Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Libri in uscita #24

Novità interessanti, almeno per me, nelle nuove uscite editoriali. Un nuovo romanzo da un famosa scrittore, che è già nella mia libreria e sarà il primo che leggerò di questo autore. Quindi un fantasy tedesco, di un autore che apprezzo da anni, e che sto già leggendo.

Gli ultime due sono un romanzo horror che mi ha incuriosito e che presto prenderò. Infine il nuovo atteso romanzo della saga dei Sassoni, di uno scrittore impareggiabile nel romanzo storico. Letture rilassanti in arrivo.

Il cacciatore di Clive Cussler

Il cacciatoreAmerica dell’Ovest, primi anni del Novecento. I giornali l’hanno soprannominato «Il Macellaio» non a caso: appare dal nulla come un fantasma, rapina le banche il giorno di paga dei minatori e scompare senza lasciarsi dietro né tracce né testimoni. Solo una scia di morti.
La Van Dorn Detective Agency ha deciso di affidare il caso al suo uomo migliore, Isaac Bell, un detective freddo e determinato come l’assassino che deve catturare. Solo Bell può risolvere il caso. Lui, ultimo discendente di una dinastia di banchieri che all’attività di famiglia ha preferito la vita pericolosa ed eccitante del cacciatore di banditi, lui che in un batter d’occhio può estrarre la derringer dal suo cappello e fare fuoco.
Basandosi solo sul proprio straordinario intuito, Bell inizia le indagini, alla ricerca di una minima traccia, di un piccolo errore del criminale che possa condurre alla sua identificazione. E il bandolo dell’intricata matassa sembra proprio essere un’avventuriera bellissima e senza scrupoli, che si fa chiamare Rose Manteca, una donna che ha già irretito uno degli investigatori della Van Dorn e che sembra molto interessata a sedurre Bell. Forse Rose potrebbe condurli al Macellaio…

  • Il cacciatore
  • Longanesi
  • 368 pagine
  • 6 Settembre 2012

Il labirinto dei libri sognanti di Walter Moers

Il labirinto dei libri sognanti“Una città costruita di libri e attorno ai libri, che vive di libri, di chi li legge e di chi li scrive…”

Sono le ultime parole di La città dei libri sognanti. E in effetti la vecchia Librandia non esiste più. Duecento anni dopo ne è sorta un altra, più spigliata, disinvolta e moderna, più luminosa e popolata da personaggi in apparenza meno truci e foschi. Però – si sa – l’apparenza inganna, e fin da quando rimette piede in Librandia alla ricerca dell’autore di una misteriosa lettera, Ildefonso si ritrova alle prese con fenomeni misteriosi, specialmente dopo aver frequentato un pubblico fumoir nel quale individui fra i più strampalati fumano non meno strampalate sostanze allucinogene. La città, come la precedente, è costruita con i libri e attorno ai libri, vive di libri, di chi li legge e li scrive. Ed è sorta, come la precedente, su un intrico sotterraneo popolato, oltre che di libri viventi e tendenzialmente mostruosi, di individui inquietanti come i librinisti, le librellette e i librinauti (gli ex cacciatori di libri, ma inciviliti)…

  • Il labirinto dei libri sognanti
  • Salani
  • 450 pagine
  • 27 settembre 2012

Niceville di Carsten Stroud

NicevilleBenvenuti a Niceville, una piccola cittadina del Sud degli Stati Uniti, circondata dal verde delle colline, popolata di alberi e di antiche ville coloniali… E abitata dal male. Nelle sue strade deserte, illuminate dalla luce seppiata del pomeriggio che inonda prati perfettamente curati, da anni ormai troppa gente sparisce nel nulla.
Come Rainey Teague, di appena dieci anni, che la madre aspetta invano di veder spuntare lungo il vialetto di casa, strascicando i piedi come ogni giorno dopo la scuola. Quando scatta l’allarme della sua scomparsa, la polizia si mobilita in massa, anche se non c’è nessun indizio da seguire. O quasi.
Perché a Niceville ogni famiglia nasconde un segreto.
La scomparsa di Rainey è soltanto il primo anello di una catena di avvenimenti che nel giro di sole trentasei ore travolgeranno la vita di molte persone. Soprattutto quella di Nick Kavanaugh, un poliziotto con un lato oscuro, e di sua moglie Kate, appartenente a una delle più antiche famiglie di Niceville.
Una realtà agghiacciante sta per riemergere, e nessuno può far nulla per impedirlo. Perché a Niceville niente rimane sepolto per sempre.

  • Niceville
  • Longanesi
  • 414 pagine
  • 13 Settembre 2012

La morte dei Re di Bernard Cornwell

La morte dei ReAl crepuscolo del IX secolo, Alfredo il Grande è in punto di morte, e con lui sembra esserlo anche il sogno di un’Inghilterra unita. Il regno ripiomba inevitabilmente nel caos: all’antica minaccia dei danesi si aggiunge quella dei nobili sassoni, pronti ad allearsi con gli odiati nemici pur di mettere le mani sul potere e impedire al principe Edoardo di succedere al trono. Senza dimenticare la minaccia dei vichinghi da nord…

In questo scenario tumultuoso, Uhtred di Bebbanburg, il guerriero sassone cresciuto tra i vichinghi, è stretto in una morsa altrettanto insidiosa, combattuto tra la fedeltà ad Alfredo e il desiderio di recuperare le terre dei suoi antenati. Ha infatti giurato fedeltà al vecchio re, ma non al suo erede, e nonostante gli anni di fedele servizio non è convinto di continuare a lottare per la causa di un’Inghilterra unita e cristiana. Ma deve prendere una decisione, su cui incombe l’ombra cupa di una profezia pronunciata da un’indovina: «Sette re moriranno, e le donne che ami…»

Uhtred imbraccerà le armi in difesa della causa di Alfredo il Grande o lascerà che il sogno di un regno finalmente unito cada per sempre nell’oblio?

  • La morte dei Re
  • Longanesi
  • 416 pagine
  • 11 Ottobre 2012

4 Commenti

  1. Lucia Donati
    18 ottobre 2012 alle 16:39 Rispondi

    Mi attira “Il labirinto dei libri sognanti”.

    • Daniele Imperi
      18 ottobre 2012 alle 16:43 Rispondi

      Quel libro è una sorta di seguito a “La città dei Libri Sognanti”. Ci sono continui riferimenti, quindi sarà meglio leggerlo dopo aver letto il precedente. Io l’ho finito ieri.

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.