioni del tutto differenti una dall’altra.

Si inizia con un nuovo saggio dello storico Giampaolo Pansa, che illustra ancora una volta un periodo oscuro e tragico della storia italiana. Quindi una sorta di gadget che proviene da una saga famosa, per passare a un libro su una rivista americana di satira e infine a una biografia.

La Guerra sporca dei partigiani e dei fascisti di Giampaolo Pansa

La Guerra sporca dei partigiani e dei fascisti“Milioni di persone senza difese nella morsa di due fazioni senza pietà, i partigiani e i fascisti. Nella fase conclusiva del secondo conflitto mondiale, tanti italiani si trovarono scaraventati dentro l’inferno della guerra civile. E scoprirono che non esisteva differenza fra le par ti che si scannavano. I partigiani e i fascisti si muovevano nello stesso modo. Alimentando una tempesta di orrori, rappresaglie, esecuzioni, torture, stupri, devastazioni. La guerra sporca descrive il lato oscuro degli anni fra il 1943 e il 1945. Ho voluto narrarlo sfidando quanti strilleranno che il virus del revisionismo mi ha dato alla testa. Eppure che partigiani e fascisti si assomigliassero era una certezza già presente nei racconti di chi aveva vissuto da spettatore inerme un massacro mai visto in casa nostra. Ma questa realtà doveva restare nascosta. La Resistenza era diventata una religione intoccabile. Anche parlare di guerra civile era proibito. Nessuno accettava il giudizio di uno scrittore schierato contro il fascismo in Spagna: ‘La guerra civile è una malattia, si finisce per combattere contro se stessi’. È accaduto anche da noi. I partigiani più forti, quelli comunisti, per fare la rivoluzione e prendere il potere hanno mostrato la stessa crudeltà dei loro avversari, le milizie politiche della Repubblica sociale. Questa gara tra barbari ha reso disumana la tragedia iniziata nel 1940 con il nostro ingresso in guerra. Da quel momento una pioggia di sangue ha flagellato l’Italia. Migliaia e migliaia di ragazzi mandati a morire da Mussolini su troppi fronti. Ventenni straziati dalle bombe, corpi spappolati, gambe e braccia in cancrena per il gelo. L’Italia sospinta nel baratro della povertà. La caduta del regime fascista e l’inizio di una guerra contro se stessi. Il martirio dei civili. Il terrore di tante donne, alle prese con la solitudine, la fame, la miseria che le costringe a vendersi. Un dopoguerra che genera nuovi delitti. Poi la voglia di normalità ha preso il sopravvento. E la storia ha camminato in una direzione diversa. Per questo il nostro passato mi appare più rassicurante del futuro. Tormentati dal la grande crisi europea, oggi non sappiamo che cosa ci riserva l’avvenire.”

  • La Guerra sporca dei partigiani e dei fascisti
  • Rizzoli
  • 450
  • 2012

The Lands of Ice and Fire di George R. R. Martin

The Lands of Ice and FireUna collezione di mappe dei Sette Regni e oltre, il mondo creato da Martin per le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. Una cartina completa di Westeros, con il Nord e il Sud, uno dei mari Dothraki e i “Red Wastes” e la mappa della città di Braavos.

In più la Barriera e le terre che si estendono oltre. Le Città Libere, la Baia degli Schiavisti, Valyria e Sothyros.

Una raccolta di mappe che non può mancare per gli appassionati della saga.

  • The Lands of Ice and Fire
  • Random House Publishing Group
  • 16 pagine
  • 30 ottobre 2012
  • Dimensioni cartine: 22,8 x 30,5 x 4 cm circa

Totally MAD: 60 Years of Humor, Satire, Stupidity and Stupidity

Totally MADMAD Magazine ha divertito l’America per 60 anni, rappresentando con umorismo e satira il paese. Artisti e scrittori della rivista, chiamati “The Usual Gang of Idiots” hanno colpito politica, celebrità, sport, media, mode culturali, ecc.

Totally MAD è una raccolta del materiale più stupido delle riviste, inclusi classici come Spy vs. Spy, The MAD Fold-in, A MAD Look At…, The Lighter Side of, Horrifying Clichés and The Shadow Knows, oltre a classici moderni come The MAD Strip Club e The Fundalini Pages.

Nel volume è contenuto anche un bonus, “The Soul of MAD”, 12 stampe di copertine classiche della rivista.

  • Totally MAD: 60 Years of Humor, Satire, Stupidity and Stupidity
  • Time Home Entertainment, Inc
  • 256 pagine
  • 30 ottobre 2012

Black Fire: The True Story of the Original Tom Sawyer–and of the Mysterious Fires That Baptized Gold Rush-Era San Francisco di Robert Graysmith

Black FireLa prima biografia del vero, ma poco conosciuto, Tom Sawyer (un amico di Mark Twain durante il breve periodo come giornalista in un quotidiano della California), raccontata attraverso il coinvolgimento di Sawyer nella caccia a un incendiario che terrorizzò per mezzo secolo San Francisco.

Il libro fa emergere il rapporto fra Mark Twain e Sawyer, che lo scrittore conobbe all’età di 28 anni, quando lavorava per il Daily Morning Call di San Francisco. L’autore, inoltre, basandosi su risorse d’archivio, come interviste ai giornali e deposizioni lasciate ai comandi di polizia, ha illustrato alla perfezione il mondo dell’epoca, rendendo viviva l’immagine di Sawyer, eroe del tempo, che Twain scelse come icona del suo personaggio nel romanzo The Adventures of Tom Sawyer.

  • Black Fire: The True Story of the Original Tom Sawyer
  • Publisher: Crown Publishing Group
  • 288 pagine
  • 30 ottobre 2012

2 Commenti

  1. Cristiana Tumedei
    20 novembre 2012 alle 00:11 Rispondi

    Ciao Daniele,
    vorrei farti i complimenti per aver avuto la lungimiranza di segnalare un testo di non facile comprensione come quello di Pansa. Il revisionismo è oggi fonte di insicurezza e destabilizzazione, spesso conseguenza di insegnamenti errati e limitanti.
    Un tema complicato, al quale ho dedicato molte ore di studio, che credo dovrebbe essere approfondito da chiunque intenda avere una visione completa del nostro passato.
    Detto ciò, ne approfitto anche per farti i complimenti per questo blog. Da collega, ho avuto il piacere di trovare finalmente un comunicatore che sappia impiegare un italiano impeccabile e che sia impegnato in un’opera di divulgazione importante.
    Ah, complimenti anche per il tuo ebook Diario Ultimo, davvero avvincente!
    Perdonami se mi sono dilungata, ma ho colto l’occasione per esprimere la mia stima nei tuoi riguardi. A presto!

    • Daniele Imperi
      20 novembre 2012 alle 08:40 Rispondi

      Ciao Cristiana e benvenuta nel blog :)
      Grazie mille per i complimenti ;)
      Purtroppo il revisionismo viene sempre visto male da alcune parti, mentre per me è utile alla Storia e alla verità.
      Non credo di avere un italiano impeccabile, ma grazie lo stesso e grazie anche per aver letto Diario Ultimo :)

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.