Scrivere è comunicare

Il blog per scrittori, blogger e copywriter

10 domande più o meno lecite sugli ebook

10 domande sugli ebook

Dieci domande che ogni tanto mi pongo sul mondo degli ebook e su cui vorrei fare chiarezza. Domande a cui voi, più esperti di me nella lettura elettronica, risponderete. Il post sarà in continuo aggiornamento. Le risposte saranno inserite anche nel post sotto la domanda, con nome e link di chi ha risposto.

  1. Come faccio a sapere se un ebook è protetto dai DRM?
  2. Come posso leggere ebook acquistati su Amazon (.azw) sul Kobo Glo?
  3. Posso rinominare un incomprensibile file .azw (es.: B003EEMVXI_EBOK.azw) col titolo dell’ebook?
  4. Perché ogni tanto i miei ebook spariscono dal Kindle per PC e devo eliminarli e riscaricarli?
  5. Succede anche con gli ereader?
  6. Chi stabilisce se un ebook deve avere o meno i DRM?
  7. Sono veramente libero di leggere qualsiasi ebook su qualsiasi dispositivo?
  8. Posso fare un back up dei miei ebook?
  9. Sono davvero proprietario di un ebook? Proprietario del file?
  10. Se ho un ebook senza DRM e l’editore poi li inserisce, a me cambia qualcosa?

15 Commenti

  1. Salomon Xeno
    19 dicembre 2012 alle 16:32 Rispondi

    Rispondo perché mi diverte, senza la pretesa di essere esaustivo.

    1) Se il negozio è serio (a titolo esemplificativo “Bookrepublic”) lo trovi scritto dove ci sono dati come ISBN e numero di pagine. Se è Amazon, dipende. Se è Amazon.it non hai modo di saperlo. Puoi assumere che li abbiano tutti (così mi hanno scritto a domanda diretta). Amazon.com invece lo dice.
    2) Puoi solo se senza DRM, dopo averli convertiti. Altrimenti devi rimuovere il DRM (in Italia non è illegale) e convertirlo. Non sono a conoscenza di modi semplici e immediati per convertire un formato protetto.
    3) Non dovrebbero esserci problemi.
    4) Domanda interessante, non ne ho idea. Io non li apro mai su pc, può darsi che abbia una funzionalità di “archivio automatico” on line?
    5) No. Forse con il Kindle.
    6) L’editore.
    7) Non è detto. Dovresti leggere la licenza di ogni ebook. Se ha DRM, tramite programmi vari (Kindle4PC, Adobe Digital Editions) in qualche modo associ l’ereader al tuo account e se la licenza dice “2 dispositivi di lettura”, non puoi caricarlo su un terzo.
    8) Non c’è limite a questo.
    9) Non ne sono certo. Secondo me il file ti viene dato in licenza. Famoso il caso in cui Amazon sequestrò a un tizio tutta la libreria.
    10) No. Anche se tu decidi domani di far pagare la tua guida per scrittura sul web, se io l’ho scaricata prima vale la licenza con cui l’ho scaricata (e il prezzo zero). Non solo, se tu me l’hai dato con licenza CC-BY io posso continuare a distribuirlo gratuitamente sul mio blog, senza restrizioni al di fuori di quel “BY”, anche se tu decidi di ritirarlo e venderlo tramite negozi on line.
    Io ho uno, forse due ebook TOR e me li tengo con i DRM, anche se l’editore ha di recente deciso di vendere libri DRM-free.

