Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Generi letterari e lunghezza delle storie

Generi letterari e lunghezza delle storieHo letto sul sito SF Signal un interessante articolo di Charles Davis, L’importanza della lunghezza della storia nella fantascienza e nel fantasy. L’autore riflette su una considerazione accettabile: per creare e spiegare un mondo nuovo, inventato, occorre tempo e quindi occorrono pagine.

Nella lista che segue ho inserito dieci romanzi fantasy che ho letto, di altrettanti scrittori.

  1. 151 pagine Il mago di Earthsea di Ursula Le Guin
  2. 285 pagine Il mulino dei dodici corvi di Otfried Preussler
  3. 346 pagine Zeferina di Riccardo Coltri
  4. 352 pagine La Bussola d’Oro di Philip Pullman
  5. 358 pagine La promessa dei lupi di Dorothy Hearst
  6. 494 pagine Il Mangianomi di Giovanni De Feo
  7. 620 pagine La Spada di Shannara di Terry Brooks
  8. 704 pagine Le 13 vite e mezzo del Capitano Orso Blu di Walter Moers
  9. 816 pagine L’Occhio del Mondo di Robert Jordan
  10. 1359 pagine Il Signore degli Anelli di Tolkien

Come potete vedere la lunghezza varia molto. Si passa da un minimo di 150 pagine a superare le mille. C’è una certa diversificazione fra le opere e gli autori.

Se prendiamo dieci romanzi di fantascienza a caso, fra quelli che ho letto e possiedo, troviamo un quadro diverso.

  1. 147 pagine Pianeta impossibile – Parte 1 di Harry Harrison
  2. 210 pagine Fahrenheit 451 di Ray Bradbury
  3. 229 pagine Ubik di Philip K. Dick
  4. 246 pagine Ritorno al domani di L. Ron Hubbard
  5. 284 pagine Raimondo Mirabile, futurista di Graziano Versace
  6. 304 pagine E-doll di Francesco Verso
  7. 320 pagine Fondazione di Isaac Asimov
  8. 484 pagine Dune di Frank Herbert
  9. 572 pagine Il sogno del vuoto di Peter F. Hamilton
  10. 1370 pagine Limit di Frank Schätzing

Una buona percentuale si pone fra le 200 e le 300 pagine. Anche qui abbiamo eccessi come 150 e oltre 1000 pagine, naturalmente. Li ho scelti apposta.

Da questo quadro deduco che la lunghezza della storia non appartiene a un genere piuttosto che a un altro. Un giallo non potrà durare 500 pagine, è un tipo di storia che si presta a essere consumata in breve tempo. Lo richiede il genere.

Un fantasy mi ha sempre dato l’idea di un tipo di storia in cui ci possa dilungare, sia nella descrizione del mondo sia nelle avventure dei personaggi. Ma abbiamo visto che si possono scrivere romanzi fantasy brevi.

È dunque vero che fantascienza e fantasy devono accogliere storie lunghe? O è solo questione di gusti personali, di creatività ed esigenze letterarie dell’autore?

9 Commenti

  1. Salomon Xeno
    9 luglio 2012 alle 11:17 Rispondi

    Secondo me dipende molto dal periodo. Avevo letto da qualche parte che fu Dune (anni ’80) a influenzare la SF, aprendo al romanzo lungo con ampie parti narrative sui personaggi, paesaggi e altri aspetti un po’ sacrificati nella SF classica. Molti dei romanzi classici, inoltre, venivano pubblicati in formati standard intorno alle 200 pagine, e alcuni erano addirittura pubblicati a puntate sulle riviste specializzate. Per esempio, i primi romanzi di Moorcock del ciclo di Elric di Melniboné sono lunghi circa 150 pagine e sono nati come pubblicazione a puntate.
    Però è vero, anch’io avevo l’impressione che i romanzi fantasy fossero mediamente più lunghi, ma forse ciò è dovuto all’offerta di questi ultimi anni nelle librerie.

  2. Lucia Donati
    9 luglio 2012 alle 11:21 Rispondi

    Secondo me è più calzante la seconda ipotesi. Io personalmente non amo libri (parlo di fantasy o di fantascienza) di 1000 pagine. Se mi capita di averne uno sottomano lo inizio, perché no, ma se, dopo poco, mi annoia lo uso per le gambe dei tavoli o come mattone da costruzione. A me piace l’equilibrio, o, comunque, un ritmo interessante relativamente al genere e, perché no, certamente anche originale. L’eccessiva lunghezza, però, se non ha una giustificazione, potrebbe esserci perché la storia è troppo diluita e, così, meno incisiva.

  3. Daniele Imperi
    9 luglio 2012 alle 11:35 Rispondi

    Salomon Xeno,

    Non sapevo di Dune, interessante :)

  4. Daniele Imperi
    9 luglio 2012 alle 11:36 Rispondi

    Lucia Donati,

    Non so, forse dipende dalla storia. I libri lunghi mettono un po’ soggezione, ne ho diversi di oltre 1000 pagine e per leggerli devo aspettare il periodo adatto.

  5. Lucia Donati
    9 luglio 2012 alle 13:05 Rispondi

    Parlo per me: non è soggezione. Probabilmente si tratta di un vincolo che non voglio avere (richiede molto tempo: mi domando se quel tale libro possa valere tanta attenzione; così, valuto dalle prime pagine se mi ci posso avventurare o no). Finora non ho trovato un libro di tante pagine così affascinante da indurmi a leggerlo: sarò di gusti difficili e,probabilmente è così.

  6. Romina Tamerici
    9 luglio 2012 alle 22:15 Rispondi

    Secondo me ogni storia, indipendentemente dal genere, può essere più o meno lunga. Molto dipende dallo stile usato e dal tipo di trama (più descrittiva, più centrata sulla psicologia del protagonista, centrata su un unico evento o su un periodo di tempo lungo, …). Insomma, non credo sia corretto associare a un genere una lunghezza ottimale.

  7. Daniele Imperi
    10 luglio 2012 alle 08:48 Rispondi

    @Romina: esatto, infatti quegli elenchi che ho fatto volevano dimostrare proprio questo, che la lunghezza dipende dalla storia e non dal genere narrativo.

  8. Romina Tamerici
    10 luglio 2012 alle 11:09 Rispondi

    @Daniele: Infatti hai fatto degli ottimi esempi per chiarire il concetto! Il mio commento voleva solo darti ragione.

  9. Fantasy fra descrizioni e lunghezza delle storie
    10 giugno 2013 alle 05:00 Rispondi

    […] storia fantasy non ha bisogno di superare le 500 pagine. Nel mio articolo sui generi letterari e la lunghezza delle storie avevo messo a confronto dieci romanzi fantasy e la varietà nel numero di pagine si è vista: si […]

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.