Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Esercizi pratici – Scrittura per il web #14

Esercizi

Siamo giunti all’ultimo capitolo del piccolo corso di scrittura per il web. È tempo, quindi, di fare qualche esercizio per migliorare le tecniche di scrittura per i contenuti pubblicati online.

Ricapitoliamo i vari articoli pubblicati finora:

  1. La tematica
  2. Il titolo di una pagina
  3. Come scrivere il titolo di una pagina
  4. I contenuti
  5. La prominenza
  6. La pertinenza e la rilevanza
  7. La tipografia
  8. L’impaginazione
  9. Essenzialità e chiarezza
  10. Evitare gli errori
  11. Come linkare
  12. La descrizione della pagina
  13. Come scrivere un testo per il web

Naturalmente non tutti gli articoli si prestano a dei puri esercizi. Sulla tematica c’è poco esercizio da fare, ma sotto un’altra forma un compito per casa si può assegnare.

Esercizi sulla tematica del sito

Nel capitolo sulla tematica ho parlato di contestualizzazione e di ottimizzazione come di due caratteristiche essenziali per i contenuti di un sito. Caratteristiche che permetteranno ai vostri testi di essere letti e trovati più facilmente in rete.

  1. Esaminate il vostro sito: sono contestualizzati e ottimizzati i testi che avete scritto?
  2. Prima di pubblicare il vostro prossimo post, considerate attentamente se è perfettamente a tema col vostro sito. Revisionatelo in base a quanto si è discostato dall’argomento che trattate.

Esercizi sui titoli delle pagine

Sull’utilità del titolo di una pagina web e su come scriverlo ho dedicato ben due articoli. È quindi chiara la sua importanza per la riuscita di una pagina.

  1. Inserite in un elenco i titoli degli ultimi dieci articoli o pagine che avete scritto e riscriveteli, seguendo i consigli dati al corso.
  2. Riscrivete i titoli di dieci articoli presi a caso nei blog che seguite: pensate che siano migliorabili?

Esercizi sui contenuti

I contenuti rappresentano la parte fondamentale di un sito, che non è altro che un contenitore di informazioni. Spesso considerati l’ultima ruota del carro, i contenuti sono il primo obiettivo di chi scrive per il web. Una priorità che non può lasciare il posto ad altre.

Ho elencato sette caratteristiche che devono possedere i contenuti:

  1. Unicità
  2. Originalità
  3. Informazione
  4. Completezza
  5. Periodicità
  6. Chiarezza
  7. Pertinenza
  1. Rileggete gli ultimi dieci articoli che avete scritto e pubblicato ed elencate quali caratteristiche, secondo voi, mancano.
  2. Scrivete il vostro prossimo articolo tenendo conto di tutte e sette quelle caratteristiche.

Esercizi sulla prominenza

La prominenza è un termine poco conosciuto, specialmente ai non addetti ai lavori. Si tratta della vicinanza di parole chiave in uno specifico elemento della pagina, come il titolo e i paragrafi. A differenza di quando scrivete un giallo, in cui svelate l’assassino alla fine, nella scrittura per il web dovete far sapere le informazioni più importanti subito.

  1. Rileggete i primi due paragrafi dei vostri ultimi dieci post: rispettano le regole della prominenza? Oppure vi siete dilungati in introduzioni inutili e fuori tema?
  2. Scrivete il vostro prossimo articolo tenendo conto di questa tecnica: studiate attentamente i primi due paragrafi, osservando, per aiutarvi, gli articoli che avete letto nel corso.

Esercizi sulla pertinenza e la rilevanza

La pertinenza è la qualità di una pagina a rispettare completamente l’argomento trattato. Si ottiene scrivendo contenuti a tema. La rilevanza, invece, acquisibile col tempo, indica l’autorevolezza di un sito su un preciso argomento.

  1. Esaminate il vostro sito: sono pertinenti i vostri testi?
  2. Fate una ricerca nel web sulle vostre parole chiave principali: quanto siete rilevanti? Riuscite a trovare nei primi posti o nelle primissime pagine i vostri testi?

Esercizi sulla tipografia

La tipografia di un testo per il web è la sua presentazione grafica, ossia un insieme di colori, dimensioni, spazi che agiscono su titoli, paragrafi, caratteri, link e migliorano la leggibilità di una pagina.

  1. Analizzate un vostro articolo: il titolo si differenzia bene dal testo? C’è quello stacco necessario a farlo risaltare nella pagina?
  2. I paragrafi sono distanziati fra loro per rendere più scorrevole la lettura?
  3. Il colore dei link ha il giusto contrasto per renderli riconoscibili?
  4. E, soprattutto, esiste uno sfondo che rende la lettura difficoltosa?
  5. Fra testo e sfondo c’è il giusto contrasto? Utilizzate questo strumento per valutare il contrasto fra testi e sfondo.
  6. Apportate tutte le modifiche necessarie al vostro sito per offrire ai vostri lettori pagine chiare e piacevoli da leggere.

Esercizi sull’impaginazione

L’impaginazione di un testo è la sua organizzazione in elementi ben differenziati fra loro, ognuno con la propria funzione, che permettono una struttura più comprensibile, che non si avrà con un testo offerto in un monoblocco senza la minima distinzione fra titoli, paragrafi, sottotitoli e liste.

  1. Osservate i vostri articoli: sono strutturati secondo titoli e paragrafi ben distinti?
  2. Fate uso di elenchi puntati e numerati?
  3. Usate immagini per catturare l’attenzione del lettore?
  4. Se i vostri testi sono presentati come blocchi fitti di parole, apportate le dovute modifiche e impaginate i vostri testi come suggerito dall’articolo.

