Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

2000 post su Penna blu

2000 post su Penna blu

Oggi festeggio i duemila articoli del blog. Non sono tutti miei, perché ben 50 sono guest post, scritti da 33 guest blogger. Ma 2000 è un bel traguardo per il blog.

Ero indeciso se scrivere un post del genere o meno, ma poi ne ho approfittato per fare il punto della situazione, per rivedere la storia del mio blog e scrivere quella futura.

Ma cominciamo dal passato.

L’era dei 7 post settimanali

Chi mi segue da tempo sa che fino a un paio di anni fa pubblicavo tutti i santi giorni, domenica compresa. Anzi, alle volte uscivano anche due o perfino 3 articoli al giorno.

È stato un bel periodo, ero pieno di idee e di voglia di fare. Ho esagerato, come ho già detto in un’altra occasione: un post al giorno, per come la vedo adesso, è troppo.

L’era dei 7 post settimanali è conclusa e non si ripeterà più. Tutto ha fine.

L’era dei 4 articoli a settimana

Aprendo un secondo blog, in cui pubblicavo 3 post settimanali, m’ero accorto che scriverne 10 a settimana era pretendere troppo dalla mia creatività e dal mio tempo, così «Penna blu» ridusse il calendario a 4 post settimanali.

Quest’anno, a fine marzo, ho messo in pratica un’idea che mi frullava per la testa da qualche tempo: ridurre il calendario a 2 articoli a settimana. E così è stato.

Anche l’era dei 4 post settimanali è conclusa e non si ripeterà più. Tutto ha fine, come ben sappiamo.

Il periodo dei 2 post settimanali

Ovvero: il progetto primordiale di «Penna blu». Così era la mia idea iniziale, che ho stravolto già dopo due settimane di blog. Dal 24 marzo «Penna blu» pubblica il martedì e il giovedì.

La scelta di ridurre era dovuta a una serie di fattori, fra cui anche la mancanza di idee valide. Continuo a segnare ipotetici titoli di post e scartarli. Quegli stessi fattori hanno continuato a “perseguitarmi”, così prima o poi «Penna blu» diminuirà ancora il numero delle sue uscite settimanali.

Futuri cambiamenti del blog (e vecchi progetti rinnovati in arrivo)

L’idea di chiudere il blog non mi sfiora ancora, ma di rallentare con il web e la tecnologia in generale sì, anzi ho già iniziato. Per l’occasione vorrei scrivere un post contrario a quello di Chiara sullo scrittore tecnologico. Vedremo.

Quale futuro per «Penna blu»? Ci ho pensato e credo che, non so ancora quando, «Penna blu» ridurrà ancora il suo calendario editoriale a…

  • 1 post a settimana: il giovedì, credo. Il giorno che sta in mezzo. Questo mi permetterà di concentrarmi di più sulla scrittura creativa, di portare avanti i miei progetti letterari con più tempo a disposizione e più tranquillità mentale.
  • 1 post quando ne ho voglia: ho sempre criticato chi apriva un blog pubblicando solo quando gli andava. Be’, nel mio caso, fra diversi anni, se la mia vita prenderà la giusta piega, «Penna blu» pubblicherà solo quando ne avrò voglia.

Finalmente ho completato il restyling del sito dedicato a Edgar Allan Poe: ho comprato un nuovo tema, responsive, ho riprogettato tutta la struttura e creato un calendario editoriale. Il sito pubblicherà un articolo a settimana il mercoledì. Il primo post è in programmazione per il 4 gennaio.

Ecco quindi che si aggiunge un nuovo articolo da scrivere nella settimana, quindi penso che il primo cambiamento su «Penna blu» sarà quello di ridurlo a un solo post a settimana.

Questo è quanto.

Vi lascio ai vostri preparativi per la festa imminente e vi auguro un buon 2017.

