Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

I miei generi letterari preferiti

I generi narrativi che ho letto

LibriHo voluto calcolare quale genere letterario ho letto di più, stilando una piccola classifica. Non so, sinceramente, da cosa dipenda il fatto che abbia letto molto più di un certo genere piuttosto che di un altro.

Nell’elenco ho tralasciato alcuni generi, dei quali ho letto soltanto uno o due libri. Ma i dieci che ho inserito mi piacciono tutti. Sono più propenso a credere di non aver trovato libri che mi hanno incuriosito abbastanza da comprarli.

I primi cinque generi letterari preferiti

  1. 25% fantasy
  2. 20% classici
  3. 13% narrativa
  4. 8,5% gialli e spionaggio
  5. 7,4% romanzi storici

Da questo primo elenco sembra che io ami molto il fantasy. E è vero, non lo nego di certo. Addirittura un quarto dei libri che ho letto appartiene al genere fantasy. Il fatto è che spesso sento il bisogno di evadere totalmente dalla realtà e il fantasy, per me, resta l’unica isola in cui rifugiarmi e trascorrere un po’ di tempo.

Poi vedo un consistente interessamento per i classici. Ma questo è normale, i classici non tramontano mai. Un quinto dei libri letti è un classico. E ne ho ancora molti da leggere. Anche se talvolta un classico può far uscire dalla realtà, io, amando scrivere, lo vedo più come una lettura obbligata per imparare.

Segue poi la narrativa. Ma che cos’è di preciso la narrativa? Spesso me lo chiedo. Anche un classico e un fantasy sono narrativa. In effetti non è un vero genere letterario. Ho incluso in questo elenco romanzi non altrimenti classificabili o che non sono riuscito a classificare.

Infine arrivano i romanzi gialli e di spionaggio, a cui seguono quelli storici.

Gli altri generi letterari preferiti

  1. 6,8% fantascienza
  2. 4,3% horror-thriller
  3. 3,7% storia
  4. 3,4% avventura
  5. 2,5% documenti-diari

A poca distanza c’è la fantascienza, genere che mi attira molto. Ho letto parecchio di Asimov e qualcosa di altri autori. Il genere horror è uno dei miei preferiti, ma ho trovato ben poco di interessante, anche se ultimamente ho scoperto buoni libri.

Concludono la storia, specialmente quella compresa fra la Prima e la Seconda Guerra Mondiale, l’avventura, quasi sempre Salgari, e i libri documento, come Nelle terre estreme, per esempio.

2 Commenti

  1. Michela
    12 febbraio 2011 alle 15:16 Rispondi

    Interessante questo modo di ragionare :)
    Pensando un po’ anche al commento di ieri su “Bomber”, mi sono resa conto che non ho idea di che generi mi piacciano.
    So solo che la roba d’amore se la possono tenere: però anche in questo caso, scommetto che se ci fosse un romanzo d’amore scritto veramente come Dio comanda sarebbe buono anche quello.
    Per questo mi pare un buon sistema, prima leggo, poi tiro le somme e scopro che generi mi piacciono contandoli alla fine… ci voglio provare :)

  2. Daniele Imperi
    12 febbraio 2011 alle 15:57 Rispondi

    I romanzi d’amore se li possono tenere pure per me e anche i film di quel genere :D

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.