    • Daniele Imperi
      19 dicembre 2012 alle 16:43 Rispondi

      Grazie, Salomon. :)
      Attendo di completare le risposte, con le 2 di cui non sei certo. Hai un bel posto d’onore nel post :D

  2. Valentina Bertani
    20 dicembre 2012 alle 14:20 Rispondi

    1) IBS indica se un epub è con o senza DRM nella scheda del libro, alla voce Formato (sotto Editore). In IBS devi necessariamente accedere alla scheda del libro per metterlo nel carrello, quindi, a meno di non cliccare sul pulsante Metti nel carrello alla cieca, lo vedi subito se il DRM c’è oppure no.
    Bookrepublic, come IBS, indica se il DRM c’è o meno sempre nella scheda del libro. Altrimenti se metti il libro direttamente nel carrello, lo trovi indicato nella scheda riassuntiva, sempre sotto Formato, che ti viene mostrata prima di confermare l’acquisto (Vai alla cassa).
    InMondadori indica se il DRM è presente alla voce Dettagli della scheda del libro. Nel sito di Kobo invece lo trovi alla voce Informazioni ebook sotto i pulsanti Acquista/Regala/Anteprima. Anche qui devi prima accedere alla scheda del libro.
    Amazon vende i libri solo nel formato Kindle, che è un formato proprietario, criptato, quindi se anche nel libro il DRM non ci fosse, in ogni caso è soggetto a una protezione imposta da Amazon stessa.
    Se acquisti direttamente dal reader, con il Kobo devi accedere alla scheda del libro e alla voce Dettagli.
    Leggo di IBS invece ripropone la pagina così come la si visualizza sul web.

    2) È una procedura illegale. Mi avvalgo del diritto di non rispondere. Io uso l’app Kindle per Desktop sul computer e per iOS su iPad. Penso mi procurerò un Kindle in futuro.

    3) Se lasci .azw alla fine non dovrebbero esserci problemi.

    4) A me non è ancora successo. Non saprei cosa rispondere.

    5) Non su quelli che ho io.

    6) Gli editori. Amazon.

    7) No.

    8) Io l’ho fatto. Nel caso dei file epub senza protezioni, è un vero e proprio backup. Nel caso di file con protezione, ho copiato il file della licenza, ma c’è un limite al numero max di copie che posso scaricare (o ri-scaricare).

    9) Se è un epub senza DRM, sei proprietario del file nella misura in cui sei proprietario di un documento fatto di bit.

    10) Cito Salomon Xeno. La sua risposta è ottima.

    • Daniele Imperi
      20 dicembre 2012 alle 14:28 Rispondi

      Grazie Valentina :)
      8) Non ho capito che intendi. I file esistono nel mio pc. Parlo anche di quelli con protezione. Se li copio su un hard disk esterno e faccio altre mie copie personali, come semplice back up, ho il limite di un numero max di copie?

  3. Valentina Bertani
    20 dicembre 2012 alle 16:37 Rispondi

    Daniele Imperi
    Grazie Valentina
    8) Non ho capito che intendi. I file esistono nel mio pc. Parlo anche di quelli con protezione. Se li copio su un hard disk esterno e faccio altre mie copie personali, come semplice back up, ho il limite di un numero max di copie?

    Il limite è sui file con protezione Adobe DRM. Della licenza o del libro che hai estratto dalla licenza puoi fare copie di back up come faresti con un file qualsiasi. Quando però vai ad attivare quella copia su un nuovo dispositivo, se hai esaurito le copie a tua disposizione, devi fare richiesta ad Adobe di ‘resettare’ il tuo account: “You can activate up to six computers and devices. If you reach the limit, contact Customer Service to reset your activations.”
    Quando vuoi leggere un libro protetto da Adobe DRM devi prima ‘attivarlo’, cioè attribuirlo a un Adobe ID e c’è un limite massimo di dispositivi su cui puoi attivare un file con questo tipo di protezione. Inoltre ogni ID è personale e non cedibile. Mi spiace, non penso di riuscire a essere più chiara di così. Adobe ha una sua FAQ. Qui c’è il link a quella in inglese http://www.adobe.com/it/products/digital-editions/faq.html#Licensing.

    • Daniele Imperi
      20 dicembre 2012 alle 16:53 Rispondi

      Grazie. Non avendo attivato nulla, immagino che sugli ebook comprati su Amazon e scaricati su Kindle per PC il processo sia stato automatico.

      • Valentina Bertani
        20 dicembre 2012 alle 16:56 Rispondi

        Per sicurezza consulta una FAQ di Kindle. Può darsi che anche Amazon abbia previsto un numero massimo di dispositivi su cui puoi scaricare (quindi ‘attivare’) le copie di un libro.