Esercizi su essenzialità e chiarezza

Un testo per il web deve essere essenziale, dire ciò che deve dire e niente altro. Inutile dilungarsi e andare fuori tema o usare più parole del necessario. Essenzialità non significa necessariamente brevità. Il linguaggio usato deve essere chiaro, aborrite frasi contorte e astruse.

  1. Rileggete gli ultimi cinque articoli scritti: sono davvero essenziali? Potevate dire di più? O avete scritto troppo?
  2. Riscrivete quei post – per puro esercizio di scrittura – e togliete il superfluo. Lasciate soltanto ciò che parla del tema dell’articolo.
  3. Rileggete gli ultimi cinque articoli scritti: avete usato un linguaggio chiaro e comprensibile? Leggeteli a voce alta: ci sono passi che andrebbero migliorati?
  4. Riscrivete – sempre per puro esercizio – i brani dei post che vi risultano troppo contorti e che potrebbero essere scritti con meno parole.
  5. Sfruttate questi esercizi per i prossimi post da scrivere.

Esercizi su eventuali errori commessi

Gli errori sono sempre dietro l’angolo. Errori di qualsiasi tipo. Ho parlato di tre tipologie di errori nei testi:

  1. nel linguaggio
  2. nei contenuti
  3. nella tipografia e nell’impaginazione

Errori che con una buona lettura e revisione del testo si possono evitare.

  1. Leggete attentamente gli ultimi cinque post pubblicati: ci sono errori di battitura? I programmi di scrittura possono segnalare qualche errore, ma non tutti. Controllate se avete fatto refusi o peggio.
  2. Quante libertà vi siete presi con l’italiano? Avete inventato parole? Era davvero necessario? Avete italianizzato parole inglesi? Non esiste un corrispondente italiano?
  3. Sono originali i testi che avete scritto? Informano a fondo il lettore su quanto promesso dal titolo?
  4. Andate spesso fuori tema?

Esercizi sui link inseriti

Inserire link sembra un’operazione semplice, eppure molti riescono a farlo nel modo peggiore. Un link può essere improduttivo oppure contestualizzato. Nel secondo caso rafforza la risorsa linkata. Scrivere per il web significa anche scrivere i link nel modo più appropriato.

  1. Osservate i vostri ultimi dieci post, o almeno gli ultimi dieci in cui avete linkato una pagina, anche vostra: avete usato testi ancora o parole come “clicca qui”, “questa”, ecc.?
  2. Riscrivete quei link – ma questa volta per davvero e non solo come semplice esercizio – per renderli perfettamente contestualizzati.

Esercizi sulla descrizione della pagina

La descrizione della pagina informa gli utenti sul contenuto della pagina che andranno a leggere. È rappresentata in genere da due righe che i motori di ricerca inseriscono nelle pagine dei risultati, sotto al titolo e all’indirizzo del sito.

  1. Per sapere se è stato utile o meno scrivere una descrizione delle vostre pagine e dei vostri articoli, effettuate più ricerche su Google in base alla parola chiave principale, con varie modifiche, e osservate che snippet sceglie il motore di ricerca in quei casi.
  2. Potete sempre inserire una descrizione, se lo ritenete opportuno, se il motore di ricerca, cioè, ha inserito uno snippet non troppo efficace. O magari riscrivere i primi due paragrafi dei vostri testi.

Esercizi sull’organizzazione dei testi

Scrivere un testo per il web è un’operazione che procede per gradi: dall’idea e la documentazione alla bozza dell’articolo e del titolo, fino alla sua presentazione online. Organizzare un testo per il web fa parte del lavoro di chi vuole scrivere per il web.

  1. Usate una scaletta per i vostri post? Provate a scrivere i prossimi articoli con questo metodo?
  2. Sfruttate più canali per scrivere i vostri articoli. Ne nascerà un buon esercizio di scrittura, come minimo. Prendete una parola attinente al tema del vostro blog e affiancatene una che non c’entra nulla. Che cosa può nascere?
  3. Fate lo stesso esercizio ispirandovi ai libri che leggete, ai film che vedete, alle situazioni in cui vi siete trovati.

4 Commenti

  1. Enrico
    20 dicembre 2011 alle 12:46 Rispondi

    Il sunto finale!!! Bel corso, non avrei mai creduto che sarei riuscito a tener duro fino alla fine. Davvero molto interessante! (ho creato anche una presentazione riassuntiva su questo corso con qualche slide). Sembra ieri che iniziavo… Buone Feste e buon proseguimento a tutti!

  2. Gianluca Santini
    20 dicembre 2011 alle 13:44 Rispondi

    Io tutti questi esercizi ho iniziato a farli durante il corso, ogni consiglio che davi cercavo di applicarlo nei futuri post. Arrivati ora alla fine, grazie per tutto quello che ci hai insegnato gratuitamente. :)

    ciao,
    Gianluca

  3. Daniele Imperi
    20 dicembre 2011 alle 13:49 Rispondi

    @Enrico: grazie per aver partecipato :)

    @Gianluca: stai dicendo che non farai i compiti? :D

  4. Romina
    20 dicembre 2011 alle 14:53 Rispondi

    Preziosi consigli da cercare di applicare al più presto possibile. Qualcosa ho fatto in itinere ma ancora molto posso fare. Ovviamente, grazie Daniele per queste lezioni… davvero utili e interessanti!!! Peccato che il corso sia già finito!

Lasciami la tua opinione