Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Guest posting

Guest postingIl guest posting è una tecnica molto sfruttata fra i blogger anglosassoni, che si riscontra comunque anche in Italia, e prevede, come dice il termine, la scrittura di post da parte di un ospite.

Non si tratta di blog multi-autore – in cui esiste una redazione di blogger – ma semplicemente di ospitare articoli da parte di altri blogger, che forniranno al blog nuovi contributi, in cambio di visibilità.

Un guest post ha diversi vantaggi, sia per chi è ospitato sia per chi ospita, che non possono essere sottovalutati.

Vantaggi per il blogger ospite

  • Promozione: il blogger sia sta promuovendo, sta migliorando la sua immagine, si sta facendo conoscere in altri blog e quindi da altri utenti.
  • Traffico: il suo blog riceverà visite dal blog in cui sarà ospitato, poiché i suoi lettori, incuriositi, andranno a visitare il blog di quel nuovo autore.
  • Lettori: alcuni visitatori, attratti dall’argomento del blog, potranno diventarne lettori assidui.

Vantaggi per il blogger che ospita

  • Diversificazione: il blog si diversifica, inserisce cioè una novità al suo interno, attraverso una nuova voce, un nuovo tipo di scrittura e nuovi argomenti. Questo renderà il blog ancora più appetibile, poiché i lettori sapranno riconoscerne la qualità e la apprezzeranno.
  • Nuovi contenuti: il blogger ha inserito nuovi contenuti nel proprio blog. Ha a disposizione articoli da proporre ai suoi lettori senza aver dovuto scrivere nulla.

Vantaggi per entrambi

  • Collaborazione: fra i due blogger può nascere un buon rapporto di collaborazione, che può durare nel tempo e far nascere anche altre collaborazioni, magari professionali.
  • Link: il blogger ospite ci guadagna un link, perché viene linkato dal blogger che lo ospita. Anche chi ospita può guadagnare un link. Il blogger ospite non mancherà di avvisare i propri lettori che è possibile leggere un suo articolo altrove.

Come gestire un guest post

  • Ricerca del blogger: ho proposto ad alcune persone di scrivere un guest post su Penna blu, e hanno accettato volentieri, ma sono anche stato contattato da altre persone che mi hanno chiesto di scrivere per il mio blog. Chiedete, quindi, ad altri blogger di scrivere un guest post, senza alcun timore, poiché, come avete letto, i vantaggi sono per entrambi.
  • Introduzione: ho letto tanti guest post in inglese e ogni blog ha ovviamente il suo modo per presentare ai lettori il blogger ospite. Scegliete quindi quello che vi sembra più conveniente. Io preferisco farmi spedire una loro presentazione, con un massimo di tre siti o blog che hanno da poter linkare. Inserisco questa presentazione a fine post, ma ne scrivo una più breve all’inizio dell’articolo, per annunciare che quello è un guest post scritto da XY, nominando il suo blog e linkandolo.
  • Scrivi su… : se siete intenzionati a ospitare guest post, segnalatelo sul vostro blog. Create una pagina apposita per informare i vostri lettori di questa opportunità.
  • Linea editoriale: il blogger ospite dovrà rispettare quella che è la linea editoriale del blog su cui scrive. Basterà leggere alcuni articoli per rendersi conto di come vengono affrontati gli argomenti, il tipo di impaginazione utilizzato – anche se sarà il blogger che ospita a inserire l’articolo – ecc. Stabilite delle linee guida da seguire, come lunghezza dell’articolo, link all’interno, linguaggio da usare, fermo restando che chi scrive deve mantenere il proprio stile di scrittura.
  • Argomento: ovviamente l’argomento trattato dal blogger ospite dovrà essere attinente a quello del blog che ospita.
  • Pianificazione del post: è opportuno che chi scrive informi il blogger dell’argomento che vuole trattare, fornendo i punti da discutere nel proprio articolo, o comunicando soltanto una sua idea. Non è neanche il caso di essere rigidi. Una persona mi ha spedito un articolo, chiedendomi se poteva andare bene per Penna blu. E in quel caso andava bene, l’articolo era Musicalità, ovvero musicabilità della poesia.
  • Inserimento del post: l’articolo sarà inserito e impaginato da chi ospita, non essendo necessaria la registrazione al blog per pubblicare un guest post.
  • Risposte ai commenti: il blogger ospite avrà comunque la responsabilità, per correttezza nei confronti di chi lo ha ospitato e dei lettori, di seguirne i commenti e rispondere.

