Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Perché affidare i testi a un web copywriter

Lavoro web copywriter

Quando realizzavo siti, io mi occupavo soltanto di grafica web e codice HTML, non di copywriting e la frase che sentivo era sempre la stessa: “poi ti mandiamo i testi”. E chi scriveva quei testi era proprio qualcuno dell’azienda.

A quel tempo si parlava poco di content marketing e i blog aziendali erano ancora pochi, o forse neanche esistevano, non ricordo. Si parlava poco anche di scrittura per il web, mentre oggi l’argomento è quasi sulla bocca di tutti.

Meglio, magari qualcosa cambia, magari aziende e professionisti riescono a capire che i testi del loro sito – come quelli dell’eventuale blog – non possono affidarli a loro stessi, ma a chi sa scrivere.

L’errore più frequente nella comunicazione online

Quello che ho sempre riscontrato in tutti gli anni in cui mi occupavo di web design: realizzare il sito prima della stesura dei testi. E, badate bene, ho parlato di stesura, perché non pensavano minimamente a un progetto su carta.

A quel tempo – sto parlando di svariati anni fa – forse potevano ancora cavarsela con testi scritti coi piedi e con poche pagine, potevano ancora presentarsi ai loro clienti con un sito scarno e magari anche emergere sui motori di ricerca, anche se non ne sono per niente sicuro.

Oggi possono scordarselo. Oggi, se non metti in piedi una strategia di content marketing, non vai più da nessuna parte. Sono i contenuti che ti fanno distinguere e scegliere dai clienti.

Perché un’azienda non può scrivere da sé i testi del suo sito

Io scriverei il titolo in un altro modo: perché un’azienda non può progettare da sé il proprio sito. Anzi, vorrei essere ancora più estremista e provocatorio: un’azienda, secondo me, non dovrebbe decidere nulla del suo sito, semplicemente perché non ha alcuna competenza nella comunicazione online.

Ma torniamo ai testi, limitiamoci soltanto ai testi delle sue pagine e agli articoli del suo blog. Perché non può scrivere da sé quei testi?

  • Perché non conosce le regole della scrittura online
  • Perché non sa come scrivere un titolo
  • Perché non sa come impostare un articolo
  • Perché non sa come ottimizzare una url
  • Perché non ha conoscenze sulla SEO
  • Perché magari, quando scrive, commette ancora errori grammaticali
  • Perché concetti come content marketing, internal linking, link earning, description, attributi title e nofollow, ecc. sono completamente sconosciuti
  • Perché la concorrenza online è tanta e se non sai come scrivere, non riuscirai a vincerla

Tutto questo elenco, volutamente incompleto, si traduce in una sola frase: l’azienda non ha le competenze adatte per scrivere i propri testi.

Le competenze di un web copywriter

Quando ho parlato di tutte le conoscenze professionali che deve possedere un web copywriter, non è emersa soltanto l’abilità nella scrittura. Quella è il minimo per poter scrivere per il web. Oggi voglio parlare in modo diverso di queste competenze, per sottolineare quanto la collaborazione con chi si occupa di copywriting e contenuti sia soltanto un vantaggio per aziende e professionisti.

Il content marketing ti offre l’opportunità di vincere i concorrenti

È una strategia per creare contenuti. Semplice? No, non lo è, ovviamente. È semplice come concetto, forse. È una strategia che permette di guadagnare lettori e di trasformarli in clienti. E i clienti in clienti che ritornano.

Perché il content marketing è un’arma per battere la concorrenza? È la filosofia che sta dietro lo Youtility inventato da Jay Baer: rispondere alle domande dei clienti, dir loro perché è utile il prodotto, fornire informazioni utili.

È tutto qui il succo del content marketing: creare contenuti che convertono e rafforzano l’immagine online.

La scrittura online migliora la tua comunicazione

Prima di scrivere, dobbiamo capire che i nostri non saranno lettori, ma lettori digitali. Nel web la lettura ha dinamiche diverse dalla realtà quotidiana. L’occhio si sofferma su alcuni punti della pagina, è attratto da altri, coglie ciò che è evidente.

La scrittura per il web migliora la comunicazione perché sa come farsi leggere dai lettori del web.

Ottimizzare i contenuti. Oggi se ne parla tanto, ma cosa significa esattamente? Rendere una pagina web performante, strutturarla e scriverla in modo che sia leggibile sia dai lettori sia dai motori di ricerca.

Una sorta di compromesso che, in fondo, compromesso non è, ma soltanto un insieme di accorgimenti e tecniche che rendono la pagina web visibile e raggiungibile.

La link earning porterà il tuo nome in giro per il web

Guadagnare backlink. Sappiamo quanto siano importanti e quanto sia difficile ottenerli. I link in entrata dipendono strettamente dai contenuti che abbiamo creato. Migliori saranno i nostri contenuti e più alta sarà la probabilità di ricevere link.

Come ottenere link in entrata? Il discorso si riallaccia al concetto di content marketing: è un anello, un circuito chiuso che aprirà le porte della visibilità.

Perché affidare i testi a un web copywriter?

Ha davvero tutte queste conoscenze un’azienda? Sa davvero creare contenuti validi, originali? Sa valutare i contenuti, sa come pubblicarli, confezionarli?

La risposta è no a tutte le domande.

Qual è la vostra esperienza coi clienti? Si affidano facilmente ai servizi di copywriting?

2 Commenti

  1. Daniele Carollo
    9 giugno 2014 alle 22:46 Rispondi

    Espanderei il concetto a molto di ciò che è web, purtroppo o per fortuna.

    È il caso di chi sceglie sempre chi offre la realizzazione di un sito al prezzo minore, senza chiedersi mai se e quali competenze possano fare la differenza nel prodotto finale.
    Quello di chi pensa che “social media manager? E che ci vuole ad aprire un profilo su facebook?”.
    O la situazione che incontro spesso quando mi ritrovo a svolgere un’attività seo per un’azienda grazie a un singolo individuo che ha spinto per inserire questa figura (quella del seo) all’interno dell’azienda stessa, ma notando la diffidenza di tutti gli altri.
    Figuriamoci se si parla di scrivere contenuti: “perché, non posso scriverle io due parole su ciò di cui mi occupo?”.
    Come dicevo, purtroppo o per fortuna. Purtroppo per tutto ciò che ho finito di scrivere. Per fortuna perché, forse, vuol dire che la gente prenderà sempre più coscienza di certe esigenze e che la richiesta verso queste professioni nel tempo continuerà quindi a aumentare.
    Secondo te è più un purtroppo o un per fortuna? :)

    • Daniele
      10 giugno 2014 alle 13:53 Rispondi

      La questione sulla realizzazione dei siti non finirà mai :)

      E hai ragione che il discorso si estende a ogni professione legata al web. Io spero che ci sia sempre più coscienza verso la richiesta di professionisti: primo perché possiamo lavorare di più e poi perché sarà tutto vantaggio per i clienti.

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.