46 Commenti

  1. Tiziana
    29 dicembre 2016 alle 07:46 Rispondi

    Scemare è normale. Un post al giorno per tanti anni è quasi impossibile. Poi non si hanno idee. È una fatica, anziché un piacere. Buon 2017. :)

    • Daniele Imperi
      29 dicembre 2016 alle 13:14 Rispondi

      Un post al giorno per anni è possibile solo diminuendo la qualità e ripetendoti :)
      Buon 2017 a te :)

  2. Marco
    29 dicembre 2016 alle 07:52 Rispondi

    I propri progetti letterari sono più importanti di tutto il resto. Quindi ben venga un “ridimensionamento” del blog, se questo ti permette di avere più tempo per scrivere storie. Il tempo è quello che è e un post alla settimana credo che sia più che sufficiente per non perdere i contatti con chi ti segue. La Rete, le reti sociali: tutto bello ma pretendono un prezzo. Quindi è giusto tagliare qualcosa.
    Buon Anno.

    • Daniele Imperi
      29 dicembre 2016 alle 13:14 Rispondi

      Tagliare per dare spazio: non posso fare diversamente. Buon anno a te :)

  3. maela
    29 dicembre 2016 alle 08:07 Rispondi

    Leggerti è sempre un piacere. Spero che l’idea di chiudere il blog non ti sfiori mai. Buon inizio 2017

    • Daniele Imperi
      29 dicembre 2016 alle 13:15 Rispondi

      Ciao Maela, benvenuta nel blog.
      Diciamo che non mi ci vedo a gestire ancora il blog a 80 anni :D
      Buon inizio 2017 anche a te.

  4. Ombretta
    29 dicembre 2016 alle 08:16 Rispondi

    Dare più spazio ai propri pregetti letterari (o di vita) è un bene. E poi, leggeremo comunque 2 post, in 2 diversi blog ma saranno sempre ben accetti. Ti auguro un produttivo 2017 Daniele! :)

    • Daniele Imperi
      29 dicembre 2016 alle 13:15 Rispondi

      Un 2017 produttivo anche a te :)

  5. Roberto
    29 dicembre 2016 alle 08:35 Rispondi

    Anche perchè mi chiedo dove trovi il tempo? ;-)

    • Daniele Imperi
      29 dicembre 2016 alle 13:24 Rispondi

      Infatti… il tempo resta sempre quello e voglio diminuire sempre più la mia permanenza davanti a uno schermo :)

  6. maria mastrocola
    29 dicembre 2016 alle 08:47 Rispondi

    Ti seguo da poco e ancora non sono entrata nello scopo e come posso agire con te.
    Sono una vecchia splinderiana e anche se sono da oltre dieci anni nel web tardo a capire tante cose.
    Io curo un Laboratorio di scrittura nell’ambito dell’ UNITRE di Rivoli e vorrei far conoscere i testi dei miei amici.
    Ho 82 anni ma sono attiva su molti siti.
    Grazie di avermi contattate e, se puoi, dimmi come posso interagire con te.
    Grazie
    Maria Mastrocola Dulbecco

    • Emilia
      29 dicembre 2016 alle 11:29 Rispondi

      I creativi si concedono anche un anno sabbatico per ritemprarsi, potrebbe essere che a te venga voglia di concederti almeno sei mesi. Ci mancherai ma ti aspetteremo.

      • Daniele Imperi
        29 dicembre 2016 alle 13:17 Rispondi

        Un anno sabbatico è troppo, poi ci prenderei l’abitudine e non tornerei più nel web :)

    • Daniele Imperi
      29 dicembre 2016 alle 13:17 Rispondi

      Salve Maria, mi aveva già scritto per email tempo fa. Mi scriva dalla pagina dei contatti e mi dica come posso aiutarla. Le scrivo di nuovo più tardi.

