Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Nella mia libreria #12

Il pianeta dei dannatiEra da tempo che volevo leggere un libro sul mio insetto preferito, la formica. Per la gara letteraria del Grand Prix ho infatto scritto un saggio sulle terribili siafu, le formiche killer, anche se sono arrivato ultimo a quella prova.

Così ho acquistato una prima edizione del 1932 dello splendido La vita delle formiche di Maurice Maeterlinck. Il motivo che mi ha spinto a prendere questo libro è anche un altro. È di natura letteraria. Ma adesso è prematuro parlarne.

Ho finalmente trovato il romanzo che mi mancava per concludere la collezione della Fondazione, un’impotente quanto meravigliosa saga di Asimov. Li avevo presi tutti col Club degli Editori tanti anni fa e mi ero quasi deciso a prendere Fondazione Anno Zero in edizione tascabile, quando ho trovato su Ebay una copia nuovissima, ancora col cellophane.

Restando in tema fantascienza, sempre classica, ho acquistato alcuni romanzi di un altro autore che mi piace, Harry Harrison. Ho quindi preso Il pianeta dei dannati, che contiene due romanzi, e tutto il ciclo di Jim Digriz, Il ritorno di Jim Digriz, Jim Digriz l’implacabile e Jim Digriz e il pianeta maledetto.

Concludo con due libri di sangue. Sì, nel vero senso della parola. Si tratta di due dei quattro volumi che mi mancavano per completare i sei libri di sangue di Clive Barker: Creature e Visions.

2 Commenti

  1. franco zoccheddu
    15 ottobre 2011 alle 22:39 Rispondi

    Lessi il primo della Fondazione ti dico almeno vent’anni fà scoprendolo per caso sulla scrivania di un amico, mi pare fosse della collana Urania. Quanto mi colpì l’idea della psicostoriografia, dell’enorme statistica possibile a Trantor e la sconfinata galassia in subbuglio. Scovarne per caso oggi un episodio in una remota libreria è per me qualcosa di molto simile alla madeleine per Proust. Buona lettura, e: Viva Asimov!

  2. Daniele Imperi
    16 ottobre 2011 alle 18:26 Rispondi

    Non mi ricordavo della psicostoriografia :)
    Un’invenzione geniale.

    E’ una saga bellissima la Fondazione. Devo leggere al più presto Fondazione Anno Zero.

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.