Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

Il meglio di Penna blu – Agosto 2011

Il meglio di Penna Blu

Pensavo che agosto fosse stato vuoto di articoli, ma poi mi sono messo d’impegno per scrivere qualcosa di utile e dare qualche consiglio qui e là in base alle mie esperienze.

Per la rubrica dedicata ai migliori articoli del blog, pubblicati ad agosto, ho scelto ben dieci post, quattro sulla scrittura e gli altri sul marketing editoriale. Si parla quindi di come trovare il giusto equilibrio in una storia, della scrittura di enigmistica e del marketing passivo nell’editoria.

Seguono consigli su come cominciare a occuparsi del marketing editoriale, torna quindi la scrittura con un post sulla black box. Parlerò poi di come usare Twitter per gli scrittori, di come iniziare a fare marketing editoriale, degli stili di scrittura, di come usare Linkedin per gli scrittori e infine un altro post sul marketing.

Equilibrare le parti di un racconto

Una storia dovrebbe seguire un percorso parabolico, un inizio, un crescendo, un apice e poi una discesa, fino alla conclusione. L’inizio introduce, il crescendo deve mantenere viva l’attenzione del lettore, poi si arriva al culmine e alla conclusione.

Continua a leggere Equilibrare le parti di un racconto.

Scrivere enigmi

Ho già parlato di quando avevo cominciato a scrivere barzellette, tanti anni fa. Ebbene, sempre parecchi anni or sono, iniziai anche a scrivere enigmi. L’enigmistica mi è sempre piaciuta, ricordo ancora quando a casa, ogni tanto, d’estate si prendeva La settimana enigmistica.

Continua a leggere Scrivere enigmi.

Marketing editoriale passivo

Si può vendere un libro senza fare nulla? La risposta è si e no. Sì, perché esiste una forma di marketing che permette a case editrici e scrittori di promuovere il proprio libro – o più libri – semplicemente senza muoversi in tal senso. No, perché anche il “dolce far niente” richiede un minimo di lavoro.

Continua a leggere Marketing editoriale passivo.

Marketing editoriale: perché cominciare

Ho già parlato dell’aspetto principale del marketing editoriale come di un insieme di operazioni che spettano tanto alla casa editrice quanto allo scrittore. Editore e autori hanno armi differenti da usare per ottenere la giusta promozione del libro.

Continua a leggere Marketing editoriale: perché cominciare.

Come evitare la black box

Scrivere in prima persona comporta vantaggi e svantaggi. Ne ho parlato quando ho scritto su chi deve narrare una storia, se è meglio usare la prima o la terza persona.

Continua a leggere Come evitare la black box.

Twitter per gli scrittori

Twitter è un social network particolare, poiché permette di scrivere testi non più lunghi di 140 caratteri. E questo è un bene per chi ama la scrittura, perché impara a sintetizzare ciò che scrive.

Continua a leggere Twitter per gli scrittori.

Marketing editoriale: come cominciare

Ho parlato di come sfruttare l’estate per migliorare il marketing editoriale, ho anche parlato del marketing editoriale passivo e del perché bisogna occuparsi della promozione editoriale. Ma come iniziare a fare marketing per migliorare la visibilità di un libro e vendere più copie?

Continua a leggere Marketing editoriale: come cominciare.

Storia che scrivi, stile che usi

Può uno scrittore cambiare stile in funzione della storia da raccontare? Oppure ogni storia va narrata con lo stesso stile? Secondo me ogni genere narrativo va scritto con uno stile differente.

Continua a leggere Storia che scrivi, stile che usi.

Linkedin per gli scrittori

Linkedin è forse l’unico social network serio e professionale che esista. Si tratta di una sorta di curriculum vitae online, che permette di inserire le esperienze lavorative passate e presenti e creare un profilo personale che possa destare interesse.

Continua a leggere Linkedin per gli scrittori.

Marketing editoriale: conoscerlo per apprezzarlo

Quando ho parlato di come e perché cominciare le operazioni di marketing editoriale, ho specificato che sia editori che scrittori – in molti casi – non ne riconoscono l’utilità oppure non sono bene informati, o ancora non hanno le risorse per poter iniziare una campagna di marketing adeguata per le loro pubblicazioni.

Continua a leggere Marketing editoriale: conoscerlo per apprezzarlo.

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.