Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Scrivere contenuti per siti su libri e letteratura

Web copywriting

Nel web esistono ormai tantissimi blog dedicati ai libri e alla letteratura, a dire il vero molti sono amatoriali, cioè di semplici appassionati della materia. Ci sono poi diversi network sulla letteratura, alcuni dei quali con un taglio commerciale, e coprono anche argomenti di nicchia.

Oltre a questi siti, interamente dedicati al tema libri, esistono in rete tanti altri siti e blog che trattano di quell’argomento, anche se hanno come tema principale tutt’altro. Si tratta spesso di siti e blog personali, in cui il blogger scrive di tutto ciò che gli viene in mente.

Scrivere per un sito sui libri e la letteratura significa quindi trovarsi di fronte a migliaia di risultati simili, provenienti da siti a tema ma anche da “contaminazioni” di altri siti. Ma il mondo dei libri è vario e si presta a scrivere articoli che possono risultare unici e originali.

Perché scrivere contenuti in siti su libri e letteratura

Anche se è ormai opinione diffusa che in Italia si legge poco, è certo che in Italia si scrive tanto sui libri e la letteratura. Lettori accaniti scrivono sui propri blog pubblicando segnalazioni e recensioni, siti e portali pubblicano di continuo notizie sui libri.

Scrivere di libri e letteratura, per un blog amatoriale, significa estendere la passione per la lettura e diffondere non solo le proprie letture, ma anche la propria critica. Il sito diviene una sorta di circolo letterario in cui discutere di libri e scrittori.

Le realtà commerciali legate al tema libri – non solo quindi i portali dedicati alla letteratura, ma anche i blog delle case editrici – dovranno scrivere per ampliare la loro cerchia di lettori e sfruttare il loro successo online per ottenere più vendite.

Cosa scrivere in siti su libri e letteratura

Scrivere in un sito dedicato ai libri e alla letteratura è relativamente semplice, dal punto di vista delle risorse da sfruttare per produrre contenuti originali. La lettura è personale e genera di conseguenza testi unici.

  1. Scrivere recensioni di libri: è il contenuto più classico da trovare in un sito sui libri. Scrivere una recensione significa produrre sempre un contenuto originale. Il problema sta nell’emergere fra i tanti e troppi risultati presenti in rete, ma chi legge avrà sempre articoli da scrivere sulle sue letture.
  2. Intervistare scrittori e case editrici: le interviste sono sempre interessanti, perché svelano informazioni altrimenti difficili da reperire. Richiedono un certo tempo per poterle realizzare, se l’intervistato ne ha già ricevute: è importante proporre domande nuove.
  3. Pubblicare book trailer: come per il cinema, anche per i libri esistono i trailer. Un book trailer con un testo di accompagnamento è un buon contenuto, magari parlando anche dei retroscena che hanno portato alla sua realizzazione.
  4. Proporre giveaway e concorsi: lanciare un giveaway, regalando quindi un libro, attira molti lettori e commenti. Proporre concorsi legati ai libri, magari indovinando un incipit o una frase particolare, stuzzica la curiosità dei lettori.
  5. Segnalare libri: altro contenuto frequente, ma i libri sono tantissimi, talmente tanti che è impossibile riuscire a menzionarli tutti. Non limitarsi a quelli in italiano, ma segnalare anche quelli in lingua inglese, aumenta le possibilità di scelta e di originalità.
  6. Segnalare eventi letterari: dalle mostre di libri alle presentazioni, dai premi letterari alle rassegne, il mondo editoriale dà ampie possibilità per scrivere di eventi legati al libro e alla letteratura.
  7. Parlare di editoria: scrivere dei problemi che affliggono l’editoria italiana dà spazio a molte opinioni e di conseguenza a molti articoli. Prezzi dei libri, formati (ebook o cartaceo?), nuove tecnologie legate all’editoria: le idee per scrivere buoni contenuti non mancano.
  8. Scrivere di generi letterari: parlare dei generi letterari preferiti, delle varie contaminazioni e dei sottogeneri, di nuove opere di particolari generi letterari, della difficoltà di ascrivere un’opera a un preciso genere. Sono molte, anche in questo caso, le possibilità di scrivere contenuti unici.
  9. Pubblicare analisi e critiche: analizzare un romanzo in modo dettagliato, tentando di scoprire gli obiettivi dell’autore, scrivere relazioni fra un’opera e un’altra o fra un personaggio e un altro, criticare traduzioni, parlare di stili letterari e di qualità delle opere pubblicate. Per un occhio critico i contenuti da scrivere non mancano.
  10. Notizie su scrittori e case editrici: non si tratta di scrivere gossip legato al mondo letterario, ma di segnalare e discutere notizie riguardanti autori ed editori. Anniversari, case editrici che chiudono e altre che aprono, scrittori che smettono di scrivere di loro personaggi: in rete si trovano tantissime notizie letterarie su cui scrivere.

Social copywriting per siti su libri e letteratura

Libri e letteratura sono presenti nei principali social media, molte pagine sono seguite, segno che è un tema che piace. Scrivere per i social media sul tema libri è stimolante e ovviamente non va limitato alla pura condivisione dei contenuti dei propri siti.

  1. Twitter: il profilo su Twitter permette di diffondere i contenuti del sito, ma anche di interagire coi propri fan. Scrivere su Twitter pensando al lettore, soprattutto, dando il via a discussioni che creino retweet e aumentino i lettori del sito.
  2. Facebook: una fan page come diffusione dei propri post, ma anche come un luogo in cui trovare altre idee. Scrivere contenuti che estendano gli articoli pubblicati, magari creando delle piccole competizioni che attirino curiosità e portino maggiore traffico al sito.
  3. Google Plus: una business page, che può essere personalizzata con immagini, crea una presenza in più online che porta traffico al sito. La condivisione dei post non può ancora essere automatizzata, ma via via che si inseriranno contenuti si avranno sempre più sostenitori. Anche in questo caso vanno creati post dedicati, specialmente in funzione degli apprezzamenti dei vari utenti.

2 Commenti

  1. Autopromuoversi con i blog: cosa scrivere di bello per i siti di libri e letteratura? | Diventa editore di te stesso | Scoop.it
    23 maggio 2012 alle 09:03 Rispondi

    […] background-position: 50% 0px ; background-color:#222222; background-repeat : no-repeat; } pennablu.it – Today, 9:03 […]

  2. Lucia Donati
    24 maggio 2012 alle 10:51 Rispondi

    Certo: diffondere la propria critica con testi unici in cui si possa notare che chi scrive è un originale, ha proprie idee e non dice continuamente delle ovvietà.
    Altre cose che si potrebbero scrivere su un sito letterario: 1)Recensioni di altri sul proprio libro; 2)Interviste, oltre che a case editrici ed autori, a riviste letterarie, librai importanti, esperti come docenti; 3)Offrire “assaggi” di libri, anteprime o capitoli;4)Pubblicità “preventiva”(prima dell’uscita di un libro) per creare suspence;5)Parlare di “casi editoriali” veri o presentati come tali;6)Libri introvabili. Probabilmente molte di queste idee non sono nuove e avrai scritto tu stesso qualcosa su questi argomenti in altri articoli che ancora non ho letto: (considera che sono qui da poco)ma, magari, c’è qualche spunto per nuovi post…

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.