  4. Romina Tamerici
    21 dicembre 2012 alle 01:05 Rispondi

    Io non ho risposte da dare… leggo e imparo!

  5. Stefano Dazzan
    21 dicembre 2012 alle 11:15 Rispondi

    Mi appassiona molto l’argomento, per cui rispondo in base alle mie conoscenze:

    1. In linea di massima, tutti i negozi on line che vendono ebook, tra i classici dati relativi al titolo, editore, ISBN, ecc., indicano anche se sono o meno protetti da DRM
    2. Bisogna distinguere se l’ebook è protetto o meno da DRM. Nel primo caso, prima di procedere con la conversione del file, è necessario rimuovere il sistema di protezione. Mentre tecnicamente l’operazione è piuttosto semplice, occorre discutere sulla sua legalità. In linea di massima l’orientamento sembrerebbe quello di considerare l’operazione legale a patto che la protezione venga ‘scavalcata’ a scopo personale: non c’è lucro, l’autore dell’opera viene regolarmente pagato, non c’è pirateria ma solo il desiderio del consumatore di tutelare i propri acquisti e di essere libero di leggere un libro dove vuole. Nel secondo caso la risposta è Calibre. Fantastico software, secondo me, scaricabile gratuitamente che consente la conversione in moltissimi formati
    3. Si
    4. Non mi è mai successo
    5. Io ho due e-reader (Kindle e Leggo IBS) e non mi è mai successo
    6. Gli editori
    7. Dipende dai formati supportati dai dispositivi. Occorre leggere le specifiche tecniche di ogni e-reader per capire se sono o meno in grado di leggere un determinato formato. In ogni caso, come dicevo prima, aiuta Calibre
    8. Ritengo che fare un back up sul proprio PC degli ebook posseduti sia inutile. Questo perchè tutte le piattaforme che li vendono, hanno uno spazio dedicato ad ogni utente, che potremmo definire ‘Libreria personale’, accedendo alla quale abbiamo la possibilità, in ogni momento, di riscaricare l’ebook d’interesse (segnalo che per gli ebook protetti da DRM il file può essere scaricato per un massimo di 5 volte, ed utilizzato su un massimo di 6 dispoditivi diversi e debitamente autorizzati). Basta una connessione internet….
    9. Anche questo è un argomento molto dibattuto. Sembra che gli e-book non vengano venduti ma dati in licenza. E la concessione d’uso può essere revocata senza preavviso, senza motivo e senza rimborso. Almeno questo sembrerebbe rilevarsi nelle policy, ad esempio, di Amazon, Mediaworld e Feltrinelli.
    10. No, perchè scaricato prima dell’inserimento del DRM

    • Daniele Imperi
      21 dicembre 2012 alle 11:30 Rispondi

      Grazie mille Stefano, mi leggo con calma poi le tue risposte ;)
      Riguardo a Calibre, a me non ha aiutato per niente. Ho solo fatto entrare mondezza nel pc e ho dovuto perfino ripristinare il sistema…

  6. Stefano Dazzan
    21 dicembre 2012 alle 11:46 Rispondi

    Io lo utilizzo da diverso tempo e non ho riscontrato problemi particolari. In ogni caso esistono anche soluzioni alternative.

  7. monica
    12 maggio 2014 alle 14:26 Rispondi

    come si possono inserire correttamente le immagini con le didascalie di modo che non slittino pagina con calibre

  8. Veronica
    17 giugno 2015 alle 18:07 Rispondi

    come faccio a rinominare i file sul kobo aura???

    • Daniele Imperi
      17 giugno 2015 alle 18:16 Rispondi

      Ciao Veronica, benvenuta. Non saprei, io ho il Kobo Glo. Non puoi esportare sul pc gli ebook, rinominare i file e poi ricaricarli nel kobo?

Lasciami la tua opinione

Nome e email devono essere reali. Se usi un nickname, dall'email o dal sito si deve risalire al nome. Commenti anonimi non saranno approvati.