3 parole magiche per scrivere nel blog

3 parole magiche per scrivere nel blog
Se vuoi aprire un blog, ti servono solo tre parole magiche

Di tante guide sul blogging che girano in rete forse manca quella fondamentale. Quella che non ti spiega nulla di tecnico, quella che dovrebbe farti capire invece il vero motivo per cui senti il bisogno di aprire quel blog.

Questa non è una di quelle guide, ma solo uno dei tanti post sul blogging che girano in rete. Però, a differenza degli altri, in questo post ci sono 3 parole speciali che ti spiegano la vera essenza del blogging, la vera spinta che ti trascinerà nella voglia di comunicare con un blog.

#1 – Una piattaforma

È quella che ti permetterà di scrivere e pubblicare. Tecnicamente un blog è solo una piattaforma per creare ogni giorno articoli nuovi e ricevere commenti da chi legge. Scegliere la giusta piattaforma risponde alle esigenze che hai.

Io odio Blogger, quella di Google, perché ha una brutta gestione del blog, è limitata soprattutto nella gestione, non ha un sistema decente di archiviazione dei post e altre caratteristiche che non me la fanno preferire. Ma è anche vero che in cinque minuti hai il tuo blog pronto per essere riempito.

Non amo neanche WordPress su spazio gratuito, perché è persino peggio di Blogger. Ma anche in quel caso bastano 5 minuti per avere la piattaforma pronta da riempire.

Ho sempre usato WordPress installato e personalizzato da me. Perfettamente gestibile e adattabile a ogni esigenza.

La scelta della piattaforma per scrivere nel tuo blog è quindi importante e dipende solo dall’ultima parola magica che troverai in questo post.

#2 – Un nome

È quello che ti contraddistingue da tutti gli altri blogger. È quello che differenzia il tuo blog da migliaia di altri. Scegliere il nome giusto non è facile, perché dipende da ciò che vorrai dal tuo blog.

Usa il tuo nome, se il blog deve rafforzarlo. Se racconta la tua storia. Se è quello che deve circolare in rete. Come professionista ho usato il mio nome in un blog, che ora sto ristrutturando completamente.

Usa il nome dell’argomento che tratterai, se è più importante del tuo nome, se è più indicato. Qui ho usato Penna blu: breve, facile da ricordare, collegato alla scrittura.

#3 – Un sogno

È quello che mantiene vivo il tuo blog. Quello che ti dà la forza di andare avanti. Se non hai un sogno, allora è inutile aprire un blog, perché il blog non è altro che il tuo sogno online, costruito giorno per giorno con quello che scrivi e con i lettori che leggono.

Quando ho aperto Penna blu il mio sogno c’era: parlare di scrittura a modo mio. Non era definito nei particolari, come ho avuto modo di dire altre volte, però c’era. Era un’esigenza che sentivo da tempo e non mi interessava nulla che esistevano altri blog sulla scrittura.

Categoria postPublicato in Blogging - Data post14 dicembre 2013 - Commenti15 commenti

DanieleDaniele Imperi

Sono blogger e web writer e scrivo e leggo ogni giorno. Oltre a Penna blu, ho creato e gestisco i siti su Cormac McCarthy e Edgar Allan Poe. Leggi di più nella mia biografia.

Ti è piaciuto questo post? Condivilo sui social media o via email!

Email
Commenti
  • Valeria 14 dicembre 2013 at 10:22

    Vale loves books…racchiude il mio nome, la mia passione, il mio sogno…

  • MikiMoz 14 dicembre 2013 at 13:07

    Io la aprii su Blogger perché all’epoca c’era quella o Splinder (che mi sembrava troppo frufru), e Blogger mi tengo… ormai ci sono abituato e mi va bene, so che è limitante ma… alla fine non è che devo fare chissà cosa: io sono limitato XD

    Il nome del mio blog ha il mio nick nel titolo e il titolo penso che sia indicativo di quello che il blog propone (è comunque un blog dove il tempo la fa da padrone, tra passato-presente-futuro).

    Il sogno… il sogno continua, si evolve, cresce e per fortuna si realizza quotidianamente XD

    Moz-

    • Daniele Imperi 14 dicembre 2013 at 13:32

      Miki, tutto mi sarei aspettato da te tranne che fossi limitato :D

      • MikiMoz 14 dicembre 2013 at 13:40

        Beh, ognuno ha i suoi limiti, magari i miei sono più in là :p

        Moz-

  • emily 14 dicembre 2013 at 15:52

    grazie x i suggerimenti, sono molto sensati. però a volte i blog seguono la vita del blogger e quindi cambiano, si evolvono, è difficile rimanere legati a un sogno xkè x fortuna di sogni nn ce ne sono mai abbastanza!

    • Daniele Imperi 14 dicembre 2013 at 20:32

      Ciao Emily, benvenuta nel blog.

      È giusto che i blog si evolvano, anche il mio si è evoluto e si evolverà ancora.

  • ferruccio 14 dicembre 2013 at 20:29

    Il mio nome, fare cultura a modo mio, però uso blogger

    • Daniele Imperi 14 dicembre 2013 at 20:32

      Blogger non è il massimo, Ferru, ma l’importante è che tu sia soddisfatto, no?

      • ferruccio 15 dicembre 2013 at 18:38

        Ho cominciato così, ho anche il dominio… ormai vado avanti

  • Alessandro Pozzetti - APclick 16 dicembre 2013 at 14:20

    Penso che ormai la piattaforma che vada per la maggiore sia WordPress. Anche io, per il mio blog, la utilizzo.

    Per quanto riguarda il nome io ho scelto APclick. Semplice da ricordare e frivolo al punto giusto.

    Sogno: diventare il guru dei Social Media :)

    Ciao Daniele!

  • Fammi conoscere la tua opinione sul post

© 2010 - 2014 Penna blu - Ideazione e web design di Daniele Imperi - Torna su