Conclusione

Il guest post è senza dubbio un ottimo modo per promuoversi e per promuovere il proprio blog, ma richiede ovviamente un certo impegno. I risultati si vedranno, se il post offrirà argomenti interessanti e spunti di discussione.

Quanti di voi si sentono pronti per scrivere un guest post? E quanti sfruttano già questa tecnica?

13 Commenti

  1. Romina
    3 ottobre 2011 alle 08:38 Rispondi

    Io avrei davvero voglia di scrivere un guest post! Per essere però all’altezza dei tuoi articoli mi serve un’idea davvero brillante… ci sto già pensando da tempo.

    Questo post ha anche fatto nascere in me il desiderio di ospitare qualche articolo altrui: sarebbe sicuramente interessante aggiungere nuovi punti di vista!

    Insomma… come al solito mi dovrò rimboccare le maniche! Grazie per l’ispirazione!

  2. Romina
    3 ottobre 2011 alle 09:58 Rispondi

    Dando da mangiare ai miei cani, questa mattina, mi è venuta un’idea carina! Ho già scritto una prima bozza dell’articolo… spero sia di tuo interesse! Ti manderò presto informazioni dettagliate… ma adesso mi conviene prepararmi e andare all’università: oggi si ricomincia!

    P.S. L’articolo non riguarda i cani, ma l’ispirazione è beffarda: ti coglie all’improvviso!

  3. Daniele Imperi
    3 ottobre 2011 alle 12:34 Rispondi

    Ok, Romina, aspetto la tua idea :)

  4. ferruccio
    3 ottobre 2011 alle 13:07 Rispondi

    Dài, ti aspetto:-)

     

  5. Giuseppe Vitale
    3 ottobre 2011 alle 14:11 Rispondi

    Presto lo farò nei miei blog. Grazie.

  6. Michela
    3 ottobre 2011 alle 21:03 Rispondi

    Oh cazz… ma lo sai che me ne sono accorta mentre leggevo l’articolo… sono gelosa da morire del mio blog! è MMMMIO e [esclamazione volgare editata da Michela dopo ripensamento] sto col lanciafiamme a chi ci mette le mani!

    Mumble mumble… mi vado a rileggere l’elenco dei vantaggi…

  7. Daniele Imperi
    3 ottobre 2011 alle 21:08 Rispondi

    Dipende da come imposti il blog, dalle tue scelte innanzitutto. Il mio blog Libri da leggere (hai presente? Quello che mi ha copiato :D ) non accetta guest post, perché non avrebbero senso, secondo me, lì. Quelle sono recensioni dei libri che leggo, punto. Non posso accettare recensioni di altri, perché magari potrebbero rifilarmi libri o autori che odio, magari scritti da personaggi famosi della politica o dello spettacolo… e non accetterei mai una cosa del genere.

    Ma in questo blog il guest post ci sta bene.

  8. I 3 livelli della promozione editoriale
    18 novembre 2011 alle 05:04 Rispondi

    […] Guest post […]

  9. Come pubblicare un guest post
    31 luglio 2012 alle 05:02 Rispondi

    […] fatto un’idea sul modo migliore per presentare al lettore un guest post nel proprio blog. Un guest post è un articolo scritto da un altro autore, che viene appunto ospitato nel blog in cambio di una […]

  10. Jan Quarius
    11 giugno 2013 alle 13:22 Rispondi

    Grazie Daniele,
    ci guardo…

    Jan

  11. Jan Quarius
    14 giugno 2013 alle 12:08 Rispondi

    Ora ho finito di leggere.
    Il guestposting non l’ho ancora praticato, ma sembra una cosa interessante e utile. Vorrei provarla… :)

    Jan

  12. Jan Quarius
    14 giugno 2013 alle 12:22 Rispondi

    Le linee guida le ho già lette, grazie. Ora non ho molte idee riguardo la proposta, ma penso di inserire una simile proposta nel mio blog… non so poi se ne valga la pena…

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.