Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Chi scrive legge meglio

LetturaSì, avrebbe dovuto essere il contrario: chi legge scrive meglio. Ed è vero, certo. Più leggi e più migliori a scrivere. Ma è anche vero il contrario. Più scrivi e meglio leggerai.

Meglio in che senso? Nel senso che scovi tutto ciò che non va nel romanzo o nel racconto che stai leggendo. Sto notando cose che prima non avrei mai notato.

Scrivere aiuta a comprendere meglio i testi altrui, non solo i propri. Scrivere e, soprattutto, ricevere i commenti degli altri, che ti aprono la mente.

Ho sempre avuto la “dote” di vedere refusi nei libri che leggevo. È naturale che anche io ne faccia, però ogni volta che leggevo un libro, ecco che l’errore di stampa mi saltava subito agli occhi.

Adesso che oltre a leggere scrivo di più, non sono soltanto i refusi a rendersi ben visibili nei libri, ma anche altro. Le ripetizioni, per esempio. Le scene mal descritte o perfino impossibili. Le incoerenze. Le lacune.

Ovvio che per quanto si scriva non si possa diventare un editor, non è questo che intendevo. Intendo che si diventa però più critici, non solo verso se stessi – io lo sono diventato – ma anche verso ciò che scrivono gli altri. E non soltanto i colleghi di gara nei forum, ma anche gli scrittori affermati.

Voi, che scrivete, vi riconoscete in questo quadro? Siete diventati più esigenti?

7 Commenti

  1. Michela
    11 maggio 2011 alle 14:02 Rispondi

    Santa verità!
    E grossissima soddisfazione fra l’altro :D
    Da quando ho perso l’allenamento che avevo ai tempi del liceo, nell’analisi dei testi, ho sempre voluto riacquistarlo… il sistema era proprio questo! :)
    Nel mio caso non si è trattato di una maggiore criticità, ma di riuscire a vedere i singoli fili e le cuciture che componevano tutto il tessuto, oltre al tessuto stesso. E l’abilità migliora sé stessa, più vedi i trucchi dei grandi, più impari a vederli… :)
    E cambiano anche i gusti, apprezzi le finezze in un modo tutto diverso :)
    Se anche non si riuscisse mai a ottenere un livello soddisfacente come scrittura, però impari a leggere che è una meraviglia :D

  2. Sekhemty
    11 maggio 2011 alle 18:00 Rispondi

    Beh, in effetti è vero.
    Fare qualcosa in prima persona, non solo scrivere, aiuta molto a “entrarci dentro”.

  3. Daniele Imperi
    11 maggio 2011 alle 20:47 Rispondi

    @Michela: sì, impari a leggere, ma in certi casi questo scovare le imperfezioni dà un po’ fastidio.

    @Sekhemty: esatta definizione :)

  4. Gian_74
    13 maggio 2011 alle 11:12 Rispondi

    E’ verissimo. Mi metto a guardare come sono gestiti i dialoghi, dove vanno le virgole e la punteggiatura in generale. Alcune volte addirittura mi sbilancio: “io non l’avrei messa quella virgola lì”… Salvo poi accorgermi di avere quasi sempre torto! ;)

  5. Daniele Imperi
    13 maggio 2011 alle 11:17 Rispondi

    A me capita anche di fare editing in qualche caso :P

  6. Possiamo migliorare come scrittori?
    28 ottobre 2013 alle 05:01 Rispondi

    […] più degli altri, forse, ma di sicuro leggiamo meglio. È davvero necessario scrivere ancora storie che abbiamo letto decine di volte, storie scritte da […]

  7. Fabrizio Urdis
    28 ottobre 2013 alle 08:12 Rispondi

    Sono d’accordo con te, per me scrittura e lettura evolvono in parallelo.

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.