  7. Mario
    29 dicembre 2016 alle 10:07 Rispondi

    Innanzitutto auguri per un positivo e fruttuoso 2017. Sono d’accordo con te, che bastano 2 post alla settimana, e che tutto è in funzione del momento creativo. :-) Sono curioso di vedere le tue vignette :-)

    • Daniele Imperi
      29 dicembre 2016 alle 13:19 Rispondi

      Ciao Mario, benvenuto nel blog e auguri anche a te. Per quanto riguarda le vignette, chissà che non disegni qualcosa per qualche post qui :)

  8. Andrea
    29 dicembre 2016 alle 10:31 Rispondi

    Condivido la tua idea di rallentare col Web e tecnologia in generale. Complimenti per i 2000. Neanche quando potrò sfoggiare una folta barba bianca e un elegante bastone da passeggio riuscirò in tale traguardo :)

    • Daniele Imperi
      29 dicembre 2016 alle 13:22 Rispondi

      Comincia a scrivere e scrivere e vedrai che arriverai anche tu a 2000 post sul tuo blog :D

  9. MikiMoz
    29 dicembre 2016 alle 12:23 Rispondi

    Pensa, io ho fatto tutto il contrario: da saltuario a fisso ogni 10 giorni, poi ogni settimana, poi due volte a settimana, quindi tre volte, quindi quattro, quindi ogni giorno, quindi -se serve- più volte al giorno XD
    Ovviamente anche io mi riserverò il diritto di pubblicare “quando capita” nel caso sia impossibilitato a farlo (nel bene e nel male, ma spero nel bene^^)

    In bocca al lupo per tutto, e auguri per i 2000 post!!

    Moz-

    • Daniele Imperi
      29 dicembre 2016 alle 13:23 Rispondi

      Anche agire al contrario va bene, ma alla fine secondo me tornerai saltuario :D

      • MikiMoz
        30 dicembre 2016 alle 17:44 Rispondi

        Sì, ovvio che ci tornerò: perché sarò ricco e famoso grazie anche ai post quotidiani^^

        Moz-

  10. Salvatore
    29 dicembre 2016 alle 12:58 Rispondi

    Complimenti, Daniele: un bel traguardo. :)

    • Daniele Imperi
      29 dicembre 2016 alle 13:23 Rispondi

      Grazie Salvatore :)

  11. Barbara
    29 dicembre 2016 alle 14:46 Rispondi

    Vedi che ho fatto bene a partire con 1 post a settimana da subito? :P
    Il rischio di esagerare con i post è che si rischia di essere troppo blogger e poco scribacchini, ci vuole la giusta dose. Oltre al fatto che con tanti post si rischia pure di ripetersi negli argomenti (e poi non saprei più come giostrarmi con le chiavi ci ricerca che non devono mai essere uguali…).

    • Daniele Imperi
      29 dicembre 2016 alle 14:49 Rispondi

      Attenta, ché anche io ero partito con 2, per poi strafare :D
      Ah, ma tu sei fissata con la seo, allora! :)

      • Barbara
        29 dicembre 2016 alle 14:51 Rispondi

        No, è la seo che è fissata con me! :P
        Ma sai che sono arrivata a programmare addirittura 4 mesi di post? La tentazione di accelerare ce l’ho, però poi c’è chi mi ricorda che il focus è scrivere racconti, non bloggare! ;)

        • Daniele Imperi
          29 dicembre 2016 alle 15:18 Rispondi

          4 mesi di post è cosa buona e giusta :D
          Al massimo mi sa che ero arrivato a un paio di mesi, ma quando pubblicavo tutti i giorni.
          Il focus è ancor più giusto ;)

  12. luisa
    29 dicembre 2016 alle 16:06 Rispondi

    Per me va bene 1 post a settimana, sono per la qualità più che per la quantità. Ma chiudere il blog noooo
    Metterai il post quì del sito dedicato a Edgar Allan Poe?

    • Daniele Imperi
      29 dicembre 2016 alle 16:30 Rispondi

      Il link al sito di Poe lo trovi qui in fondo, sotto Progetti letterari. Esce comunque il 4 gennaio.

