Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Quando inviare un comunicato stampa editoriale

CalendarioI comunicati stampa editoriali sono uno strumento utile per far conoscere la casa editrice, i suoi autori e i suoi libri. In rete esistono molti siti dedicati ai comunicati, alcuni dei quali legati ad altri siti, una fitta rete di notizie che raggiunge tutta la nazione.

Ogni editore dovrebbe inviare un comunicato stampa ogni volta che nella sua casa editrice nasce una novità degna di nota. Possiamo dividere queste notizie in comunicati strettamente legati alla pubblicazione del libro e in comunicati legati ad altre attività della casa editrice.

Comunicati stampa legati al libro

  1. Prima del lancio del libro: pubblicare una serie di comunicati stampa prima di aver dato alle stampe un libro crea attesa e curiosità nei lettori. Specialmente se si tratta di un autore conosciuto, i lettori cominceranno a parlare di quel futuro libro. Magari l’editore ha acquistato i diritti di traduzione per un’opera famosa di un altro paese. I motivi possono essere tanti.
  2. Al lancio del libro: la pubblicazione del libro va senz’altro annunciata. Ci sono case editrici che pubblicano anche oltre 100 titoli l’anno. Immaginate quanti comunicati possono scrivere e quante volte il loro nome e i loro prodotti circoleranno in rete.
  3. Alla presentazione del libro: molti editori presentano i libri assieme agli autori in varie città d’Italia. E molti lamentano anche la scarsa partecipazione. Annunciare questi eventi è senz’altro utile, sia attraverso comunicati a livello nazionale sia a livello locale.
  4. In occasione di nuove edizioni del libro: un’opera letteraria può vantare varie edizioni. Segnalare l’uscita dell’edizione economica, in ebook, in audiolibro o magari edizioni particolari a tiratura limitata, illustrate o di pregio contribuisce ad aumentare le probabilità di acquisto.
  5. Firma copie: se l’autore di un libro è presente a qualche evento per la firma delle copie del suo libro, allora è il momento di annunciarlo. Non sempre questo avviene durante la presentazione del libro, ma anche in altre occasioni.
  6. Recensioni importanti: un libro potrebbe ottenere delle recensioni da parte di personaggi influenti e importanti, magari pubblicate in un quotidiano nazionale. È una notizia da segnalare con un comunicato.

Comunicati stampa legati alla casa editrice

  1. Presenza in radio e TV: ci sono radio e canali locali che hanno rubriche letterarie e possono ospitare un autore o un rappresentante di una casa editrice, magari per un’intervista.
  2. Partecipazione a mostre e fiere del libro: in Italia ci sono diverse manifestazioni letterarie e vi partecipano molte case editrici. Fate dunque sapere ai lettori e al pubblico che sarete presenti alla fiera.
  3. Eventi e notizie: qualsiasi evento che vede coinvolta la casa editrice deve essere comunicato online. Così come qualsiasi notizia, come il cambio di direttore o la nascita di un nuovo reparto o le nuove regole per l’invio dei manoscritti.
  4. Nuove collane: la nascita di nuove collane nel catalogo di libri va annunciata con un comunicato. È di sicuro interesse per i lettori, ma anche per gli scrittori.
  5. Nuovo sito o apertura del blog: la casa editrice ha rinnovato il sito? È il momento di annunciarlo. Ha lanciato un suo blog? O il sito è diventato un e-commerce? Sono notizie da segnalare coi comunicati.
  6. Presenza su social network: se la casa editrice ha una sua pagina su Facebook, Google+ e Twitter, o anche su Pinterest, deve annunciarlo coi comunicati. Uno per ogni social network a cui è iscritta.

Da tutto ciò emerge l’importanza dell’uso dei comunicati stampa nell’editoria, che hanno la funzione di comunicare al pubblico ogni notizia relativa alla casa editrice. Queste notizie diffuse in rete si traducono in una costante e forte presenza online dell’editore.

Un commento

  1. Il meglio del 2012
    31 dicembre 2012 alle 09:37 Rispondi

    […] Quando inviare un comunicato stampa editoriale: tutte le occasioni in cui una casa editrice dovrebbe spedire i suoi comunicati. […]

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.