  13. Elena
    29 dicembre 2016 alle 19:42 Rispondi

    Viva la libertà! Buon anno Daniele, scrivimi quando vuoi, noi ti leggiamo

    • Daniele Imperi
      30 dicembre 2016 alle 08:12 Rispondi

      Grazie e buon anno anche a te :)

  14. Mirko
    29 dicembre 2016 alle 20:48 Rispondi

    Ciao Daniele, un grandissimo augurio per un fortunatissimo 2017.

    • Daniele Imperi
      30 dicembre 2016 alle 08:12 Rispondi

      Ciao Mirko, grazie, buon 2017 anche a te.

  15. Lisa
    29 dicembre 2016 alle 20:51 Rispondi

    Un bel viaggio! Complimenti e buon proseguimento!

    • Daniele Imperi
      30 dicembre 2016 alle 08:14 Rispondi

      E lungo anche :D
      Buon anno Lisa.

  16. nuccio
    29 dicembre 2016 alle 21:44 Rispondi

    Auguri a te e agli amici che ti seguono.

    • Daniele Imperi
      30 dicembre 2016 alle 08:15 Rispondi

      Grazie Nuccio, auguri anche a te.

  17. Elisa
    30 dicembre 2016 alle 12:36 Rispondi

    sono d’accordissimo nell’idea di fondo: pubblicare solo idee valide.
    Dopotutto uno dei must di noi scrittori non è forse quello di “tagliare, tagliare, tagliare”?

    • Daniele Imperi
      30 dicembre 2016 alle 13:38 Rispondi

      Tagliare e anche non pubblicare ciò che non vale nulla :)

      • Elisa
        30 dicembre 2016 alle 14:06 Rispondi

        già anche se a volte non è facile.
        Talvolta sono gli altri che ci tolgono il salame dagli occhi…

  18. Federico
    30 dicembre 2016 alle 15:06 Rispondi

    Mi fa piacere questa ulteriore riduzione sul blog perché così aumentano le possibilità di vedere pubblicato il tuo primo libro. Che poi è l’obiettivo di ogni scrittore, no? In bocca al lupo.

    • Daniele Imperi
      30 dicembre 2016 alle 15:48 Rispondi

      Sì, l’idea è di poter scrivere di più. La riduzione non sarà imminente, ci devo ragionare bene sopra.
      Grazie :)

  19. Maria
    30 dicembre 2016 alle 18:31 Rispondi

    Ciao Daniele,
    io ti seguo da troppo poco ancora per ricordare di quando pubblicavi ogni giorno. Adoro il blogging, seguo diversi blogger e ho deciso da pochissimo tempo di far parte di questa “cerchia” solo per passione.
    Onestamente se ti avessi conosciuto nel periodo di un articolo al giorno, dopo un po’ avrei deciso si “mollarti”, non perchè scrivere un post al giorno voglia dire per forza che i contenuti siano di bassa qualità ma semplicemente perchè serve del tempo anche per il lettore per assimilare quanto letto, per riflettere e “godere del pezzo”. Soprattutto quando si tratta di blogger come te, con tanto da dire.
    Ad esempio anche io per il mio blog, ho deciso di postare un articolo ogni due settimane: un giusto compromesso tra quello che ho da dire, il tempo necessario a scrittura revisione ecc. uniti agli impegni di lavoro, svago, lettura e chi più ne ha più ne metta.
    Un abbraccio e felice anno nuovo :)

    • Daniele Imperi
      31 dicembre 2016 alle 08:24 Rispondi

      Ciao Maria, tempo fa un mio lettore si cancellò dalla mia newsletter perché pubblicavo troppo spesso, ma in quell’epoca c’erano solo 4 post a settimana.
      Buon anno anche a te :)

  20. Ulisse Di Bartolomei
    31 dicembre 2016 alle 19:28 Rispondi

    Salve Daniele

    Complimenti per il traguardo dei “2000”!

    Ti auguro un proficuo 2017.

    Ulisse

    • Daniele Imperi
      1 gennaio 2017 alle 08:25 Rispondi

      Ciao Ulisse, grazie e buon 2017 anche a te.

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.